Martedì 22 Agosto 2017 - Anno XV
Avviato il progetto WiFi Italia. La prima reta nazionale libera e gratuita

Avviato il progetto WiFi Italia. La prima reta nazionale libera e gratuita

Connettersi gratuitamente a Internet in tutta Italia non è più un sogno. Da oggi è possibile nelle città pioniere Milano, Roma, Bari. E’ sufficiente scaricare l’App e registrarsi. Cittadini italiani e turisti potranno fruire anche di contenuti e servizi messi a disposizione delle istituzioni e della amministrazioni locali

WiFi Italia logo-wifi-ItaliaOperativo da oggi, il progetto WiFi Italia consente a cittadini e turisti, italiani e stranieri, di connettersi, gratuitamente, in tutta Italia e di ricevere contenuti e informazioni. E’ sufficiente scaricare l’App per smartphone e registrarsi. Il collegamento e l’autenticazione del proprio dispositivo mobile alla rete WiFi Italia (www.wifi.italia.it), sotto la cui copertura ci si trova, avviene automaticamente. Il cittadino o il turista potrà navigare in tutte le reti federate distribuite sul territorio nazionale, e nei nuovi punti di accesso che saranno posizionati con particolare attenzione nei luoghi del turismo e della cultura. Una vera rivoluzione per il nostro paese. Al momento le connessioni attivabili si trovano prevalentemente nel nord e nel centro dell’Italia.
Tra le prime città pioniere, Roma, Milano, Firenze, Bari, ma anche il Polesine, la provincia autonoma di Trento e l’Emilia Romagna. Il progetto è stato promosso per iniziativa del ministero dello Sviluppo economico, del ministero dei Beni e Attività culturali e Turismo e dell’Agenzia per l’Italia digitale. “Uno strumento davvero indispensabile per il turismo che nei prossimi anni sarà sempre più esperienziale”, commenta il ministro Dario Franceschini.

WiFi Italia Reti-wifi-free-milanoUna grande infrastruttura invisibile, che si inquadra anche negli obbiettivi posti dalla Comunità europea in materia di telecomunicazioni, nata federando e integrando le reti free wifi metropolitane e regionali già esistenti nella piattaforma WiFi Italia. Attraverso l’utilizzo dell’App sarà possibile sfruttare la rete per arricchire di dati l’ecosistema del turismo (analisi statistica dei dati – comunque anonimi -, studiare comportamenti e preferenze degli utenti per migliorare i servizi).
“L’Italia sta recuperando su tutti gli aspetti della connettività”, fa notare il sottosegretario allo Sviluppo economico Antonello Giacomelli. WiFi Italia, aggiunge, “ci permetterà di avere una fotografia reale e completa del turismo del nostro paese. E per la prima volta, ad avere questi dati non sarà un gigante del web, ma un paese, il suo sistema pubblico, disponibile a collaborare con tutti e soprattutto con i giovani”.
Nelle versioni future della App, sarà possibile la registrazione con Spid e l’accesso per i PC portatili e i.pad. Lo scopo è far diventare la  App una piattaforma sempre più completa e semplice per tutti: cittadini e turisti non solo per navigare in internet, ma per offrire contenuti e servizi che istituzioni e realtà territoriali metteranno a disposizione.

Leggi anche:

Il Comune di Assisi ha una App istituzionale

BFree aiuta i disabili a visitare i luoghi d’arte in alcune città

Weellgo By Linkswiss, l’App per chi viaggia

© RIPRODUZIONE RISERVATA