Lunedì 24 Febbraio 2020 - Anno XVIII
Montevergine, mostra permanente del presepe

Montevergine, mostra permanente del presepe

Natale 2017 in piazza San Pietro: presepe campano e albero polacco

Il tradizionale albero di Natale che campeggerà in Piazza San Pietro arriverà dall’arcidiocesi di Elk, in Polonia, sarà un abete rosso. Il presepe, vera opera d’arte, sarà offerto dall’abbazia benedettina campana di Montevergine

Albero di natale Presepe-mostra-permanente-abbazia-di-Montevergine

Presepe, mostra permanente Abbazia benedettina di Montevergine

Il Natale incalza con i suoi preparativi. Manca circa un mese al grande evento e nulla, come in Vaticano, viene lasciato al caso, per confermare una ricca e lontana tradizione, attraverso l’unione armonica che si ripete, ogni anno, di allestire presepe e albero. L’unione tra sacro e profano viene fusa nella cornice di luci, colori e calore. L’ albero di Natale in Vaticano quest’anno arriverà dalla Polonia. Lo fa sapere il Governatorato della Città del Vaticano.
Il prossimo 7 dicembre alle 16.30, ci saranno inaugurazione del Presepe e illuminazione dell’abete in piazza San Pietro. Se l’ albero di Natale arriva dalla Polonia, il presepe arriva dall’abbazia benedettina campana di Montevergine. Il presepe sarà una vera opera d’arte, realizzata in stile settecentesco secondo la più antica tradizione napoletana da un laboratorio artigianale partenopeo. Il presepe poggerà su un’ampia superficie di circa 80 metri quadri, con un’altezza massima di circa sette metri, ispirata alle opere della Misericordia e rappresentata da ben 20 figure, con un’altezza variabile intorno ai due metri. Le figure saranno composte per le teste e gli arti in terracotta policroma, gli occhi in cristallo e gli abiti in tessuto.

Albero di Natale dall’arcidiocesi di Elk

Albero di Natale san-pietro-vaticano-natale

L’ albero di Natale sarà un imponente abete rosso di 28 metri, e arriverà dall’arcidiocesi di Elk, in Polonia. “Il taglio verrà effettuato dal Corpo Forestale locale, che sarà poi presente a Roma con una sua delegazione. L’albero di Natale sarà trasportato su un percorso stradale di oltre 2.000 Km che attraverserà il centro Europa”, spiega la nota del Governatorato che ricorda che, come ogni anno, l’addobbo sarà curato dagli artisti, rappresentati dai bambini in cura presso i reparti oncologici di alcuni ospedali italiani. “I bambini, insieme ai loro genitori, – spiega il Governatorato – hanno partecipato ad un programma di ceramico-terapia ricreativa presso i laboratori ospedalieri permanenti, ideati, coordinati e gestiti dalla Fondazione Contessa Lene Thun Onlus, realizzando delle sfere e stelle di argilla, successivamente riprodotte in materiale sintetico per l’allestimento”. Quest’anno, i piccoli artisti saranno affiancati dai loro coetanei delle zone terremotate del centro Italia, appartenenti all’arcidiocesi di Spoleto-Norcia. L’albero ed il Presepe rimarranno illuminati fino alla notte di domenica 7 gennaio 2018, giorno in cui si commemora il Battesimo del Signore e si conclude, nella liturgia, il Tempo di Natale.

Leggi anche:

Il Treno di Natale è pronto a colorare la Ferrovia Turistica del Tanaro

Imer Guala. Taccuino di Viaggio, ricordi d’Africa

Wildlife Photographer of the Year, scatti d’artista al Forte di Bard

© RIPRODUZIONE RISERVATA