Giovedì 30 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Torino “Caput” libri
Virgola. Punto esclamativo. Due punti. Segni di interpunzione minori; quasi orpelli o “frills”, come dice oggi il marketing. Codici, segni inventati, regole condivise e non troppo tiranne di un testo che hanno aiutato ad affinare la comunicazione scritta
di Valerio Griffa

Tutti quei segni, che vanno dal semplice punto all’ “at” commerciale (inglese) che in Italia da qualche anno chiamiamo “chiocciola” e che danno senso e ritmo al susseguirsi dei segni altri, le parole, sono stati lo spunto vincente che ha convinto l’Unesco ad assegnare a Torino la leadership mondiale per il libro. Capitale Mondiale, per un anno, dall’aprile 2006 all’aprile 2007, in collaborazione con Roma. 
Storici “compleanni” letterari
"Bookstock", letture al palazzo del ghiaccio
I segni, dunque, insieme ad un’altra “idea formidabile”, quella del “Grand Re-Tour”, il tour sette-ottocentesco di formazione (alla Goethe, alla Stendhal) ri-visto come “salita al nord”, da Palermo a Torino e fino a Monaco di Baviera.
Per la verità, questo Grand Tour alla rovescia è già, da tempo, il leit motiv dell’intellighenzia “sudista”, costretta, non per “divertissement” ad emigrare verso nord. Insomma, un reality “realista”. Ma, nella finzione letteraria, l’idea è di grande fascino.
Perché da aprile ad aprile? Quasi elementare (Watson): perché l’Unesco, dovendo scegliere due personaggi letterari universali, ha optato per Otello e Don Chisciotte, nelle sembianze dei loro inventori e il 23 aprile è curiosamente l’anniversario della nascita di William Shakespeare (1564) e della morte di Miguel de Cervantes (1616).
Data fausta, dunque. Simbolica e onirica. Torino ci sta giocando dall’aprile 2006 quando, a poche settimane dall’Olimpiade, ha iniziato quest’avventura con entusiasmo. Per esempio, con due memorabili notti bianche di grande successo: una con letture chiamata “Bookstock” perché i partecipanti erano sdraiati nell’atrio del palazzo del ghiaccio dentro sacchi a pelo (Woodstock e i suoi raduni hippy, il riferimento semiletterario) ad ascoltare Baricco&Co; l’altra di musica e testi, chiamata “Volumi all’idrogeno” (“Jukebox all’idrogeno”, il manifesto beat psichedelico di Allen Ginsberg, l’allusione). E con una straordinaria partecipazione ad un programma culturale basato sul libro, che coinvolge biblioteche, librerie, case editrici, teatri, musei e gallerie, scuole di scrittura, premi letterari, fondazioni, compagnie teatrali e di danza, associazioni culturali.
Lo “spettacolo” dei libri
Atrium Torino
Il libro non più come oggetto, ma il libro come evento (qualcuno lo dice veramente bene: la parola che esce dal libro e si fa agorà) sulla scia di quel che si è fatto nelle varie edizioni della Fiera del Libro, con la premiata ditta di timonieri Rolando Picchioni-Ernesto Ferrero.
Spettacolarizzare il libro vuol dire fare marketing letterario. Vuol dire invogliare all’acquisto e alla lettura con lo “specchietto” di personaggi dello spettacolo, dello star system, dell’establishment o addirittura del gossip, più o meno colto. Vuol dire abbattere il muro di prevenzione che spesso la carta stampata suscita, in quanto “slow” in un mondo di oggetti “fast”.
Torino, dunque. Con il “Look of the City” giallo delle recenti Universiadi, banner sul libro, vasi porta-shangai (aste disposte alla rinfusa, in diagonale, come nell’omonimo gioco) le scritte luminose sugli shanghai giganti e i gigatotem. Esaurito, nei mesi scorsi, un programma che ha visto passare dalla Mole il “gotha” letterario internazionale, come Saramago, Coetzee, Soyinka, Gordimer, Grass, Naipaul, Rushdie, Walcott, Hillman, si appresta, in questo inizio di primavera 2007, a portare l’opera a compimento.
Ecco dunque  il ‘programma illustrato’: un po’ di quel che è stato, un po’ di quel che resta.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Gran Mercato dell'Antico
Dal 14 al 16 novembre 2014
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Offerte di viaggio
Tour di Capodanno in Cilento
Capodanno da favola a New York
In India per festeggiare il nuovo anno
NOTIZIE
30/10/14 - Premi
Scade il primo dicembre il termine per partecipare al concorso internazionale "Fotografare il...
30/10/14 - Solidarieta'
Dal 6 al 15 novembre, nella sede del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento - Atrio Palazzo...
30/10/14 - Alberghi
Hilton Worldwide ha annunciato la firma di un accordo di franchising con la società GdF...
30/10/14 - Trasporti
American Airlines e Cadillac hanno dato vita a una partnership che offre una serie di vantaggi...
30/10/14 - Città d'arte
Al via oggi, giovedì 30 ottobre, la XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo...
Tropici nostrani. In attesa dei "bagnanti mutanti"
La Liguria di Ponente era una terra bellissima. Poi si è popolata di seconde case, riempita di...
Task Brasil: per salvare i "meninos da rua"
Ultimamente la violenza di strada in molte città brasiliane sembra aumentata a dismisura. A Rio, in...
Tivoli: i "richiami" de La Sibilla
Il ristorante La Sibilla di Tivoli si trova sulla roccaforte medievale della Cittadella, accanto...
A New York apre "The Out"
  Si chiama “The Out” ed è il primo hotel gay friendly della Grande Mela....
Grandi battaglie (di soldatini) sotto il Monte Rosa
Il gusto di giocare con i soldatini unito al modellismo e alla passione per la storia o per il...
Signora Arezzo
Arezzo è una signora elegante e simpatica. Come Franca, che gestisce la Corte del Re ed...
San Godenzo-Pontassieve. Il Cammino volge alla fine
  Diciamolo subito: è stata dura. Più di ieri. Un po’ per l’euforia,...
Calda voglia di spider
  La bella stagione è ormai alle porte. La primavera è arrivata con il suo...
Salone di Francoforte 2013: un bilancio verde
  Tornando dal 65° Salone dell'automobile di Francoforte (dal 12 al 22 settembre)...
La Valtellina nel piatto
Quando l’inverno inizia a farsi sentire riaffiora il desiderio di sapori forti, di piatti...
Campioni in Seminario
Alta Maremma, 18 maggio 1949. Un pullman sta salendo dalla stazione ferroviaria di Follonica verso...
LIBRI E GUIDE
NUR. La luce nascosta dell'Afghanistan di MoniKa Bulaj, Editore Electa, pagine 256, 163 illustrazioni, Euro 39,00.
La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
0.9391610622406