Mercoledì 1 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Viaggiare e imparare, a spasso per l’Europa
Erasmus da Rotterdam, il ceco Comoenius ma anche l’ateniese Socrate e il nostrano Leonardo. Nomi che divengono acronimi, uniti sotto il comune vessillo dell’Unione Europea, per diffondere la conoscenza e la reciproca comprensione
di Eleonora Boggio

Nietzsche docet. Il principio dell’eterno ritorno non è un’opinione.
Questo presupposto è doveroso per quanto sto per raccontarvi.
E’ l’anno 1998 quando, tormentata dalle nebbie padane, decido di compiere un viaggio che diverrà poi il “viaggio” per antonomasia della mia vita.
Studentessa universitaria alle prese con un’articolata tesi di laurea, ovvero il “multi-culturalismo” attraverso la prospettiva del pensatore liberale Joseph Raz, mi rendo conto di aver scelto e di dover affrontare un tema inedito per i tempi, a cominciare dai materiali: irreperibili in Italia.
Se Maometto non va alla montagna ...
Pronta per la partenza
Detto ben noto quello del profeta che nicchia a dirigersi verso la montagna; sarà quest’ultima a dover spostarsi verso di lui.
E così avviene, in toni meno biblici, alla sottoscritta. Al di là delle mie proporzioni lillipuziane, mi sposto quindi verso il “profeta” rappresentato dai Paesi Bassi (di nome, ma non di fatto, per via dell’aspetto “atletico” dei suoi abitanti); il tutto grazie a un programma di interscambio tra paesi europei.
E dove, se non a Rotterdam, patria del pensatore liberale per eccellenza, avrebbe potuto portarmi il “mio Erasmus”? Complice il mio relatore e un libretto decoroso, vinco una borsa di studio della durata di un semestre.
In ballottaggio: l’università di Malaga, dalla rinomata cattedra di economia politica e la Rotterdam Universiteit, culla del multi-culturalismo. Ancora una volta prende la parola il mio relatore che, indifferente ai miei desideri di correre verso lidi latini e spiagge calienti, sceglie per me una ventosa Rotterdam invernale.
Erasmus, il pioniere
Erasmus Statue
Non poteva che chiamarsi Erasmus il programma foriero della mia “Campagna d’Olanda”. Il progetto viene alla luce nel 1994 sebbene, per quel che concerne il panorama italiano, nel 1998 potevo venire considerata una vera pioniera.
Cosa si intende per Erasmus, al di là del lungimirante artefice del mondo di Utopia? Erasmus, che negli anni ha guadagnato l’epiteto di “Mundus”, è un programma finalizzato al miglioramento della qualità dell’istruzione europea e, insieme, allo sviluppo della comprensione interna mediante la cooperazione con i paesi terzi.
Il programma seleziona corsi europei nel secondo livello dell’istruzione superiore, che in Italia corrispondono a quelli di una laurea specialistica e ai master universitari di primo o secondo livello.
La programmazione è discrezionale e dipende dalle scelte dello studente.
Io, ed esempio, avevo optato per un seminario dedicato al pensiero del perfezionista John Rawls, un secondo di economia politica e un terzo sulla storia dell’avanguardia esistenzialista, sebbene il ricordo più vivido resti quello dell’esame: “croce e delizia”, sostenuto rigorosamente in inglese.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Offerte di viaggio
Crociera alle Bahamas
Riposo e benessere tra le Dolomiti
Viaggio Missionario del Sorriso
NOTIZIE
01/10/14 - Enogastronomia
In Trentino, trascinati dal gusto dei suoi tipici prodotti enogastronomici. A partire dal 3 ottobre...
01/10/14 - Tecnologia
Hotels.com presenta oggi una novità per la sua app Android: la possibilità di...
01/10/14 - Gastronomia
Domenica 5 ottobre sarà il “Dì de la Brisaola” a Chiavenna (SO),...
01/10/14 - Città d'arte
“Napoleone come Marte Pacificatore”, il monumento simbolo del cortile d’Onore...
01/10/14 - Tecnologia
In occasione del Bimillenario Augusteo (14 d.C. - 2014), la Soprintendenza Speciale per i Beni...
Con l'Oceano nel cuore
L'Isola di Wight... Mi rendo conto che al solo pensare a questo nome la mente si riempie di...
La Vernaccia di Serrapetrona
Il 14 e il 21 novembre si svolgerà a Serrapetrona (in provincia di Macerata) la...
Un mondo senza glutine
  Gluten Free Expo, il salone di prodotti alimentari senza glutine ospitato a Brescia da...
L'orgoglio gay sfila a Sydney
  Sono tantissime le ragioni che possono spingere a partire per l'Australia. C'è chi ci...
Taste of Ireland (Sapori d'Irlanda)
"Tutti i matrimoni sono felici. È fare colazione insieme tutti i giorni la causa di tutti i guai"....
In vacanza senza passeggino
Le mamme di bambini da zero a due anni lo sanno: il bagaglio di una famiglia in viaggio è un...
Dirsi di sì, in India
Sono nel tempio di Sri Jambukeshwara a Trichy, città del Tamil Nadu, regione sud orientale...
Sicuri in strada con l'auto
Andatura indecisa, manovre lente: "sicuramente è una donna". Quante volte gli uomini pronunciano...
La Roma di "Angeli e Demoni"
Uscito in America nel 2000 e approdato in Italia dopo qualche anno, il romanzo di Dan Brown,...
Stoccarda, regno dei Motori
  Il 1886 è da considerare una data storica per l’umanità, l’inizio...
Calda voglia di spider
  La bella stagione è ormai alle porte. La primavera è arrivata con il suo...
LIBRI E GUIDE
Il giro del mondo in 80 isole Lucrezia Argentiero, Iter Edizioni, pagine 144, Euro 11.90
Alfabeto figurativo Trenta opere d'arte spiegate ai più piccoli di Tomaso Montanari, Skira editore, pagine 108 con 40 tavole a colori, Euro 15,00.
TUTTI I DOSSIER
0.93370604515076