Diabolik, il culto dell’antieroe
Una calzamaglia nera che lascia libere solo due fessure di ghiaccio. Una fiammante “Jaguar E” per scorrazzare nelle vie di Clerville e al suo fianco un amore “impossibile”, Eva Kant. Ecco Diabolik: fascinoso quarantenne, re dei fumetti
di Eleonora Boggio

Affascinante, criptico, tagliente, impossibile.
È Diabolik il primo antieroe che rivoluzionò il panorama dei fumetti. Nero come la calzamaglia che indossa. Fosco come le storie che vive. Misterioso come le sue origini delle quali poco si sa. Amato dagli uomini, ma letto da un congruo numero di donne.
Personaggio arrivato con un treno delle “Nord”
Le sorelle Giussani con il collaboratore Mario Gomboli
Tutto cominciò da un’intuizione. Quella che ebbero le sorelle Angela e Luciana Giussani, affacciandosi dal balcone della loro casa su Piazzale Cadorna, una mattina di una calda estate. Correva l’anno 1962 e Angela, che già da due anni conosceva il mondo dell’editoria grazie al marito Gino Sassoni, titolare della casa editrice Astoria, osservava il fluire dei pendolari delle Ferrovie Nord. L’annoiato esodo giornaliero dei lavoratori la indusse a tentare un esperimento: la creazione di un fumetto innovativo: per formato e contenuti.
Dopo una gestazione lunga e travagliata durata qualche mese, “Astorina”, la casa editrice fondata dalle sorelle Giussani aprì i battenti e con i primi freddi arrivò in edicola Diabolik, che rivoluzionò il panorama della fumettistica italiana a cominciare dal formato; proposto in versione tascabile, il fumetto era un espediente dedicato ai lavoratori che tutti i giorni convergevano su Milano attraverso monotoni viaggi in treno. Non solo: Diabolik incarnava lo scomodo ruolo del primo vero antieroe.
Vietato ai minori?
Il primo numero esce nel novembre 1962
Violento e talvolta cinico, al punto da indurre le sorelle Giussani a circoscrivere l’ambito di lettura. Fu così posta un’etichetta che indicava “fumetto per adulti”, peraltro subito rimossa per evitare l’identificazione di Diabolik con una testata porno. Una risposta tiepida da parte del pubblico e l’uscita in sordina, dovuta anche a un prezzo alto rispetto a quello degli altri concorrenti (150 lire contro una media di 100) non fecero presagire nulla di buono.
Eppure, nel giro di pochi anni si assistette a un proliferare di fumetti “neri”.
Era esploso il fenomeno degli eroi cattivi, in antitesi al perbenismo borghese dei protagonisti disneyani. Capostipite della corrente dei cloni neri, Kriminal, che debutta in edicola nel Luglio del 1964. Pochi mesi dopo sarà la volta di Satanik, seguito a ruota dai meno fortunati Sadik, Spettrus e Demoniak.
Alla base di questo calderone di supereroi in calzamaglia c’era una violenza ai limiti del sadismo che ben strideva con i connotati sfumati delle caste avventure di Topolino, Nembo Kid o della Pimpa.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 3 - 
Week-end e tempo libero
Day Spa: terme in un giorno
Dal 6 gennaio al 15 maggio 2014
Dichiarare amore in volo
Fino al 19 ottobre 2014
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
Iran culturale
Grantour della Turchia
NOTIZIE
17/04/14 - Turismo
Sono il Piemonte, la Riviera Ligure, la Lombardia dei Laghi e della Franciacorta, la Sardegna e la...
17/04/14 - Ambiente
Ogni anno nel mondo un miliardo di cittadini celebra l’Earth Day, la Giornata della Terra. Il...
17/04/14 - Arte
Riprendono gli appuntamenti con l’arte contemporanea al Castello di Bornato, nel cuore della...
17/04/14 - Viaggi
Conoscete la serie fantasy Il Trono di Spade (Game of Thrones)? Le puntate della quarta stagione...
17/04/14 - Trasporti
A partire da giugno, TAP Portugal inaugura un collegamento con l’Amazzonia tramite una rotta...
Le raffinate "Tovaglie" di Romagna
C'è la casadeiana "Romagna mia" lontano dalla quale "non si può star"; ma chi torna, invece del...
Galileo, l'uomo delle stelle
Galileo Galilei. Immagini dell'universo dall'antichità al telescopio: una delle mostre...
La festa della luna piena
La festa è qui, lungo la strada che costeggia la Coppoons Bay di Tortòla (che deve il proprio nome...
Giungla metropolitana
In città come nella Jungla. E non solo perché ognuno pensa solo a sé stesso,...
Pacchetti vacanze? Meglio una casa in affitto
Con l’aggravarsi della pressione fiscale, l’incremento dei prezzi e la scarsa...
Nel trevigiano, la "Bengodi" del formaggio
Mangiare in bottega è la nuova formula proposta dalla Latteria Perenzin a Bagnolo di San...
Turismo sostenibile, arriva l'app per promuoverlo
Scegliere l’opzione di trasporto più rapida, economica e “green”...
Una cucina dell'altro mondo
A dicembre una buona stella (più stelle gastronomiche, in verità) porterà gli...
Mille sapori del Veronese
Dopo il successo della prima edizione torna "Tre Strade per mille sapori", iniziativa...
Luci d'Artista
"Luci d'artista" è un'iniziativa nata a Torino dieci anni fa e importata da quattro a...
Celiaci, vegetariani e vegani "on the road"
Uno degli obiettivi della tecnologia è quello di semplificare la vita dell’uomo nella...
LIBRI E GUIDE
Il giro del mondo in barcastop di Alberto Di Stefano, edizioni Feltrinelli Traveller, pagine 384, € 16,50
La Purga di Sofi Oksanen, Guanda, pagine 396, 17,50 euro
TUTTI I DOSSIER
2.2709248065948