Giovedì 2 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Diabolik, il culto dell’antieroe
Una calzamaglia nera che lascia libere solo due fessure di ghiaccio. Una fiammante “Jaguar E” per scorrazzare nelle vie di Clerville e al suo fianco un amore “impossibile”, Eva Kant. Ecco Diabolik: fascinoso quarantenne, re dei fumetti
di Eleonora Boggio

Affascinante, criptico, tagliente, impossibile.
È Diabolik il primo antieroe che rivoluzionò il panorama dei fumetti. Nero come la calzamaglia che indossa. Fosco come le storie che vive. Misterioso come le sue origini delle quali poco si sa. Amato dagli uomini, ma letto da un congruo numero di donne.
Personaggio arrivato con un treno delle “Nord”
Le sorelle Giussani con il collaboratore Mario Gomboli
Tutto cominciò da un’intuizione. Quella che ebbero le sorelle Angela e Luciana Giussani, affacciandosi dal balcone della loro casa su Piazzale Cadorna, una mattina di una calda estate. Correva l’anno 1962 e Angela, che già da due anni conosceva il mondo dell’editoria grazie al marito Gino Sassoni, titolare della casa editrice Astoria, osservava il fluire dei pendolari delle Ferrovie Nord. L’annoiato esodo giornaliero dei lavoratori la indusse a tentare un esperimento: la creazione di un fumetto innovativo: per formato e contenuti.
Dopo una gestazione lunga e travagliata durata qualche mese, “Astorina”, la casa editrice fondata dalle sorelle Giussani aprì i battenti e con i primi freddi arrivò in edicola Diabolik, che rivoluzionò il panorama della fumettistica italiana a cominciare dal formato; proposto in versione tascabile, il fumetto era un espediente dedicato ai lavoratori che tutti i giorni convergevano su Milano attraverso monotoni viaggi in treno. Non solo: Diabolik incarnava lo scomodo ruolo del primo vero antieroe.
Vietato ai minori?
Il primo numero esce nel novembre 1962
Violento e talvolta cinico, al punto da indurre le sorelle Giussani a circoscrivere l’ambito di lettura. Fu così posta un’etichetta che indicava “fumetto per adulti”, peraltro subito rimossa per evitare l’identificazione di Diabolik con una testata porno. Una risposta tiepida da parte del pubblico e l’uscita in sordina, dovuta anche a un prezzo alto rispetto a quello degli altri concorrenti (150 lire contro una media di 100) non fecero presagire nulla di buono.
Eppure, nel giro di pochi anni si assistette a un proliferare di fumetti “neri”.
Era esploso il fenomeno degli eroi cattivi, in antitesi al perbenismo borghese dei protagonisti disneyani. Capostipite della corrente dei cloni neri, Kriminal, che debutta in edicola nel Luglio del 1964. Pochi mesi dopo sarà la volta di Satanik, seguito a ruota dai meno fortunati Sadik, Spettrus e Demoniak.
Alla base di questo calderone di supereroi in calzamaglia c’era una violenza ai limiti del sadismo che ben strideva con i connotati sfumati delle caste avventure di Topolino, Nembo Kid o della Pimpa.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Golf e relax sul lago di Como
1 marzo - 30 ottobre 2014
Dichiarare amore in volo
Fino al 19 ottobre 2014
Offerte di viaggio
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
Grantour della Turchia
NOTIZIE
02/10/14 - Viaggi
In base alle rilevazioni sul turismo di Facebook Data Team sulla base di Facebook check-in, le...
02/10/14 - Avvenimenti
Una festa aperta a tutti in Piazza San Carlo, sede storica del Goethe-Institut di Torino,...
02/10/14 - Fiere
‘The Cult of Snow’ è la parola chiave della comunicazione di Skipass 2014. Per...
02/10/14 - Gastronomia
Torna per il terzo anno a Bologna il Festival del Tortellino: il 4 ottobre dalle 12.00 alle 17.00,...
02/10/14 - Eventi e mostre
La Galleria del Costume di Palazzo Pitti (Firenze) dedica una mostra a Piero Tosi nell’anno...
Un giorno a Hong Kong
Chek Lap Kok è il nome dell'aeroporto di Hong Kong. Costruito interamente sul mare, come...
Sulle spiagge di Flic En Flac
“Una terra profumata e baciata dalle carezze del sole”, secondo Baudelaire. Queste sono...
Sudafrica agro-dolce
L’altra sera Chef Boris stava leggendo un libro sulla Nuova Zelanda e gli è venuto in...
Dirsi di sì, in India
Sono nel tempio di Sri Jambukeshwara a Trichy, città del Tamil Nadu, regione sud orientale...
Edimburgo, Zuppa Corsara
Ho sempre creduto che dire “in Gran Bretagna si mangia male” fosse un trito luogo...
Gastro-(dis)avventure estive
Nel precedente scritto avevo scagliato un J’accuse a certi ristoranti lamentando...
Roquebrune, medioevo e cioccolato
Il nome della Provenza rimanda immediatamente a distese di lavanda, tessuti con i colori del sole e...
Enrico il Navigatore: l'uomo di Sagres
Sagres, all’altro capo dell’itinerario descritto, non diede i natali al principe Enrico...
Mille sapori del Veronese
Dopo il successo della prima edizione torna "Tre Strade per mille sapori", iniziativa...
Veneto riscoperto
Uno dei segni di perdita o di riscoperta del proprio passato si mostra a tavola: con il vino, il...
Farro, antico sapore
  Chef Boris confessa una sua grande passione: la lettura. Nei pochi momenti tranquilli ama...
LIBRI E GUIDE
Turista per professione di Laura Celotto, EEE, pagine 176, Euro 13,00. Versione e-book, euro 4,99.
Alfabeto figurativo Trenta opere d'arte spiegate ai più piccoli di Tomaso Montanari, Skira editore, pagine 108 con 40 tavole a colori, Euro 15,00.
TUTTI I DOSSIER
0.9255359172821