Martedì 23 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Diabolik, il culto dell’antieroe
Una calzamaglia nera che lascia libere solo due fessure di ghiaccio. Una fiammante “Jaguar E” per scorrazzare nelle vie di Clerville e al suo fianco un amore “impossibile”, Eva Kant. Ecco Diabolik: fascinoso quarantenne, re dei fumetti
di Eleonora Boggio

Affascinante, criptico, tagliente, impossibile.
È Diabolik il primo antieroe che rivoluzionò il panorama dei fumetti. Nero come la calzamaglia che indossa. Fosco come le storie che vive. Misterioso come le sue origini delle quali poco si sa. Amato dagli uomini, ma letto da un congruo numero di donne.
Personaggio arrivato con un treno delle “Nord”
Le sorelle Giussani con il collaboratore Mario Gomboli
Tutto cominciò da un’intuizione. Quella che ebbero le sorelle Angela e Luciana Giussani, affacciandosi dal balcone della loro casa su Piazzale Cadorna, una mattina di una calda estate. Correva l’anno 1962 e Angela, che già da due anni conosceva il mondo dell’editoria grazie al marito Gino Sassoni, titolare della casa editrice Astoria, osservava il fluire dei pendolari delle Ferrovie Nord. L’annoiato esodo giornaliero dei lavoratori la indusse a tentare un esperimento: la creazione di un fumetto innovativo: per formato e contenuti.
Dopo una gestazione lunga e travagliata durata qualche mese, “Astorina”, la casa editrice fondata dalle sorelle Giussani aprì i battenti e con i primi freddi arrivò in edicola Diabolik, che rivoluzionò il panorama della fumettistica italiana a cominciare dal formato; proposto in versione tascabile, il fumetto era un espediente dedicato ai lavoratori che tutti i giorni convergevano su Milano attraverso monotoni viaggi in treno. Non solo: Diabolik incarnava lo scomodo ruolo del primo vero antieroe.
Vietato ai minori?
Il primo numero esce nel novembre 1962
Violento e talvolta cinico, al punto da indurre le sorelle Giussani a circoscrivere l’ambito di lettura. Fu così posta un’etichetta che indicava “fumetto per adulti”, peraltro subito rimossa per evitare l’identificazione di Diabolik con una testata porno. Una risposta tiepida da parte del pubblico e l’uscita in sordina, dovuta anche a un prezzo alto rispetto a quello degli altri concorrenti (150 lire contro una media di 100) non fecero presagire nulla di buono.
Eppure, nel giro di pochi anni si assistette a un proliferare di fumetti “neri”.
Era esploso il fenomeno degli eroi cattivi, in antitesi al perbenismo borghese dei protagonisti disneyani. Capostipite della corrente dei cloni neri, Kriminal, che debutta in edicola nel Luglio del 1964. Pochi mesi dopo sarà la volta di Satanik, seguito a ruota dai meno fortunati Sadik, Spettrus e Demoniak.
Alla base di questo calderone di supereroi in calzamaglia c’era una violenza ai limiti del sadismo che ben strideva con i connotati sfumati delle caste avventure di Topolino, Nembo Kid o della Pimpa.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Offerte di viaggio
In vacanza con mamma o papa' ...
Australia Fantastica con Chiariva
Alla scoperta del Botswana
NOTIZIE
23/09/14 - Corsi
Tutti a scuola in birreria. A ottobre al via in 6 città italiane i nuovi corsi per diventare...
23/09/14 - Cinema
Dal 29 settembre al 3 ottobre 2014, Apollo SpazioCinema Milano ospita il Festival del Cinema russo....
23/09/14 - Lavoro
L'agenzia di viaggio CartOrange ha segnato nell'ultimo esercizio (settembre 2013-agosto 2014) una...
23/09/14 - Festival
Street food, concerti, arte e teatro. Tutto questo è “La Piazzetta dei Sapori”...
23/09/14 - Lavoro
Crewlink, partner ufficiale di Ryanair nella formazione e selezione, terrà una serie di...
Baden-Württemberg, nel Land termale
  Il concetto di benessere diventa più sofisticato. Non è solo corpo agile e...
Task Brasil: per salvare i "meninos da rua"
Ultimamente la violenza di strada in molte città brasiliane sembra aumentata a dismisura. A Rio, in...
Il mondo fantastico dei Mackintosh
Avete mai sentito parlare della "House for an Art Lover"? No? Ebbene, la storia è bella, e vale la...
Auto d'epoca pronte a ripartire
Qualche settimana fa al Polo Fieristico di Milano si è svolta la seconda edizione del salone...
Convitato di pietra
Cosa implica, in tempi come questi, scegliere un posto dove sedersi a mangiare un boccone?...
La cucina di Dio
  Il pranzo del Sabato, il giorno sacro degli ebrei, è un momento intimo per tutta la...
Signora Arezzo
Arezzo è una signora elegante e simpatica. Come Franca, che gestisce la Corte del Re ed...
Da Milano a Melzo, con Leonardo "poliziotto"
Tutto inizia negli anni Ottanta del secolo scorso. I cittadini vogliono salvare dalla demolizione...
Per grandi e piccoli piaceri di gola
Nel cuore del "quadrilatero romano" di Torino, ha iniziato l'attività il caffè...
Frutti di mare, stufati, birra stout. I sapori d'Irlanda
Lo scorso fine settimana Chef Boris è stato trascinato in una strana avventura a Dublino....
Weekend gustoso ad Ardesio
  Quella del 4 e 5 agosto ad Ardesio in Valle Seriana, “Ardesio DiVino 2012”, non...
LIBRI E GUIDE
Scoprire Parigi in Metro Da un'idea di Fabienne Kriegel; testi di Anne-Claire Ruel, Auriélie Clair, Catherine Taret Gremese edizioni, pagine 386, Euro 19,50.
Omega me autori vari, Trenta Editore, pagine 224, Euro 19,50.
TUTTI I DOSSIER
0.89849305152893