Mercoledì 1 Aprile 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Pantanal, tra acqua e cielo
Nel cuore dellAmerica del Sud, una delle regioni pi selvagge e meno esplorate del globo. Trionfo della biodiversit, vero e proprio paradiso per una fauna varia e interessante e insieme luogo delezione per lecoturismo. Quello vero
di Francesca Cannella

Pantanal, vista aerea
Ma cosa ci vai a fare nel Pantanal? Non c nulla, l; solo zanzare e brutta gente. Accovacciata nella piroga che scivola sulle acque immobili del Rio Clarinho (un affluente del Rio Paraguay, il fiume principale del Pantanal) sorrido ripensando allo stupore di un vecchio barista di Rio De Janeiro di fronte alla mia intenzione di visitare questa remota regione situata negli stati brasiliani del Mato Grosso e del Mato Grosso do Sul, nel cuore del Sudamerica.
Le parole ammonitrici del carioca amante della frenesia della Ciudad Maravilhosa, riflettono appieno la credenza popolare che i duecentotrentamila chilometri quadrati di pianura alluvionale del Pantanal (che in portoghese significa pantano) sia terra de ninguen, ossia terra di nessuno.
In effetti la zona del tutto inospitale e priva di citt. Come potrebbe essere abitata, del resto, una regione grande come due terzi dellItalia che per sei mesi allanno, da ottobre a marzo, viene completamente sommersa dalle acque?
Nel regno degli animali
Plumbeous Ibis
Il selvaggio west del Brasile, che sessantacinque milioni di anni fa era un mare interno e che stato colonizzato solo nel 1700, molto pi generoso con gli animali che con luomo. Il lungo isolamento e la conformazione del territorio, con le inondazioni periodiche del fiume Paraguay che impediscono la coltivazione intensiva della terra, hanno infatti favorito le condizioni per la preservazione di un ecosistema unico al mondo, al punto che il Parco Nazionale del Pantanal, dichiarato nel 2000 Patrimonio Naturale dellUmanit, vanta oggi la maggiore concentrazione di fauna del Nuovo Mondo: ottanta specie di mammiferi (tra cui lanaconda, il giaguaro, il formichiere gigante e il puma), addirittura seicentocinquanta specie di uccelli e duecentosessanta variet di pesci (venti del solo, temibile, piranha) trovano qui le condizioni ideali per nutrirsi e riprodursi.
Il Pantanal ha molti animali in comune con la vicina Amazzonia, con la differenza che, essendo uno spazio aperto, sono facilmente avvistabili perch non hanno la foresta nella quale rifugiarsi.
Prima che arrivi lacqua
Ovunque colonie di caimani
Per vederli si pu partecipare a un safari in jeep, a piedi, in barca o a cavallo.
Il mio tour, accompagnata da Joel Souza, unesperta guida locale, inizia davanti allingresso della Transpantaneira, una strada di terra rossa che collega per centoquarantacinque chilometri i due piccoli centri di Pocon e Porto Jofre.
agosto, la stagione secca, quella in cui pi agevole spostarsi. A ricordarci delle prossime piogge, i numerosi ponticelli di legno (centotrenta in tutto) che tagliano la strada. Quello che subito colpisce la vegetazione, un mix di foresta, savana e prateria in cui si stagliano termitai alti come uomini.
La vita si concentra intorno a un piccolo stagno, dove uno jabir, la cicogna alta oltre un metro con la testa nera e il collo rosso e altre specie di uccelli (aironi, martin pescatori, ibis) convivono con una simpatica famiglia di capibara e una colonia di jacar (caimani). Ai caimani si fa presto labitudine. Ne vediamo cos tanti che difficile credere che questa specie di jacar, tipica del Pantanal, sia in estinzione a causa del bracconaggio.
Oltre che a piedi, nelle piccole barche senza motore, lungo le centinaia di torrenti e canali del Pantanal, che si entra in contatto con la natura di questa terra.
Al sorgere del sole, complice anche la nebbiolina rosa che si solleva dallacqua, sembra di assistere allalba della creazione: il risveglio della natura un evento prima di tutto sonoro, con uccelli di tutte le specie, che farebbero la gioia anche del birdwatcher pi esigente, e scimmie urlatrici che intonano una sinfonia chiassosa e primordiale.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Trenino 100 valli & Laghi
Dal 1 al 3 maggio 2015 - Quota da € 298,00
Pasqua a Matera e nel Salento
Dal 3 al 6 aprile 2015 - Quota da € 385,00
Offerte di viaggio
Pasqua Lago di Bled e Lubiana
Carinzia: l'inverno è donna!
Benessere ad alta quota
NOTIZIE
31/03/15 - Premi
Domenica 22 marzo il nostro giornale turistico mondointasca.org ha partecipato alla prima edizione...
31/03/15 - Città d'arte
Apre al pubblico a Roma l’Antiquarium di Lucrezia Romana, museo archeologico che presenta le...
31/03/15 - Internet
Presentato il nuovo portale turistico istituzionale della Regione Umbria che sarà più...
31/03/15 - Expo Milano 2015
"Abbastanza piccolo da essere grande", fa riferimento alla sua capacità di...
30/03/15 - News e servizi
I servizi di biglietteria generale dell’Aeroporto di Milano Bergamo hanno introdotto la...
Austria: pedalare nel verde e nelle città
L’escursionismo in bicicletta è ormai un’attività molto in voga....
Andare per tartufi. Con i cani
Non importa che sia bello, grande e possente. E neppure che discenda da nobili lombi. Quello che...
La magia del Kenya
Jambo! Direbbero i Kenyoti. Complimenti per aver scelto il nostro paese! Il viaggio in Kenya, in...
Gli appennini in un'app
L’Alta Via dei Parchi è un itinerario da percorrere a piedi lungo...
South Australia: pedalare "sottosopra"
Il South Australia è lo Stato più meridionale del subcontinente, grande oltre tre volte l'Italia è...
Ushuaia, più a sud proprio non si può
Se è vero che alle roboanti millanterìe dei "gaucho" discendenti dall'emigrazione italo-spagnola è...
Le "porte" si chiudono sulla neve
  Bardonecchia (TO) è stata la sede di tutte le gare di snowboard delle Olimpiadi...
HostelLombardia il marchio a garanzia di un'accoglienza di...
  I risultati del progetto HostelLombardia, lanciato lo scorso anno dalla Regione Lombardia...
Argenta: il suo territorio, le oasi, l'ecomuseo
Un territorio tra i più belli d'Italia, molto vasto, dominato nel passato dalla presenza...
Quarantadue chilometri al sole
Il clima mite invernale rende Cipro un’ottima destinazione per gli appassionati della corsa...
"Prime donne" in giardino
Gli antichi Greci le chiamavano "sandali del mondo" per la forma di alcune specie simili a quella...
LIBRI E GUIDE
Non volare via di Sara Rattaro, Garzanti, pagine 224, Euro 14,90.
Il tango e il mare di Monica Maria Fumagalli, Abrazos Editore, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
0.1628749370575