Lunedì 24 Novembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Ambiente
Lampadine spente per un'ora
Il 28 marzo monumenti, aziende e case che aderiscono all'iniziativa del WWF, "Earth Hour", spengono le luci per sessanta minuti. Intanto l'associazione ambientalista disegna la mappa delle specie animali che rischiano l'estinzione a causa dei cambiamenti climatici
a cura della Redazione

Colosseo a luci spente (Foto: G. Marcoaldi)

Si chiama Earth Hour, l'Ora della Terra, la campagna del WWF che invita a spegnere le luci delle città e dei loro monumenti più rappresentativi sabato 28 marzo dalle 20.30 alle 21.30. L'iniziativa, partita due anni fa da Sydney, intende catalizzare l'attenzione sulle emergenze ambientali del pianeta, sensibilizzzando il più alto numero di persone intorno a questo tema. L'obiettivo è quello di coinvolgere un migliaio di grandi e piccoli centri dal Pacifico alle coste atlantiche e la campagna ha potuto assumere una fisionomia globale grazie alla diffusione sul web e al coinvolgimento dei frequentatori dei principali social network.

Ottanta citt italiane al buio
Lo spegnimento delle luci dell'Harbour Bridge a Sydney (Foto:

Le prime a spegnersi alle 20,30 in punto saranno le Chatham Islands, un piccolo arcipelago al largo delle coste neozelandesi. Queste isole rappresentano il luogo più lontano dall’Italia, distano infatti circa 19.250 chilometri dal centro di Roma. Dalla Nuova Zelanda in poi le luci si spegneranno progressivamente a Sydney, Pechino, Tokyo, Bangkok, Nuova Delhi, Mumbai, passando, solo per citare alcune città, per Parigi, Atene, Madrid, Budapest, Copenaghen e finire a ovest con Rio de Janeiro, New York, Las Vegas, San Francisco. Per quanto riguarda l’Italia, saranno circa ottanta le città partecipanti all’evento, tra queste Roma, Venezia, Milano,Torino, Genova, Pisa, Napoli, Palermo. Il nostro Paese è il quinto al mondo dopo Australia, Francia, Canada, Belgio con il maggior numero di città partecipanti ed è ancora possibile farlo fino al 28 marzo, basta l’adesione del sindaco del comune coinvolto e lo spegnimento di un monumento simbolico per la città.

L'effetto clima e le specie a rischio
Gli orsi polari potrebbero scomparire entro la fine di questo secolo

Aspettando il 28 marzo, il WWF ha commissionato uno studio per monitorare l’impatto che i cambiamenti climatici avranno sulle specie animali e i risultati sono piuttosto preoccupanti: il 90% dei coralli della Grande Barriera Corallina potrebbe scomparire entro il 2050, lo stesso vale per il 75% dei pinguini di Adelia dell’Antartico e per gli orsi polari che potrebbero essere spazzati via del tutto entro la fine di questo secolo. “Se non agiamo subito –osserva l’associazione ambientalista - le temperature globali supereranno la soglia pericolosa dei 2°C in più rispetto alle temperature dell’epoca preindustriale, e molte specie, compreso l’uomo, saranno minacciate. La Mappa del WWF mostra chiaramente che l’”Effetto Clima” non risparmia nessuna regione al mondo costituendo anche per gli animali una minaccia globale che si aggiunge a quelle già esistenti come la deforestazione, il consumo del territorio, il prelievo non sostenibile delle risorse, il commercio e il bracconaggio”. (16/03/09)

 

Link utili:

www.wwf.it/oradellaterra/

www.youtube.com/WWFItalia

www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=54869508713&ref=ts

www.myspace.com/wwfitalia

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Tra arte e laguna
Valido fino al 31 dicembre 2014
Offerte di viaggio
Capodanno da favola a New York
Benessere ad alta quota
L'isola del cioccolato
NOTIZIE
24/11/14 - Mostre
Dal 26 novembre al  17 dicembre l’Istituto Cervantes di Napoli in collaborazione con...
21/11/14 - Curiosità
Cerchiamo di sfatare insieme cinque miti sull’Australia, terra lontana che attira ogni anno...
21/11/14 - Eventi e mostre
Dal 20 novembre 2014 a fine gennaio 2015 chi attraverserà la Galleria San Federico a Torino...
21/11/14 - Fiere
Da giovedì 4 dicembre a lunedì 8 dicembre 2014, il Palazzo dei Congressi di Roma...
21/11/14 - Salute
Domenica 23 novembre 2014 si svolgerà a San Vendemiano (TV) la prima edizione della...
A Cogne, vacanza come piacere
La zona è speciale perché grazie all'area protetta che attrae un flusso ininterrotto di visitatori,...
Cuccioli d'estate
Nel giro di due settimane c'è stato un gran fermento al "reparto maternità" del Parco...
Le Perle delle Alpi
Sotto il nome Alpine Pearls sono associate 24 località turistiche, rinomate località...
Meno auto più vacanza
Alpine Pearls sono 21 località alpine in Austria, Francia, Germania, Italia, Slovenia e...
Sulle rotte delle Repubbliche Marinare
L'avventura è iniziata a Venezia il 15 marzo scorso: sotto un cielo livido Orca O e Mid As, due 38...
Agriturismo alla cubana
Stanchi dei soliti viaggi? Sfiniti dalle visite ai musei? Rassegnati all'eccitazione dei villaggi...
Slovenia ripulita
Lo scorso 17 aprile la piccola nazione ex-jugoslava è stata coinvolta nella più...
Un secolo di sport sulla neve in Abruzzo
"Roccaraso, due solchi nella neve lunghi 100 anni" (pag. 132, 15 euro; Editore: Paolo de Siena)...
Vacanze in Fattoria
Aldilà della retorica e dei luoghi comuni, quello tra agriturista e agricoltore è un rapporto...
Giochi d'acqua e di neve nelle Alpi austriache
A Wrgl, circa cinquanta chilometri a est di Innsbruck, sull'autostrada A12 che porta in Germania,...
La Basilicata di Rocco Papaleo
  "La Basilicata esiste, è un po' come il concetto di Dio, ci credi o non ci credi"....
LIBRI E GUIDE
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
Non volare via di Sara Rattaro, Garzanti, pagine 224, Euro 14,90.
TUTTI I DOSSIER
1.0926759243011