Lunedì 1 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Ambiente
Lampadine spente per un'ora
Il 28 marzo monumenti, aziende e case che aderiscono all'iniziativa del WWF, "Earth Hour", spengono le luci per sessanta minuti. Intanto l'associazione ambientalista disegna la mappa delle specie animali che rischiano l'estinzione a causa dei cambiamenti climatici
a cura della Redazione

Colosseo a luci spente (Foto: G. Marcoaldi)

Si chiama Earth Hour, l'Ora della Terra, la campagna del WWF che invita a spegnere le luci delle città e dei loro monumenti più rappresentativi sabato 28 marzo dalle 20.30 alle 21.30. L'iniziativa, partita due anni fa da Sydney, intende catalizzare l'attenzione sulle emergenze ambientali del pianeta, sensibilizzzando il più alto numero di persone intorno a questo tema. L'obiettivo è quello di coinvolgere un migliaio di grandi e piccoli centri dal Pacifico alle coste atlantiche e la campagna ha potuto assumere una fisionomia globale grazie alla diffusione sul web e al coinvolgimento dei frequentatori dei principali social network.

Ottanta citt italiane al buio
Lo spegnimento delle luci dell'Harbour Bridge a Sydney (Foto:

Le prime a spegnersi alle 20,30 in punto saranno le Chatham Islands, un piccolo arcipelago al largo delle coste neozelandesi. Queste isole rappresentano il luogo più lontano dall’Italia, distano infatti circa 19.250 chilometri dal centro di Roma. Dalla Nuova Zelanda in poi le luci si spegneranno progressivamente a Sydney, Pechino, Tokyo, Bangkok, Nuova Delhi, Mumbai, passando, solo per citare alcune città, per Parigi, Atene, Madrid, Budapest, Copenaghen e finire a ovest con Rio de Janeiro, New York, Las Vegas, San Francisco. Per quanto riguarda l’Italia, saranno circa ottanta le città partecipanti all’evento, tra queste Roma, Venezia, Milano,Torino, Genova, Pisa, Napoli, Palermo. Il nostro Paese è il quinto al mondo dopo Australia, Francia, Canada, Belgio con il maggior numero di città partecipanti ed è ancora possibile farlo fino al 28 marzo, basta l’adesione del sindaco del comune coinvolto e lo spegnimento di un monumento simbolico per la città.

L'effetto clima e le specie a rischio
Gli orsi polari potrebbero scomparire entro la fine di questo secolo

Aspettando il 28 marzo, il WWF ha commissionato uno studio per monitorare l’impatto che i cambiamenti climatici avranno sulle specie animali e i risultati sono piuttosto preoccupanti: il 90% dei coralli della Grande Barriera Corallina potrebbe scomparire entro il 2050, lo stesso vale per il 75% dei pinguini di Adelia dell’Antartico e per gli orsi polari che potrebbero essere spazzati via del tutto entro la fine di questo secolo. “Se non agiamo subito –osserva l’associazione ambientalista - le temperature globali supereranno la soglia pericolosa dei 2°C in più rispetto alle temperature dell’epoca preindustriale, e molte specie, compreso l’uomo, saranno minacciate. La Mappa del WWF mostra chiaramente che l’”Effetto Clima” non risparmia nessuna regione al mondo costituendo anche per gli animali una minaccia globale che si aggiunge a quelle già esistenti come la deforestazione, il consumo del territorio, il prelievo non sostenibile delle risorse, il commercio e il bracconaggio”. (16/03/09)

 

Link utili:

www.wwf.it/oradellaterra/

www.youtube.com/WWFItalia

www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=54869508713&ref=ts

www.myspace.com/wwfitalia

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tour sull'Arno in barchetto
Valido fino al 30 settembre 2014
Relax tra terme e montagne
Valido fino al 30 novembre 2014
Offerte di viaggio
In fuoristrada alla scoperta dell'Australia
Alla scoperta dell'India tra yoga e spiritualità
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
NOTIZIE
01/09/14 - Spettacoli
Ritorna l’edizione autunnale della Broadway Week dall’1 al 14 settembre 2014....
01/09/14 - Gastronomia
Golosi di prelibatezze italiche, segnatevi questa data in agenda: a Spilamberto (Modena), nel...
01/09/14 - Eventi e mostre
Resta aperta sino al 21 settembre a Castellamonte (Torino) la 54° Mostra della Ceramica. La...
29/08/14 - Arte
Fino al 21 settembre si può visitare la mostra “Simboli vivi”. L'esposizione...
29/08/14 - Turismo
Si rinnova l'appuntamento con il TTT – Tourism Think Tank dal 30 settembre al 1 ottobre 2014...
La Gomera, trionfo della natura
Una rotonda pietra vulcanica scagliata da un gigante nell'Atlantico: ecco La Gomera, a un giro di...
I colori del lago Tremorgio
Un trekking in settembre attorno al lago Tremorgio, nel Ticino, regala le prime atmosfere d'autunno...
Corriamo su e giù per l'Italia
Domenica 17 aprile a Roma si inaugura Gazzetta R.U.N., il circuito di running organizzato da RCS...
"Carta di Feltre": diritti e doveri dei parchi italiani
Nel corso dell'ultima giornata di lavori della conferenza nazionale "Parchi per una sola terra" è...
A New York si passeggia per aria
Fino agli anni ’80, a New York, una linea ferroviaria, la “High Line” serviva la...
Sostenibilità ambientale, rotta su Bari
Di risorse naturali e sostenibilità si discute tanto, più raramente si parla di...
Stiria e Carinzia, armonia della natura
La Stiria Orientale è una terra di prati e colline con numerose località termali. Una...
Ciaspolando sulle Alpi Torinesi
  Per chi ama vivere la montagna in inverno con ai piedi le racchette da neve, Turismo Torino...
Tempo di neve. Vita in Valchiavenna
Mi trovo in una nota località sciistica di moda negli anni d’oro della Lombardia da...
A piedi e in bici da Trieste a Parenzo
  C’era una volta un treno… Potrebbe iniziare così la storia di quella...
Viaggio nel tempo lungo l'Appia Antica
  È noto, si può dire universalmente, il ritratto di Johann W. Goethe nella...
LIBRI E GUIDE
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
Cosa vuoi fare da grande di Ivan Baio e Angelo Orlando Meloni, Del Vecchio Editore, pagine 184, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
0.85241198539734