Mercoledì 17 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Quattro nuove perle nell’arco alpino
La rete Alpine Pearls arriva a 21 località turistiche per la mobilità dolce tra Italia, Germania, Francia, Austria e Svizzera. Promossi i servizi con auto elettriche, bus, biciclette
di Claudia Silivestro

Mobilità a cavallo ad Arosa
Il circuito delle Perle delle Alpi si allarga aggiungendo alle 17 località già presenti quattro nuove mete: Hinterstoder e Neukirchen am Groβvenediger in Austria, Morzine-Avoriaz e Villard de Lans in Francia. La rete che promuove la mobilità dolce e un turismo rispettoso dell’ambiente giunge a quota 21, su tuttto l’arco alpino da Est e Ovest e comprendendo cittadine italiane, francesi, svizzere, tedesche e austriache.
Le Alpine Pearls, nate da due progetti della comunità europea e riunite in associazione da poco più di un anno, hanno già intrapreso i primi interventi sulla mobilità dolce. L’obiettivo, in tutte le destinazioni “perle” era attivare un sistema di servizi e trasporti che scoraggiasse l’utilizzo dell’automobile da parte dei turisti a favore di mezzi ecologici: i piedi, prima di tutto, ma anche la bicicletta, i bus-navetta le auto elettriche. In base al programma, comune a tutte le località delle rete, ogni cittadina si è poi adoperata per diversificare l’offerta e adattarla al territorio locale. Tra gli altri, a Funes, in Alto Adige, è stato annunciato il potenziamento del trasporto pubblico mentre negli immediati dintorni, nella valle, l’ufficio provinciale per i parchi naturali ha realizzato percorsi e sentieri natura accessibili anche a disabili in sedia a rotelle.

In bicicletta per salvaguardare l'ambiente
Werfenweng, nel salisburghese, ha optato per gli automezzi elettrici e per il servizio ad personam di Elois, autista privato. In Alto Adige, a Tires ha previsto un ampliamento dei sentieri per le escursioni e a Pieve di Cadore, in Veneto, è disponibile una pista ciclabile che collega la cittadina a Cortina d’Ampezzo. È stato attivato anche il pullman “bike ‘n bus”, che trasporta ciclisti e biciclette, insieme, alla partenza dei migliori percorsi.
Werfenweng e Arosa, in Svizzera, hanno varato una formula che sarà presto diffusa nelle altre località: si chiama “vacanza a tutela del clima” e prevede che l’impegno per la riduzione di emissione di gas inquinanti non si fermi alla sola promozione di mezzi alternativi. Le due cittadine si impegnano infatti a sostenere progetti ecosostenibili, come la costruzione di un impianto biogas o operazioni di rimboschimento in località extranazionali. Il valore di questo contributo andrà a compensare l’emissione di anidride carbonica conseguita durante la vacanza del visitatore. Al turista stesso verrà segnalata l’iniziativa tramite il rilascio del “bonus ecologico certificato”.
Oltre a quelle già segnalate  le località che si fregiano del titolo di perle delle Alpi sono Interlaken in Svizzera; Bad Reichenhall e Berchtesgaden in Germania. In Francia si trovano Les Gets e Villard de Lans; in Italia Chamois, in valle d’Aosta, Nova Ponente, Collepietra, Nova Levante, Racines in Trentino; per il Veneto anche Feltre e Pieve di Cadore; in Friuli Venezia Giulia Forni di Sopra e Sauris.

Per informazioni: www.alpinepearls.com
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Gusto ad Alta Quota sulle Dolomiti
Dal 17 maggio all'1 novembre 2014
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
In vacanza con mamma o papa' ...
Riposo e benessere tra le Dolomiti
NOTIZIE
17/09/14 - Consumi
Skyscanner, portale che si occupa della ricerca di viaggi online, ha lanciato una nuova guida sui...
17/09/14 - Tecnologia
Martedì 16 settembre in occasione della Vogue Fashion Night Out di Milano ha debuttato...
16/09/14 - Enogastronomia
A pochi minuti dalla città d'arte di Verona, nella parte orientale della Pedemontana...
16/09/14 - Bambini
Torna “Cuochi per un giorno” (www.cuochiperungiorno.it), il Festival nazionale di...
16/09/14 - Eventi e mostre
Il 17 settembre apre nella Gallery del MAST a Bologna una grande mostra di fotografie industriali...
Il cammeo Gonzaga a palazzo Te
La mostra "Il Cammeo Gonzaga. Arti preziose alla corte di Mantova" è l'ultimo buon motivo per...
Dov'è finito il "ragiunàtt"? Sapevate che...
Sapevate che... Nessuno fa più il capocontabile (antan detto anche ragiunàtt) o il...
Como, viaggio nel festival Parolario
Dal 29 agosto al 13 settembre Como accoglie il festival Parolario per un'edizione dedicata al...
Alla Fitur di Madrid
Nata 31 anni fa nelle precarie strutture della Casa de Campo, a sud di Madrid, battuta dal gelido...
Italiani maestri di ferrovie
  Quello che fa ulteriormente arrabbiare chi si occupa di trasporto ferroviario per passione o...
L'arte di essere Bastian Contrari
L'anno scorso ogni serata del festival celebrava un vizio capitale, questa volta la scelta è caduta...
Nicole Minetti spera in un 'collegio' di donne. Sapevate...
Sapevate che... La popolazione della Terra ha raggiunto i 7 miliardi di esseri umani (e la...
"Covoiturage", viaggiare insieme costa meno
Quante volte avremmo voluto ridurre la spesa per le assicurazioni delle nostre auto per investire...
La pittura di Giuseppe Migneco a Taormina
Giuseppe Migneco viene ricordato a Taormina, nella chiesa del Carmine, in una mostra che è...
Miniguida dei 192 Paesi membri dell'ONU: Slovenia-Sri Lanka
Slovenia - Tra l’Italia e la Croazia, un decimo meno grande dell’Emilia-Romagna,...
La crisi non intacca la voglia di partire
La Spagna resta la destinazione preferita, seguita da Italia, Francia, Austria, Germania, Grecia e...
LIBRI E GUIDE
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
Io sono un mito di Francesca Bonazzoli, Michele Robecchi, Electa, pagine 144, illustrazioni 175, Euro 19,90.
TUTTI I DOSSIER
1.1841080188751