Lettera aperta a Letizia Moratti, “Sindich de Milan”
di Gian Paolo Bonomi

Letizia Moratti
Gentile Signor/a Sindaco (o Sindachessa?),
In Spagna c’è l’Alcalde e c’è l’Alcaldesa, il Ministro e la Ministra, costì si pensa di essere più moderni e avanzati dei nostri amici iberici ma alla fin fine, gattopardescamente, nulla cambia e continua a imperare il solito “machismo” strisciante e nascosto non meno innegabile, vedi la faccenda delle “paritarie quote rosa”, di cui a tanto strombazzare ma col risultato che di donne nei posti che contano ce n’è sì e no il 20% appetto ai rappresentanti della “quota piselli”….
Intanto un evviva alla Gens Morattiana, che nell’estate 2006 si è fatta valere, eccome, roba da far invidia alle antiche stirpi della Roma imperiale, eternamente alle prese col potere (che allora non si conquistava col petrolio bensì a colpi di pugnale e messalinici veleni - meglio adesso?-).
Vittorie “casalinghe”
Massimo Moratti
Due infatti i Trionfi Familiari (perché non un “Arco” che li festeggi e commemori, ad esempio all’ingresso di via Durini, vicino alla sede dell’Inter?).
Suo cognato Massimo si è accorto (era tempo e forse era anche un filino tardi, ma meglio tardi che mai) che quelli della Giuve (così li chiamava il divino Mago Helenio Herrera nei suoi magnifici anatemi scagliati sui vili bianconeri) “ciurlavano nel manico” e ha finalmente provveduto a far dare “il brodino delle undici” (così diceva mia nonna) a quel birbantello del Moggi (e peccato che in Italia sia stata abolita la pena di morte, sennò un pensierino a quel Galliani io ce l’avrei fatto).
Lei, non da meno, è divenuta il Primo/a Cittadino/a (?) di Milano.
Vive congratulazioni, ma - non me ne voglia - era molto più dura per Suo cognato distruggere il perfido Impero del Male della Fiat ex agnelliana e ora elkanniana, che per Lei sconfiggere un prefetto “della bassa”, si diceva antàn, desideroso soltanto di “tacà su el capèl” sotto la Madonnina, ma mica tanto messo bene tra i meneghini che contano. E la dura impresa del “Presi” Massimo è dimostrata dal fatto che a forza di sconti e indulti (in questo Paese rende di più tenere per il criminale che per la vittima, soprattutto si rischia meno) mancava poco che la Giuve (mediante i soliti Poteri Occulti e un paio di Ferrari) raggiungesse una sorta di Restaurazione con la proclamazione di Moggi “Santo Subito” e l’Inter retrocessa in B.
Lamento ferragostano
Milano, piazza Fontana
Ma torniamo a Milano; è proprio a proposito della nostra città che le scrivo, della Milano d’estate, segnatamente quella ferragostana, non senza affrettarmi a presentarmi, come galateo comanda e perché meglio sia inteso il senso di questa missiva.
Sono un anziano signore che a furia di partecipare, organizzare e descrivere viaggi e a cercare posti nuovi da raccontare, alla fine della fiera si ritiene pure un (para) esperto di turismo. E come (sedicente) esperto di turismo (che vuol dire tante cose, ivi compresa la meteorologìa, le giornate più o meno lunghe, il caldo più o meno intenso) non sono mica così “ciolla” da stare a Milano a “lavurà” nell’afa del caldo luglio per poi andar via quando fa più fresco (grazie ai primi temporali) leggasi in agosto.
Già, Milano a Ferragosto, un posto strano, stranissimo, che comunque va difeso dalla stupida e insulsa scusa che non c’è niente che funziona, per il semplice motivo che a Milano a Ferragosto non c’è niente tout court e se una cosa non c’è, come fa a funzionare o a non funzionare (lapalissiano)?  
Le condizioni della Sua/nostra città durante le Feriae Augusti sono invero penose, tragiche, indegne di un posto civile (come dettoLe ho “girato” molto eppertanto ho trascorso tante giornate agostane a Londra piuttosto che a Madrid, a Francoforte piuttosto che ad Atene, ma in tutti ‘sti posti non ho mai sperimentato la morta gora che contestualmente si vive sotto la Madunina).
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
Tra arte e laguna
Valido fino al 31 dicembre 2014
Osterfestival, arte e musica
Dal 10 al 21 aprile 2014
Offerte di viaggio
Self drive in moto lungo la Route 66
Tour guidato in moto lungo la Route 66
Settimana di turismo e benessere ad Alberobello
NOTIZIE
17/04/14 - Viaggi
Conoscete la serie fantasy Il Trono di Spade (Game of Thrones)? Le puntate della quarta stagione...
17/04/14 - Trasporti
A partire da giugno, TAP Portugal inaugura un collegamento con l’Amazzonia tramite una rotta...
17/04/14 - Turismo
Domenica 11 maggio in Toscana sarà “Terranostra Day”, una giornata per conoscere...
17/04/14 - Feste e folclore
Dal 24 maggio al 1° giugno, Tallinn, la capitale dell'Estonia, ospita la 32esima edizione...
16/04/14 - Eventi e mostre
Il 15 aprile dell’anno prossimo, pochi giorni prima dell’apertura di Expo 2015, una...
Oroscopo "Turismo 2011"
A) Alitalia. Nel 2011 aumenterà i passeggeri per tirare su soldi e darli a un...
Vivere nella musica e per la musica
Un “…Fato empio e crudele!”, come fa dire nell”Orfeo” l’amato...
Il Tigullio... in bianco
Santa Margherita (Genova) festeggia la sua prima notte bianca sabato 5 settembre, a partire dalle...
Copenaghen, omaggio a Henri Matisse
Estate d'arte in Danimarca. Copenaghen rende omaggio a Henri Matisse (1869-1954), il pittore...
Nuova guida per i Bed and Breakfast italiani
Anbba ha annunciato la nona edizione della Guida all'Ospitalità nei Bed and Breakfast ed...
Grande festa per l'oro verde
Le stagioni dell'olio, kermesse diffusa in più località italiane a partire da metà febbraio, e Olio...
Per digerire la colomba. Sapevate che...
Sapevate che... Non è che ‘la gente’ non viaggia: sono gli alberghi che sono...
Ultime dal web
Si chiama Bluemapia.com, è una nuova community online che intende riunire gli amanti della vela e...
Salvem el Cabanyal
Turisticamente parlando, Valencia può essere definita una città...
Ibiza, l'isola delle feste
Divertimento, musica a tutto volume, celebri dj e star dello spettacolo che aspettano l’alba...
Spigolando tra turismo e dintorni
Sapevate che... La Afriquiyah Airways è pronta a operare i voli Roma – Tripoli in primavera?Non...
LIBRI E GUIDE
Il Tao del viaggio Paul Theroux, Dalai editore, pagine 352, Euro 19,90.
Il muro invisibile di Harry Bernstein, Edizioni Piemme, pagine 332, €16,50.
TUTTI I DOSSIER
2.5561859607697