Giovedì 24 Aprile 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Viva la Siesta!
Un neurologo austriaco elenca i grandi benefici arrecati dalla sana abitudine spagnola (e tuttora sapientemente praticata nel sud Italia) del riposo postprandiale. Tra i più noti “Siestisti”, Camilo Josè Cela, Einstein, Edison
di Gian Paolo Bonomi

L’enorme importanza a quella paciosa abitudine ispanica chiamata “Siesta” è stata ahinoi sminuita dai folli ritmi frenetici della vita di oggidì e dall’angoscia di produrre e accumulare, ma, a giudicare da quel che dicono gli economisti e più prosaicamente dalla difficoltà di arrivare a fine mese, più corriamo e ci agitiamo e meno produciamo, sicché potremmo essere paragonati a un motore che gira in folle e talvolta finisce pure per fondere. 
Via dalla pazza folla ...
La Venere dormiente di Giorgione (1910)
Chi pratica attualmente la Siesta è considerato un vecchio “demodé”, un essere fuori dal tempo, un relitto spazzato via dai “Moderni Ritmi di Vita”, un disadattato a vivere mode frenetiche di “clackson” suonati nel sedere appena il semaforo diventa verde, ore di guida a passo d’uomo tra una targa dietro e un’altra davanti.
Una volta i “padrùn” e i loro dipendenti inframmezzavano il lavoro con una sosta, meglio se casalinga, in grazia di dio, si chiamasse “pisolino” o “pennichella”.
Adesso, invece, al “break”, ti capita di vedere grandi “manager” mangianti sugnosi “toast” in piedi, in bar “decibelizzati”, fianco fianco a urlanti “juke-box”.
Dormire per ben fare
C'è aria di pennichella?
E dire che i benefici della Siesta sono più che noti. Ma è meglio ribadirli e contestualmente chiarirne ulteriori dettagli. Benemerito è pertanto l’intervento di un neurologo austriaco, specialista del sonno, Manfred Walzl, che ha voluto dimostrare che la Siesta aumenta la produttività lavorativa.
La pratica di una dormitina postprandiale è frequentissima a sud dei Pirenei (a Madrid e dintorni il galateo continua a suggerire di non telefonare a casa della gente tra le 15 e le 17) ma ovviamente non è solo spagnola e potrebbe definirsi universale (e vige soprattutto in funzione delle situazioni ambientali e climatiche).
La Siesta è persino oggetto di studio nell’ambito della produttività del lavoro, con aziende all’avanguardia che concedono ai dipendenti un’ora di riposo (vero, non rumorose partite al “flipper”) mentre quelle più tradizionali sono tuttora restie.
Venti dipendenti di una banca di Graz saranno oggetto di uno studio da parte di Walzl, avente per oggetto la dimostrazione che la Siesta migliora l’apprendimento e la memoria, aumenta il rendimento cerebrale e quindi conferisce migliori risultati all’azienda. In termini campanilistici, il neurologo austriaco vuole inoltre minimizzare la “spagnolità” della Siesta giacché, a suo dire, ogni essere umano è predisposto a concedersi un riposino a metà giornata.
Walzl spera di poter ricavare entro tre mesi i primi risultati dell’indagine sui citati bancari della capitale della Stiria, ospitati dall’ottobre 2003 in tre camere adibite al riposo e definite “Nap Lounges” (sale da Siesta), una vera e propria nicchia dedicata la relax.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
25 Aprile in Salento
25-26-27 aprile 2014
Energia, relax e sapori
Dal 4 al 18 maggio 2014
Offerte di viaggio
Corciera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
In famiglia nella natura siciliana di Lido di Noto
NOTIZIE
24/04/14 - Trasporti
Questo il calendario degli scioperi proclamati nel settore dei trasporti fino a venerdì 30...
24/04/14 - Fiere
La Borsa mediterranea del turismo archeologico annuncia le date della 17esima edizione:...
24/04/14 - Turismo
La Museum Pass Istanbul Card permette ai turisti di entrare in alcuni dei più importanti...
24/04/14 - Sport
Il 15 aprile, si è aperta la fase finale della vendita dei biglietti per la prossima Coppa...
24/04/14 - Turismo
Arrivano le nuove Card Multiservizi del Parco Cinque Terre. Due le tipologie di tessere che a...
Artisti contemporanei a Milano
4 febbraio - Chi ama le proposte d’arte contemporanea e le mostre delle gallerie private che...
Verbania, la prima tappa di Letteraltura
Il festival di letteratura di montagna, viaggio e avventura del Lago Maggiore torna dal 24 giugno...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
29 dicembre - Sapevate che... I treni delle ex FFSS adesso Trenitalia viaggiano già da tempo...
Ventimiglia, lotta all'ultimo fiore
La Battaglia dei Fiori di Ventimiglia, il 14 e il 15 giugno festeggia la sua 46^ edizione. Uno...
Nella Bassa Ferrarese, tra "tajadèl" e corse al trotto
Nella precedente puntata ho spiegato (ricorrendo persino a una Elegia di Tibullo) perché,...
Gravina in Murgia diventa un "brand"
A Gravina in Puglia, in provincia di Bari, ha debuttato il neonato consorzio turistico...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
Sapevate che... Il drammatico terremoto in Abruzzo (a chi lo ignorava) ha (almeno) insegnato...
In attesa della Bit
Nuove partecipazioni, quest'anno, alla Borsa internazionale del turismo 2008 prevista da giovedì 21...
A Chinasia il premio Best Brochure Award
È stato reso noto pochi giorni fa il vincitore del concorso "Best Brochure Award". A guadagnarsi il...
Berlucchi, una storia che dura da 50 anni
  La Guido Berlucchi ha festeggiato cinquant’anni di successo con una monografia e con...
Isola Bella, riapre l'ala Berthier di palazzo Borromeo
L'ala Berthier di palazzo Borromeo all'isola Bella, sul lago Maggiore, è stata riaperta al pubblico...
LIBRI E GUIDE
Ritual di Mo Hayder, Longanesi Editore, pagine 416, Euro 18.60.
Bei sentieri, lente acque I giardini del Lombardo-Venteodi Annamaria Conforti Calcagni, collana La cultura, edizioni Il Saggiatore, pagine 360, € 25,00.
TUTTI I DOSSIER
3.09596991539