Giovedì 27 Novembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Viva la Siesta!
Un neurologo austriaco elenca i grandi benefici arrecati dalla sana abitudine spagnola (e tuttora sapientemente praticata nel sud Italia) del riposo postprandiale. Tra i più noti “Siestisti”, Camilo Josè Cela, Einstein, Edison
di Gian Paolo Bonomi

L’enorme importanza a quella paciosa abitudine ispanica chiamata “Siesta” è stata ahinoi sminuita dai folli ritmi frenetici della vita di oggidì e dall’angoscia di produrre e accumulare, ma, a giudicare da quel che dicono gli economisti e più prosaicamente dalla difficoltà di arrivare a fine mese, più corriamo e ci agitiamo e meno produciamo, sicché potremmo essere paragonati a un motore che gira in folle e talvolta finisce pure per fondere. 
Via dalla pazza folla ...
La Venere dormiente di Giorgione (1910)
Chi pratica attualmente la Siesta è considerato un vecchio “demodé”, un essere fuori dal tempo, un relitto spazzato via dai “Moderni Ritmi di Vita”, un disadattato a vivere mode frenetiche di “clackson” suonati nel sedere appena il semaforo diventa verde, ore di guida a passo d’uomo tra una targa dietro e un’altra davanti.
Una volta i “padrùn” e i loro dipendenti inframmezzavano il lavoro con una sosta, meglio se casalinga, in grazia di dio, si chiamasse “pisolino” o “pennichella”.
Adesso, invece, al “break”, ti capita di vedere grandi “manager” mangianti sugnosi “toast” in piedi, in bar “decibelizzati”, fianco fianco a urlanti “juke-box”.
Dormire per ben fare
C'è aria di pennichella?
E dire che i benefici della Siesta sono più che noti. Ma è meglio ribadirli e contestualmente chiarirne ulteriori dettagli. Benemerito è pertanto l’intervento di un neurologo austriaco, specialista del sonno, Manfred Walzl, che ha voluto dimostrare che la Siesta aumenta la produttività lavorativa.
La pratica di una dormitina postprandiale è frequentissima a sud dei Pirenei (a Madrid e dintorni il galateo continua a suggerire di non telefonare a casa della gente tra le 15 e le 17) ma ovviamente non è solo spagnola e potrebbe definirsi universale (e vige soprattutto in funzione delle situazioni ambientali e climatiche).
La Siesta è persino oggetto di studio nell’ambito della produttività del lavoro, con aziende all’avanguardia che concedono ai dipendenti un’ora di riposo (vero, non rumorose partite al “flipper”) mentre quelle più tradizionali sono tuttora restie.
Venti dipendenti di una banca di Graz saranno oggetto di uno studio da parte di Walzl, avente per oggetto la dimostrazione che la Siesta migliora l’apprendimento e la memoria, aumenta il rendimento cerebrale e quindi conferisce migliori risultati all’azienda. In termini campanilistici, il neurologo austriaco vuole inoltre minimizzare la “spagnolità” della Siesta giacché, a suo dire, ogni essere umano è predisposto a concedersi un riposino a metà giornata.
Walzl spera di poter ricavare entro tre mesi i primi risultati dell’indagine sui citati bancari della capitale della Stiria, ospitati dall’ottobre 2003 in tre camere adibite al riposo e definite “Nap Lounges” (sale da Siesta), una vera e propria nicchia dedicata la relax.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
Crociera alle Bahamas
Benessere ad alta quota
NOTIZIE
27/11/14 - Feste e folclore
Ogni anno il 4° giovedì di Novembre ogni Americano festeggia la celebrazione del Giorno...
26/11/14 - Gastronomia
Domenica 30 novembre, è in programma la 18esima edizione della “Sagra della...
26/11/14 - Mostre
Oltre sessanta opere della collezione Galvagno ripercorrono il secolo breve ad Agrigento dal...
26/11/14 - Cinema
Il cinema in lingua originale è una consuetudine all’Institut Français di...
26/11/14 - Italia centro
Si svolgerà presso l’Oratorio della Carità di Fabriano, domani 27 novembre, il...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
Sapevate che... Il Parco più bello d'Italia (come ha riportato Mondointasca) è nella...
Apologia del "Prosciutto"
Talvolta la cinematografia si abbina alla gastronomia: memorabile La Grande Bouffe (La grande...
Milano-Reggio Calabria "gara di resistenza". Sapevate che...
Sapevate che... Se qualche cortese lettore di Mondointasca Gossip stesse mai meditando un viaggetto...
Ultime dal mondo dei viaggi/Alberghi
Soggiorno all'insegna dello charme esotico. Si presenta al pubblico il Riad Sable Chaud,...
Ohibo' Ohibo'. L'alfabeto dell'Expo (P - Z)
P Penale, nel caso in cui gli organizzatori dell’Expò mollassero tutto e dicessero...
Air Dolomiti: da Orio al Serio vola su Francoforte
Alla presentazione dei nuovi voli, Michael Kraus, presidente e Ceo Air Dolomiti, ha subito dissuaso...
Per gli americani è sempre un Belpaese
Gli Stati Uniti si posizionano tra i paesi che generano flussi sempre più elevati di turismo...
Ultime dal mondo dei viaggi/Incoming
La Toscana introdurrà per il 2009 nuove partnership tra pubblico e privato, per dar vita a progetti...
Il Turismo Ellenico ci prova con i quiz
Sapevate che... La presentazione della neodemiurga del Turismo Greco (pardòn, Ellenico) ha...
Alla conquista dei mercati esteri
Il comparto dell'industria agroalimentare italiana trova nel Salone internazionale...
Colombia, frivoli appunti di viaggio
Italia, posto caro (nel senso di soldi) e governanti “prendenti-per-il-sedere”. Milano,...
LIBRI E GUIDE
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
Andare a piedi Filosofia del Camminare di Frédéric Gros, Garzanti, pagine 232, Euro 14,90.
TUTTI I DOSSIER
1.4036939144135