Giovedì 2 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Ginseng, la radice della vita
Le luci rosse e blu (Yang e Yin) delle lanterne di carta di riso, sono i colori dei contrari. Positivo e negativo, opposti e complementari. Ricordano che non c bene senza male e che forse il ginseng la linea che li separa
di Nico Tondini

Korea, piante di ginseng
Lo troverete sicuramente su Internet. Digitando la parola chiave ginseng si aprono migliaia di pagine che elencano le miracolose virt medicinali e il potere rinvigorente della radice della vita.
Chi pensi che la pianta del ginseng sia una prerogativa di Corea e Cina, commette un errore madornale. Certo, questi due paesi sono i maggiori produttori e consumatori della magica radice, ma solo gli addetti ai lavori sanno che esiste anche il ginseng giapponese, lhimalayano del Nepal, le variet americane del nord e del nord est; persino in Siberia si produce una qualit speciale di questa rara e costosissima pianta.
Ne esistono due variet: bianco e rosso. Il ginseng rosso si divide in Paradiso, il migliore, e nel meno pregiato Code. La radice dritta e perfetta chiamata Jiksam, le altre, con qualche imperfezione, sono il Bangoksam e Cocksam.
Radice per tutti i mali
Prodotti a base di ginseng
Pi di duemila anni fa i cinesi chiamavano questa radice, la cui forma ricorda il corpo umano, jen-shen, cio a somiglianza duomo.
In Asia il ginseng cos importante, ricercato, usato in mille modi nella medicina tradizionale, da meritarsi persino un proverbio : Il genere umano ha la sua pi alta espressione nel saggio, il mondo minerale nelloro, le pietre preziose hanno la regina nella giada e il mondo vegetale ha il suo re nel ginseng.
Questa consacrazione non un caso. Proprio i cinesi ne scoprirono le fantastiche propriet e le sfruttarono. Li-Shi-Chen, scienziato della dinastia Ming, nel suo libro Delle erbe medicamentose attribuisce al ginseng alte qualit curative: un rimedio per il corpo affaticato, per il riequilibrio della pressione sanguigna, per la tensione nervosa, per il calo di memoria, per la riattivazione delle funzioni psichiche e organiche ed anche un ottimo antidolorifico per i reumatismi.
Quando nel 1843 il botanico russo Meyer decise che era venuto il momento di classificare questa pianta ( una araliacea e conta sei differenti specie) tenne conto dei grandi poteri che aveva il ginseng e la chiam Panax Ginseng. Come dire pan (tutto) e axos (medicina); quindi la medicina che cura tutto, la panacea medicamentosa in forma di radice.
In Corea, il migliore
Piantagioni di ginseng a Kumsan
Il ginseng sudcoreano , a detta degli esperti, il migliore del mondo.
E in questo piccolo lembo di Oriente che si coltiva la migliore variet della radice della vita. E nella provincia coreana di Chollabuk-Do che pi di mille e cinquecento anni fa iniziato lo sfruttamento e la commercializzazione della radice a forma di uomo.
Nelle gole strette e ombrose intorno alla cittadina di Kumsan, ai piedi del picco di Kwanumbul, il giovane Kang (cos racconta la leggenda) trov, su indicazione del dio della montagna, la pianta medicinale dalle piccole bacche rosse. Fece bere un decotto di radici alla madre ammalata, che prodigiosamente guar.
Dopo questo miracolo il ginseng inizi ad essere coltivato su larga scala. Che linizio di questa saga botanica sia dovuto al leggendario contadino Kang o forse a qualche agronomo cinese che trov in Corea un microclima ideale per la coltivazione della radice, ha poca importanza. Quello che conta che il ginseng prodotto in Corea ha surclassato in quantit e qualit quelli nepalese, cinese e giapponese.
Il Ginseg selvatico rarissimo, unaraba fenice. Un suo eventuale ritrovamento (lultimo in Corea risale agli anni Sessanta) fa notizia in tutta la nazione e per il fortunato scopritore si aprono orizzonti di gloria e di ricchezza. Per le sue indubbie qualit, per la difficolt di reperirlo naturalmente e per la grande richiesta, gli abitanti di Kumsan lo coltivano da secoli e lo esportano in tutto il mondo.
Se la cittadina piemontese di Alba lemblema e la patria del tartufo bianco, famosa e rinomata in tutto il mondo, cos Kumsan lo per il ginseng.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Relax e costiera amalfitana
Dall'1 aprile al 31 ottobre 2014
Offerte di viaggio
In fuoristrada alla scoperta dell'Australia
Iran: la strada persiana dei re
Riposo e benessere tra le Dolomiti
NOTIZIE
02/10/14 - Fiere
Per generare nuovo business bisogna saper rompere gli schemi. Con queste parole è stata...
02/10/14 - Festival
In Toscana si celebra dal 9 al 19 ottobre la Settimana della Cultura. Il sito web di...
02/10/14 - Solidarieta'
Domenica 26 ottobre, Opera San Francesco per i Poveri Onlus (OSF) rinnova il suo invito...
01/10/14 - Enogastronomia
In Trentino, trascinati dal gusto dei suoi tipici prodotti enogastronomici. A partire dal 3 ottobre...
01/10/14 - Tecnologia
Hotels.com presenta oggi una novità per la sua app Android: la possibilità di...
Cipro, l'isola degli sportivi
Cipro è considerata la meta ideale per chi pratica sport outdoor. Quest’isola del...
Fiocco all'Acquario di Cattolica
Il 29 aprile scorso, nella vasca dei pinguini dell’Acquario di Cattolica (RN), è nato...
Abele e Caino: nomadismo e sedentarietà
"Tutto considerato, al mondo ci sono solo due tipi di uomini: quelli che stanno a casa e quelli che...
Escursioni in Val Grande
Un Parco nazionale vasto e non molto "conosciuto", quello della Val Grande, situato a ovest del...
Nel Vallese si scia ecologico
  Si può pensare allo sci e più in generale alle vacanze invernali in chiave...
Uccelli, in aumento le specie a rischio
Salgono a 192 le specie di uccelli a rischio di estinzione, due in più rispetto all'anno...
Parchi custodi della cultura
La chiamano Italia minore ma così non sembra. Nonostante la crisi economica, l'Italia...
Quarantadue chilometri al sole
Il clima mite invernale rende Cipro un’ottima destinazione per gli appassionati della corsa...
Alaska e il Grande Nord. In bicicletta
Dalla sommità di un altopiano lo sguardo si spinge a sud fino alle abbaglianti distese glaciali...
In Austria, tutto il Tirolo sotto gli sci
La novità dell’inverno tirolese è la Tirol Snow Card, uno Skipass unico per 77...
"Naturalmente" Marche
Il pungitopo a tavola, morbide fibre tessili dalle ortiche, mille usi di profumati semi d'anice:...
LIBRI E GUIDE
Sapori e saperi delle Dolomiti a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti, 152 pagine, foto a colori, Euro 13,00.
Il Massiccio del Grappa. Alta Via degli Eroi da Feltre a Bassano di Fabio Donetto, DBS - Danilo Zanetti Editore, pagine 96 con foto e cartina, Euro 6,00.
TUTTI I DOSSIER
0.97425103187561