Ginseng, la radice della vita
Le luci rosse e blu (Yang e Yin) delle lanterne di carta di riso, sono i colori dei contrari. Positivo e negativo, opposti e complementari. Ricordano che non c’è bene senza male e che forse il ginseng è la linea che li separa
di Nico Tondini

Korea, piante di ginseng
Lo troverete sicuramente su Internet. Digitando la parola chiave “ginseng” si aprono migliaia di pagine che elencano le miracolose virtù medicinali e il potere rinvigorente della “radice della vita”.
Chi pensi che la pianta del ginseng sia una prerogativa di Corea e Cina, commette un errore madornale. Certo, questi due paesi sono i maggiori produttori e consumatori della magica radice, ma solo gli addetti ai lavori sanno che esiste anche il ginseng giapponese, l’himalayano del Nepal, le varietà americane del nord e del nord est; persino in Siberia si produce una qualità speciale di questa rara e costosissima pianta.
Ne esistono due varietà: bianco e rosso. Il ginseng rosso si divide in “Paradiso”, il migliore, e nel meno pregiato “Code”. La radice dritta e perfetta è chiamata “Jiksam”, le altre, con qualche imperfezione, sono il “Bangoksam” e “Cocksam”.
Radice per tutti i mali
Prodotti a base di ginseng
Più di duemila anni fa i cinesi chiamavano questa radice, la cui forma ricorda il corpo umano, “jen-shen”, cioè “a somiglianza d’uomo”.
In Asia il ginseng è così importante, ricercato, usato in mille modi nella medicina tradizionale, da meritarsi persino un proverbio : “Il genere umano ha la sua più alta espressione nel saggio, il mondo minerale nell’oro, le pietre preziose hanno la regina nella giada e il mondo vegetale ha il suo re nel ginseng”.
Questa consacrazione non è un caso. Proprio i cinesi ne scoprirono le fantastiche proprietà e le sfruttarono. Li-Shi-Chen, scienziato della dinastia Ming, nel suo libro “Delle erbe medicamentose” attribuisce al ginseng alte qualità curative: “è un rimedio per il corpo affaticato, per il riequilibrio della pressione sanguigna, per la tensione nervosa, per il calo di memoria, per la riattivazione delle funzioni psichiche e organiche ed è anche un ottimo antidolorifico per i reumatismi”.
Quando nel 1843 il botanico russo Meyer decise che era venuto il momento di classificare questa pianta (è una “araliacea” e conta sei differenti specie) tenne conto dei grandi poteri che aveva il ginseng e la chiamò Panax Ginseng. Come dire “pan” (tutto) e “axos” (medicina); quindi è la medicina che cura tutto, la panacea medicamentosa in forma di radice.
In Corea, il migliore
Piantagioni di ginseng a Kumsan
Il ginseng sudcoreano è, a detta degli esperti, il migliore del mondo.
E’ in questo piccolo lembo di Oriente che si coltiva la migliore varietà della radice della vita. E’ nella provincia coreana di Chollabuk-Do che più di mille e cinquecento anni fa è iniziato lo sfruttamento e la commercializzazione della radice a forma di uomo.
Nelle gole strette e ombrose intorno alla cittadina di Kumsan, ai piedi del picco di Kwanumbul, il giovane Kang (così racconta la leggenda) trovò, su indicazione del dio della montagna, la pianta medicinale dalle piccole bacche rosse. Fece bere un decotto di radici alla madre ammalata, che prodigiosamente guarì.
Dopo questo “miracolo” il ginseng iniziò ad essere coltivato su larga scala. Che l’inizio di questa “saga botanica” sia dovuto al leggendario contadino Kang o forse a qualche agronomo cinese che trovò in Corea un microclima ideale per la coltivazione della radice, ha poca importanza. Quello che conta è che il ginseng prodotto in Corea ha surclassato in quantità e qualità quelli nepalese, cinese e giapponese.
Il Ginseg selvatico è rarissimo, un’araba fenice. Un suo eventuale ritrovamento (l’ultimo in Corea risale agli anni Sessanta) fa notizia in tutta la nazione e per il fortunato scopritore si aprono orizzonti di gloria e di ricchezza. Per le sue indubbie qualità, per la difficoltà di reperirlo naturalmente e per la grande richiesta, gli abitanti di Kumsan lo coltivano da secoli e lo esportano in tutto il mondo.
Se la cittadina piemontese di Alba è l’emblema e la patria del tartufo bianco, famosa e rinomata in tutto il mondo, così Kumsan lo è per il ginseng.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
Energia, relax e sapori
Dal 4 al 18 maggio 2014
Festival Fuochi d'Artificio
Dal 26 al 30 aprile 2014
Offerte di viaggio
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
Matrimonio da sogno alle Maldive
In Sicilia, a due passi dalle spiagge di Scopello
NOTIZIE
18/04/14 - Curiosità
"Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi". Il detto popolare sembra non riguardare gli operatori...
18/04/14 - Fiere
"Gioca nel villaggio The Hobbit!" area ispirata al mondo fantastico dello scrittore J.R.R. Tolkien,...
18/04/14 - Cinema
Cathay Pacific Airways e Go Australia sono sponsor di "Tracks, attraverso il deserto", il film di...
18/04/14 - Bambini
Durante i due finesettima dal 18 al 21 e dal 25 al 27 aprile, a Montecatini Terme (PT), il Castello...
18/04/14 - Città d'arte
Dopo vent'anni di chiusura, finalmente riapre al pubblico il Mausoleo di Sant'Elena, a Roma in...
"Grooming Day": se lo spazzoli l'asinello ti fa Ih Oh
  Una giornata all’aria aperta circondati da asini. Sì, avete capito bene, ma...
A Cervinia per il Mezzalama
All’alba del 30 aprile a Cervinia in Valle d’Aosta, si presenteranno al via oltre...
In Queensland per osservare il passaggio delle balene
Si chiamano "minke whales", balene nane, ma possono raggiungere la lunghezza di 16 metri e il peso...
Nella neve la salvezza è a "quattro zampe"
  Le valanghe sono imprevedibili. Un terribile boato ed ecco che tutto viene travolto: alberi,...
Ushuaia, più a sud proprio non si può
Se è vero che alle roboanti millanterìe dei "gaucho" discendenti dall'emigrazione italo-spagnola è...
Cipro, l'isola degli sportivi
Cipro è considerata la meta ideale per chi pratica sport outdoor. Quest’isola del...
La settimana in Nero di Milano
80.018 biglietti venduti. Tagliandi polverizzati e record assoluto di spettatori per il rugby...
Sulle tracce di Riccardo Cassin
Di Riccardo Cassin, l’alpinista scomparso nell’agosto scorso dopo cento anni quasi...
A Livigno si fa festa in sella a una mountain bike
Livigno mette in scena la seconda edizione del festival internazionale della mountain bike. Non si...
Enogastronomia, benessere, euritmia
Raggiungere l’armonia tra il corpo e la mente, l’equilibrio con noi stessi e con gli...
A cavallo sulla Via Francigena
Una cinquantina di cavalieri guidati dal Professor Cattanei dell’Università degli...
LIBRI E GUIDE
ANGEL di Anne Rice, Longanesi, pagine 252, Euro 15,00.
Ricette di famiglia di Roberto Barbolini, Garzanti, pagine 160, Euro 16.00.
TUTTI I DOSSIER
2.2195088863373