Spigolando tra turismo e dintorni
di Milin Bonomi

Madrid Terminal 4
Sapevate che…  Montezemolo, futuro ambasciatore del “Prodotto Italia” nel mondo, avrà un bel da farsi il mazzo, ma l’efficienza (e l’immagine, e l’organizzazione) del Belpaese resteranno a lungo da Terzo Mondo?
In esclusiva per Mondointasca Gossip ecco un paio di testimonianze “in tempo reale” (è appena tornato) da un gita in Messico del co-autore di questa umile rubrica.
Prima testimonianza. Aeroporto di Madrid, terminal T4. Il già enorme edificio riservato ai voli Iberia sarebbe risultato piccolo, insufficiente, per tutti i voli della compagnia spagnola. Eppertanto per i voli intercontinentali (si pensi all’enorme traffico con il centro e sud America, basti citare i due voli giornalieri con il Messico!) fu costruito un secondo, altrettanto enorme edificio parallelo: El Satelite.
Al quale si accede mediante navetta ferroviaria monorotaia, sotterranea, bellissima, comodissima e soprattutto rapidissima e praticissima.

Sapevate che…  Montezemolo, futuro ambasciatore del “Prodotto Italia” nel mondo, avrà un bel da farsi il mazzo, ma l’efficienza (e l’immagine, e l’organizzazione) del Belpaese resteranno a lungo da Terzo Mondo? (repetita juvant)
Seconda testimonianza. Aeroporto di Malpensa, ore 18,15 di sabato 2 maggio, arrivo del volo IB 3642 da Madrid. Scendi dall’aereo e lasciato da poco un affollatissimo aeroporto di Madrid al limite del caos (siamo nel pieno del ponte del 1° maggio) ti ritrovi nel desolante tran tran dell’aeroporto di Malpensa a mezzo servizio (con il 70% dei voli Alitalia scomparsi dal 31 marzo, l’atmosfera è da funerale).

Malpensa
Vai al servizio pullman per Milano e ti ritrovi in una sorta di suk trasportistico da aeroporto di Gibuti o Antananarive. Non c’è, infatti, una sola e unica compagnia di trasporti regolarmente e debitamente convenzionata (prezzi, immagine, pullman, divise personale con la Sea (proprietaria di Malpensa). No. Appena esci c’è uno “sfaccimme” di pullman che appena esci ti aspetta. Nel caso specifico c’è un Malpensa Shuttle e un non meno identificato pullman della ditta Buzzi o Bezzi e Bus Express che sia. Quanto al costo fino a poco fa era 6 euro, adesso è scritto 7 euro ma quando chiedi due biglietti, di euro te ne fanno pagare quindici (quindi 7.50 a cranio). Il biglietto viene fatto davanti al pullman da un improbabile (jeans ed enorme orecchino all’orecchio sinistro) autista incassante, che “dà una mano” al collega bigliettaio sistemato in posizione più strategica (blocca chi esce dall’aeroporto). Mancano gli orari. Chiedi quando parte il pullman e ti dicono “tra 5 minuti”, ma dopo dieci (minuti) sei ancora lì che aspetti. Finalmente parti ma vai al Terminal 2 dove non ti dicono quanto stanno fermi e intanto vanno a caccia di passanti con la valigia per fotterli alla concorrenza (quella che forse fa pagare cinquanta centesimi in meno). Fatto il pieno, si parte ….
Caro Montezemolo, meglio lasciar perdere (e vedere se non è il caso di spostare l’Expò 2015 a Gibuti).

Sapevate che…  C’è un albergo con “discoteca incorporata” (o meglio, una “disco”con albergo incorporato)?
Idea geniale per chi della discoteca non può proprio farne a meno (e per tutto il giorno, mica solo dal tramonto all’alba) anzi, vuole proprio viverci dentro.
A Murcia (Spagna) nell’hotel “Pachà” è prevista una discoteca “no stop”. I patiti della “disco”, pertanto, “scendono” in questo albergo (pardon discoteca) e per andare (e tornare) nella Mecca del (loro) “piacere” non devono nemmeno prendere l’auto o chiamare un taxi né attraversare la strada. Basta prendere l’ascensore.

Sapevate che…  A Milano sarà aperto un albergo nel quale nessun “Vero Nerazzurro” mai entrerà?
Eh sì, a febbraio 2009 nel cuore di Brera è prevista l’apertura di un “super deluxe, super lifestyle, brand super, alto design hotel, della catena Starwood”.
Il nome (nel settembre 2006 è già stato aperto un W Maldive): W Milan. L’hotel avrà sicuramente grande successo, soprattutto se l’ufficio marketing della Starwood vorrà cortesemente chiarire cosa vuol dire quella W davanti a Milan. Nel caso contrario c’è rischio che la metà nerazzurra (la “parte sana” di Milano, mite commento a titolo strettamente personale dell’estensore di queste umili righe) eviti di passare sotto una scritta un filino innervosente (a meno che la Starwood preveda un altro ingresso con la W rovesciata).

Sapevate che…  Il Turismo Lesbian-Gay (di cui a un convegno-workshop tenutosi a Firenze) è oggetto di un approfondito marketing?
Un marketing che (almeno per quanto riguarda il mercato spagnolo) produce intriganti e curiosi dati. Ci sono ad esempio Località Gay (nel senso di posti preferiti dove incontrarsi in Spagna: ad esempio, Sitges, Granada, San Sebastiàn). E ci sono Alberghi Gay. Ma perché? Non potrebbero andare bene anche alberghi normali?
Eh no: nei “loro” alberghi i Gay possono dare libero sfogo ad atteggiamenti altrove criticati da chi è abituato a vedere solo “effusioni etero”. E i Gay spendono di più: sia perché (almeno per ora, poi potranno adottare) non viaggiano con figli, sia perché sono particolarmente presenti in settori (la moda, l’arte, lo spettacolo, la letteratura) in cui si fa la bella vita e il denaro gira più facilmente. Il Turismo Gay movimenta un 10% di gente, ma incide economicamente per un 20%.

Sapevate che…  In Toscana sono riapparse le cicogne e nel Veneto le linci?
E tra pochi mesi riapparirà anche Cimoli, fedele boiardo del Parastato, alla presidenza di qualche carrozzone, dopo aver trascorso un po’ di tempo per sistemare i milioni di euro cuccati per la breve (ma disastrosa) conduzione dell’Alitalia.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Georgica di Emilia
Sabato 3 e Domenica 4 maggio 2014
Day Spa: terme in un giorno
Dal 6 gennaio al 15 maggio 2014
Offerte di viaggio
Mediterraneo Orientale in crociera
Iran e Armenia: le storie millenarie
Terre artiche in motoslitta
NOTIZIE
16/04/14 - Eventi e mostre
Il 15 aprile dell’anno prossimo, pochi giorni prima dell’apertura di Expo 2015, una...
16/04/14 - Viaggi
Innsbruck ha questo di bello. Ha il fascino storico e le comodità delle grandi capitali...
16/04/14 - Città d'arte
Nella piazza delle armi del Castello Sforzesco, a Milano, dominano la scena da qualche giorno le...
16/04/14 - Turismo
Come organizzare un viaggio in Finlandia? C’è solo l’imbarazzo della scelta....
16/04/14 - Turismo
Il cinema e le fiction tv rappresentano un ottimo veicolo di promozione territoriale. Lo ha capito...
Lunedì dell'Angelo nell'Oltrepo pavese
State pensando alla gita di Pasquetta? Ecco una meta interessante: l'Oltrepo pavese. Qui...
In Lombardia la Neve non è Uguale per Tutti
Sapevate che... Turisticamente parlando l’Italia è messa (molto) male? Secondo il...
L'ultimo atto di Tiziano Vecellio
E' una mostra grande e impegnativa quella aperta a Belluno e Pieve di Cadore dal 15 settembre sino...
Egitto: i tour operators si arrendono alla tragedia
Sapevate che… Turisticamente parlando dell’Egitto i tour operators hanno dovuto...
"Se Messenia piange Sparta non ride", a proposito di turismo
Sapevate che... Considerato che dall’estero arriva ancora un po’ di gente,...
Frivola Miniguida (Turismo, Geografia, Storia e Gossip) dei...
Estonia - Il primo in ordine alfabetico dei cosiddetti Stati Baltici. Per localizzarlo "si scende...
Ali svizzere
In seguito all’accordo stipulato nel novembre 2010 fra le due compagnie aeree regionali...
Nuove sinestesie al premio Suzzara
E' il premio Suzzara a completare il calendario degli eventi d'arte contemporanea di fine estate....
Oltre a Mozart c'è di più
È on line su Facebook il sito dell’Ente del Turismo del Salisburghese. Il Land...
Vienna ricorda l'imperatrice Sisi
L'imperatrice Elisabetta d'Austria, oggi conosciuta con il nome di "Sissi", torna protagonista a...
Rogaska, il benessere in un bicchier d'acqua
  Tutti sappiamo come l'acqua sia fonte di vita e di salute. Meno note ai più,...
LIBRI E GUIDE
L'Esecutore di Lars Kepler, Longanesi, pagine 576, Euro 18.60.
Minchia di Re di Giacomo Pilati, Mursia Editore, pagine 196, Euro 13,00
TUTTI I DOSSIER
2.7439160346985