Venerdì 29 Agosto 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
La Fuggerei di Augusta
Un quartiere a "equo canone" del 1500. E la vera attrazione turistica di questa bella e nobile citt della Baviera. Unistituzione benefica creata da Jakob Fugger, famoso mercante del tempo
di Federico Formignani

Saugassentor, il portone d'ingresso
Chi vi abita, sa che deve rientrare prima delle dieci di sera, altrimenti i portoni si chiudono inesorabilmente e ha inizio la notte tranquilla e sicura della Fuggerei. I cancelli verranno riaperti alle cinque del mattino successivo.
Se qualche residente costretto a rincasare dopo le fatidiche dieci di sera, poco male. Basta metter mano al borsellino e pagare al guardiano notturno pochissimi centesimi di Euro di pedaggio per il disturbo.
Gli verr sicuramente raccomandato di non far rumore per non interrompere il sonno o le quiete meditazioni degli straordinari abitanti di questa cittadella: i poveri (quasi tutti anziani) di Augusta.
Una piccola citt autonoma
Mittlere Gasse
La Fuggerei una piccola citt compresa nella pi grande citt di Augsburg, fondata, questa, nell'anno 15 a.C. da Druso e Tiberio, figliastri dell'imperatore Augusto. Si chiamava Augusta Vindelicorum, perch i Vindlici abitavano la zona compresa fra le terre dei Reti a sud e quelle dei Celti pi a nord, entrambe sottomesse dagli uomini di Roma.
Per quattrocento anni Augusta stata capoluogo provinciale dell'Impero Romano e per altri cinquecento una libera Citt Imperiale. Posta a quasi cinquecento metri d'altitudine, circondata dai fiumi Lech e Wertach, Augusta registra un notevole sviluppo nel XV secolo, periodo nel quale acquisisce prestigio e potenza nell'intera Germania, grazie soprattutto ad alcune ricche famiglie di commercianti, i Fugger e i Welser pi di altre, cos potenti da arrivare persino ad aiutare le finanze di re e imperatori, debilitate dalle ricorrenti e onerose spese militari.
Si sa: i commerci, se ben condotti, generano ricchezza e la ricchezza, se amministrata da persone di buoni sentimenti e di provata fede, pu favorire la realizzazione di iniziative particolari. E' il caso della Fuggerei che vede la propria nascita, come istituzione sociale, nell'anno 1516.
Fugger il ricco
Jakob Fugger
Ideatore e fondatore di questa oramai antica comunit, successiva in occidente al fenomeno dei Beghinaggi del Belgio, Jakob Fugger il Ricco (aggettivo che spiega tutto o quasi) nato nel 1459 e morto nel 1525. Con i fratelli Ulrich e Georg, Jakob Fugger, uomo probo e religiosissimo, finanzia diverse iniziative commerciali e lavora cos bene e cos onestamente da meritarsi la piena fiducia e la conseguente nomina a "banchiere" degli imperatori Carlo V e Massimiliano I.
Crea nel contempo un "fondo di carit" speciale (conto di Sant'Ulrico) e ordina la costruzione, terminata entro l'anno 1521, della Fuggerei, il particolare nucleo abitativo di Augusta, la sua citt.
Col documento di donazione Jakob Fugger precisa le condizioni giuridiche che regolano il reclutamento degli ospiti e detta alcuni punti fondamentali di comportamento e di usufrutto degli appartamenti. Punti in vigore anche ai nostri giorni.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Gusto ad Alta Quota sulle Dolomiti
Dal 17 maggio all'1 novembre 2014
Todi APPy Days
Dal 25 al 28 settembre 2014
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
Self drive in moto lungo la Route 66
Gran Tour del Peru'
NOTIZIE
29/08/14 - Mestieri vecchi e nuovi
Quello del casaro è uno dei mestieri più antichi, che per essere svolto oggi...
29/08/14 - Trasporti
Interessante l’indagine di flightright.it, un portale online dedicato ai passeggeri del...
29/08/14 - Enogastronomia
Friuli DOC, la fiera enogastronomica regionale del Friuli Venezia Giulia, torna a Udine...
29/08/14 - Viaggi
Barbados Tourism Authority, ente del turismo di Barbados, annuncia il ritorno di Barbados Island...
29/08/14 - Cultura
L'Ente nazionale ellenico per il turismo ha comunicato l'avvenuta scoperta di una tomba monumentale...
Carinzia, "Terra dell'acqua"
Dopo tanti anni in giro per l'Europa, l'Austria è un luogo che conosco bene e dove vado...
Nella terra di Cecil Rhodes, ora Zimbabwe
  Molto immodestamente (ma insisto sempre nel commentare che anche la falsa modestia,...
Nubia dell'acqua e dei templi
Qui, dove l'Egitto comincia ad avere un sapore africano, un tempo arrivavano carovane cariche di...
Le meraviglie dello Zingaro
Un panorama aspro e quasi montano che si getta in un mare caraibico punteggiato da spiagge bianche,...
Tallinn, bella e giovane
La giovane repubblica baltica ha nella sua Capitale, Tallinn, il vero cuore pulsante. La...
Un anno nella terra dei canguri
Vivere in Australia vuole anche dire mettere da parte lo stile di vita europeo e fondersi...
Bad Bleiberg, dal piombo alla "leggerezza" delle Terme
Superato il confine italiano di Tarvisio, dopo pochi chilometri si arriva nel distretto turistico...
Utrecht. Tanto in poco spazio
Gli italiani che ogni anno visitano l’Olanda sono numerosi. Per qualche strano motivo,...
Venezia insolita, con i bambini
Che Venezia sia una città d'arte squisitamente unica è arcinoto, che l'arte a Venezia...
Costanza in attesa di celebrare il Concilio
  A seicento anni dal Concilio di Costanza, la bella cittadina adagiata sul lago omonimo, si...
Bali, l'isola degli Dei
È paradossale che il terrorismo sia arrivato a colpire uno dei popoli più miti del mondo. Dove,...
LIBRI E GUIDE
Maria Callas di Roberta Maresci, Gramese Editore, pagine 160, Euro 12,90.
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
TUTTI I DOSSIER
0.90188884735107