Sabato 25 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
La Fuggerei di Augusta
Un quartiere a "equo canone" del 1500. E la vera attrazione turistica di questa bella e nobile citt della Baviera. Unistituzione benefica creata da Jakob Fugger, famoso mercante del tempo
di Federico Formignani

Saugassentor, il portone d'ingresso
Chi vi abita, sa che deve rientrare prima delle dieci di sera, altrimenti i portoni si chiudono inesorabilmente e ha inizio la notte tranquilla e sicura della Fuggerei. I cancelli verranno riaperti alle cinque del mattino successivo.
Se qualche residente costretto a rincasare dopo le fatidiche dieci di sera, poco male. Basta metter mano al borsellino e pagare al guardiano notturno pochissimi centesimi di Euro di pedaggio per il disturbo.
Gli verr sicuramente raccomandato di non far rumore per non interrompere il sonno o le quiete meditazioni degli straordinari abitanti di questa cittadella: i poveri (quasi tutti anziani) di Augusta.
Una piccola citt autonoma
Mittlere Gasse
La Fuggerei una piccola citt compresa nella pi grande citt di Augsburg, fondata, questa, nell'anno 15 a.C. da Druso e Tiberio, figliastri dell'imperatore Augusto. Si chiamava Augusta Vindelicorum, perch i Vindlici abitavano la zona compresa fra le terre dei Reti a sud e quelle dei Celti pi a nord, entrambe sottomesse dagli uomini di Roma.
Per quattrocento anni Augusta stata capoluogo provinciale dell'Impero Romano e per altri cinquecento una libera Citt Imperiale. Posta a quasi cinquecento metri d'altitudine, circondata dai fiumi Lech e Wertach, Augusta registra un notevole sviluppo nel XV secolo, periodo nel quale acquisisce prestigio e potenza nell'intera Germania, grazie soprattutto ad alcune ricche famiglie di commercianti, i Fugger e i Welser pi di altre, cos potenti da arrivare persino ad aiutare le finanze di re e imperatori, debilitate dalle ricorrenti e onerose spese militari.
Si sa: i commerci, se ben condotti, generano ricchezza e la ricchezza, se amministrata da persone di buoni sentimenti e di provata fede, pu favorire la realizzazione di iniziative particolari. E' il caso della Fuggerei che vede la propria nascita, come istituzione sociale, nell'anno 1516.
Fugger il ricco
Jakob Fugger
Ideatore e fondatore di questa oramai antica comunit, successiva in occidente al fenomeno dei Beghinaggi del Belgio, Jakob Fugger il Ricco (aggettivo che spiega tutto o quasi) nato nel 1459 e morto nel 1525. Con i fratelli Ulrich e Georg, Jakob Fugger, uomo probo e religiosissimo, finanzia diverse iniziative commerciali e lavora cos bene e cos onestamente da meritarsi la piena fiducia e la conseguente nomina a "banchiere" degli imperatori Carlo V e Massimiliano I.
Crea nel contempo un "fondo di carit" speciale (conto di Sant'Ulrico) e ordina la costruzione, terminata entro l'anno 1521, della Fuggerei, il particolare nucleo abitativo di Augusta, la sua citt.
Col documento di donazione Jakob Fugger precisa le condizioni giuridiche che regolano il reclutamento degli ospiti e detta alcuni punti fondamentali di comportamento e di usufrutto degli appartamenti. Punti in vigore anche ai nostri giorni.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Si festeggia Torgnon d'Outon
Dal 31 ottobre al 9 novembre2014
Golf e relax sul lago di Como
1 marzo - 30 ottobre 2014
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
Grantour della Turchia
Alla scoperta del Botswana
NOTIZIE
24/10/14 - Enogastronomia
F.I.CO Eataly World sarà il primo grande parco tematico dell’agroalimentare e...
24/10/14 - Tecnologia
Venerdì 24 ottobre, a Milano, Cisalpina Tours, azienda specializzata nella gestione dei...
24/10/14 - Trasporti
Biman Bangladesh Airlines, compagnia di bandiera del Paese Asiatico, dal prossimo 3 novembre...
24/10/14 - Enogastronomia
Vino e cultura si incontrano nuovamente a Poderi dal Nespoli, a Civitella di Romagna. Il...
24/10/14 - Itinerari
Sabato 8 novembre sarà organizzato per la prima volta un treno storico in Sicilia...
Singapore: il fascino del contrasto
  I trasporti sono molto efficienti e, tra tutti, la metropolitana costituisce il mezzo...
Bali, l'isola degli Dei
È paradossale che il terrorismo sia arrivato a colpire uno dei popoli più miti del mondo. Dove,...
Storia di una donna coraggiosa
Kota Kinabalu, Borneo. Nel negozio del Sabah Museum trovo due libri di un'autrice americana, Agnes...
Il Messico? "Maravilloso y Alegre"!
Valli a capire i viaggi. Ci sono dei posti che brami vedere, ma ci vai e ritorni deluso. Altri,...
Oviedo, un modello da imitare
Quello che mi ha colpito e mi ha fatto riflettere, è che a Oviedo funziona tutto. Non ci...
Taormina da sfogliare "on the road"
Ventuno tappe, corredate da segnaletica informativa. Sono luoghi-simbolo di Taormina, in cui le...
Nei dintorni di Oristano, profumo di mare e Malvasia
La Planargia è la subregione più settentrionale della Provincia di Oristano, larga...
Bora Bora, fascino eterno dei Mari del Sud
Il St. Regis Bora Bora Resort, inaugurato nella Polinesia francese nel giugno del 2006, introduce...
Quattro uomini in Barca...
Non cercate Uuc sulla carta della Polonia. Qualsiasi italiano pronuncerebbe Loz quello che nella...
L'Irlanda blu
  Si è scritto tanto dei suoi paesaggi, dei suoi prati, dei suoi laghi. Si è...
L'India himalayana dell'Oriente
  Se l’India occidentale ha le sue più alte vette himalayane nei territori dello...
LIBRI E GUIDE
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
Cicloturismo, il bello del viaggiare in bicicletta guida scaricabile gratis su www.lifeintravel.it
TUTTI I DOSSIER
0.97609996795654