Lunedì 24 Novembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Pianosa, da carcere a luogo naturale protetto
La piccola isola del Tirreno, per lunghi anni penitenziario e memoria di un passato da dimenticare, riscoperta quale luogo di incredibili bellezze e di coinvolgenti silenzi
di Nico Tondini

L'orizzonte dalla costa est di Pianosa
Mi sono fermato spesso sui tornanti elbani che portano a Punta Nera. E la parte meno transitata dai motoscafi di questisola vacanziera. Se voglio godermi il mare vengo qui, su questa strada che collega i paesini di Patresi e di Chiessi, magari dopo una bella libecciata, quando il cielo ha quel colore blu forte e dal mare salgono gli odori pungenti di salsedine e di macchia mediterranea. Non cerco la poesia del panorama o lemozione dei grandi spazi, ma solamente un po di solitudine e la luce speciale della sera.
Come prigioniero di unammaliante Circe elbana ho guardato tante volte laggi, a sud-ovest, la sagoma bassa e lineare dellisola di Pianosa. Per anni mi sono chiesto come fosse questa Caienna toscana, questa nostrana "isola del diavolo" inaccessibile e proibita alla gente "per bene". Una perla del Mediterraneo trasformata in carcere; unisola prigioniera di s stessa e dei suoi confini. Uno scoglio dove erano rinchiusi ergastolani, ladri, assassini, mafiosi, a espiare il giudizio degli uomini e in attesa di quello estremo di Dio.
Verso lisola proibita
Cala Giovanna
Un motoscafo della Polizia Penitenziaria da Marina di Campo, nellIsola dElba, mi sta portando finalmente a Pianosa.
Ho un permesso speciale per visitare lisola. Il carcere stato chiuso il 30 giugno del 1998 e lisola inserita nel Parco Nazionale dellArcipelago Toscano; dal 1999, Pianosa aperta al turismo con visite guidate e ristrette a un numero contingentato di escursionisti.
Dopo undici miglia, tanta la distanza di mare che divide Pianosa dallElba, la barca attracca al molo del porticciolo. Un anfiteatro di rocce e palazzi merlati chiude la piccola baia sulla quale troneggia un cartello indicatore piantato l forse per i detenuti pi scettici: "Pianosa Isola", recita il segnale; un "messaggio" verbale a met strada tra la costruzione siciliana e quella, pi chic, anglosassone.
Questo era il tragico punto di arrivo di molte vite violente e spese male.
Un luogo di "silenzi"
Il porticciolo
Fa uno strano effetto sbarcare, con la fedina penale pulita, tra queste case dallarchitettura retr. Torri, palazzi con bifore e merlature, cupole, archi. Tutto deserto, non una voce o una persona nel silenzio di questa insenatura dal mare pulito.
Sono stupito e attonito, abituato ai rumori estivi delle isole, ai motoscafi che ormeggiano e salpano, alle ragazze in bikini, alle luci dei negozi, allo svolazzare dei parei dipinti a mano da quindici Euro luno.
Questa unisola cristallizzata, nella quale la vita si fermata nel Novantotto con la chiusura del carcere. Se ne sono andati tutti: le guardie con le loro famiglie, i detenuti, i bottegai e gli impiegati; da quel giorno tutto rimasto bloccato in un "fermo immagine" tragico ed onirico che ha il sapore del vuoto. Sotto il cartello "Pianosa Isola" c rimasto soltanto il rumore delle onde che si spengono sulla calata del paesino e, ora, il suono dei miei passi che cercano le tracce di una storia iniziata alcuni secoli fa.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
I Mercatini di Natale di Levico Terme
Valido dal 22 novembre 2014 al 06 gennaio 2015
Offerte di viaggio
Benessere ad alta quota
In India per festeggiare il nuovo anno
Capodanno da favola a New York
NOTIZIE
24/11/14 - Mostre
Dal 26 novembre al  17 dicembre l’Istituto Cervantes di Napoli in collaborazione con...
21/11/14 - Curiosità
Cerchiamo di sfatare insieme cinque miti sull’Australia, terra lontana che attira ogni anno...
21/11/14 - Eventi e mostre
Dal 20 novembre 2014 a fine gennaio 2015 chi attraverserà la Galleria San Federico a Torino...
21/11/14 - Fiere
Da giovedì 4 dicembre a lunedì 8 dicembre 2014, il Palazzo dei Congressi di Roma...
21/11/14 - Salute
Domenica 23 novembre 2014 si svolgerà a San Vendemiano (TV) la prima edizione della...
Cracovia, armonia di stili e di volumi
La bottiglia trasparente di vodka a forma di Karol Wojtyla, esposta in un negozietto della...
Storia di una donna coraggiosa
Kota Kinabalu, Borneo. Nel negozio del Sabah Museum trovo due libri di un'autrice americana, Agnes...
Chianciano Terme, per una fuga romantica
Coniugare la ricerca del relax con una fuga romantica è possibile. Basta andare alle Terme...
Los Angeles la città dell'eccesso
  “By car?”, in macchina?, è la risposta automatica a qualunque richiesta...
Massa Marittima e le tartarughe italiane
Alta sul basamento a gradoni e sghemba rispetto all'asse della piazza, la Cattedrale di San Cerbone...
Oviedo, un modello da imitare
Quello che mi ha colpito e mi ha fatto riflettere, è che a Oviedo funziona tutto. Non ci...
Pechino, un sogno... Ma occhi aperti!
Dopo un viaggio a lungo pianificato, il mio compagno e io arriviamo nella capitale nel cuore del...
Dublino, capitale da "assaporare"
"Se riesco ad arrivare al cuore di Dublino, posso arrivare al cuore di tutte le città del mondo",...
In nave sul Baltico
Navigare sotto un cielo tempestoso, in un mare dolce, tra le “Venezie del Nord”....
Windhoek, capitale "europea" dell''Africa australe
Lontana dal caos delle metropoli occidentali e delle capitali centroafricane, Windhoek è la meta...
Giù al Nord-Pas de Calais
“Giù al Nord” è il titolo di un simpatico film francese dove un...
LIBRI E GUIDE
Cosa vuoi fare da grande di Ivan Baio e Angelo Orlando Meloni, Del Vecchio Editore, pagine 184, Euro 12,00.
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
2.3870708942413