Mercoledì 23 Luglio 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
“Dual Career”. Donne con la valigia
E' un fenomeno diffuso ormai in tutta Europa, ma quasi sconosciuto in Italia. Coppie con un proprio lavoro autonomo, obbligate a scegliere. Ad uno dei due viene offerta un’occupazione all’estero; quasi sempre all’uomo. E la vita cambia
di Daniela De Rosa

Ottimo stipendio, avanzamento di carriera, cambio di vita. Ci si pensa in famiglia, se ne discute per un po’ e poi via, si parte, con figli al seguito.
Il partner - di solito la donna - lascia il proprio lavoro, si licenzia (in casi meno frequenti può tentare di chiedere un’aspettativa) e parte verso una nuova avventura. All’inizio con una certa euforia: nuova vita, nuove abitudini, un mondo da esplorare.
I mariti si insediano nei nuovi uffici, con compagni di lavoro che creano un circolo di conoscenze e amicizie intorno.
Sulle mogli ricade il compito della riorganizzazione familiare: la scuola dei figli, il tempo libero dei bambini, gli aiuti domestici, il medico, la spesa da fare magari con abitudini alimentari diversissime. 
Integrarsi? Certo, ad ogni livello
Il primo anno scorre via in un’atmosfera a volte euforica, a volte stressante, ma così piena che non ci si rende conto del tempo che passa.
La donna, nel frattempo, si è adattata alle abitudini locali molto meglio dell’uomo: ha creato una rete di rapporti con la popolazione (dal postino al negoziante, dal dottore all’allenatore di football del figlio o alle altre mamme); ha magari imparato a parlare un po’ la lingua locale (mentre il marito continua a parlare la lingua comune del business, cioè l’inglese in ufficio con i colleghi). Il “cultural shock”, il primo scontro con la nuova realtà, è ampiamente superato e quando tutte le rotelle sono entrate negli ingranaggi, per la donna scatta la fase due, quella del “cosa faccio adesso?”.
Esperienze in Europa e altrove
Francesca Prandstraller, sociologa, ha appena pubblicato il libro dal titolo “Espatriate. Storie di donne italiane all'estero per lavoro e per amore”, pubblicato da Guerini, basandosi sulla sua personale esperienza (tre anni a Washington per seguire il marito e poi il ritorno a Milano) e su quella di altre donne all’estero.
Sa bene cos’è la fatica di uscire da una realtà e adattarsi ad un’altra.
“Si ripensa alla carriera lasciata alle spalle, ci si sente sempre ‘moglie al seguito’, si entra in crisi di identità”, spiega. “Alcune donne si rimettono a studiare (un master, una nuova lingua, un corso professionale) altre si buttano nel volontariato o prestano servizi vari nella loro comunità di riferimento, per esempio la scuola dei figli; altre ancora avviano attività commerciali, magari su internet, attività che richiedono pochi investimenti iniziali. Infine ci sono quelle che cercano un nuovo lavoro seguendo metodi tradizionali, come le risposte alle inserzioni, i colloqui con i cacciatori di teste. Tutte, comunque, si devono in qualche modo reinventare una professione e lo fanno sostanzialmente da sole e con risultati alterni”.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 3 - 
Week-end e tempo libero
ChamoiSic 2014
Dall'8 al 10 agosto 2014
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Offerte di viaggio
Alla scoperta dell'India tra yoga e spiritualità
Caraibi da sogno
Calabria: mare e relax in famiglia
NOTIZIE
22/07/14 - Trasporti
Hunnu Air è una compagnia aerea privata mongola. Ha scelto APG Italy (società...
22/07/14 - Gastronomia
Dal 5 al 7 settembre Asiago (VI) ospita la terza edizione di Made in Malga, la manifestazione...
22/07/14 - Trasporti
MSC Crociere e Chicco, insieme, per una crociera a misura di “baby” e famiglie. I due...
22/07/14 - Eventi e mostre
Al Palazzo della Ragione di Milano in questi giorni si può ammirare ‘Genesi’:...
22/07/14 - Tempo libero
Un picnic tra arte, cultura e spettacolo seduti sul prato sopra grandi e comodi...
Sauna, basta la parola
Tra i temi di un viaggio in Finlandia non può mancare il wellness, che qui è...
Sapori d'Ungheria sulla tavola di Pasqua
La Pasqua cristiana è ormai prossima e Chef Boris si è trovato a discutere delle...
Sicurezza fra le nuvole
L'ammaraggio di emergenza dell'ATR 72 della Tuninter tunisina al largo di Palermo, ha colpito...
Weekend gustoso ad Ardesio
  Quella del 4 e 5 agosto ad Ardesio in Valle Seriana, “Ardesio DiVino 2012”, non...
Islanda, miracolo di acqua e di fuoco
Verde smeraldo dei prati, nero delle grandi spiagge di basalto al di sotto di imponenti scogliere,...
In Valnerina, nuova vita per il farro
  Monteleone di Spoleto (PG) è un piccolo paese circondato da mura nella Valnerina,...
Stoccarda, vocazione termale
Stoccarda, la capitale del Baden Wuttenberg, ci accoglie con la sua atmosfera di città...
Il "Carnaval" del Nordeste brasiliano
"Il carnevale è invenzione del diavolo che Dio ha benedetto", canta Caetano Veloso, artista di...
Tra i monti della Val Pusteria
A 1.400 metri di altitudine, lontani dalla quotidianità, la vita è scandita dai ritmi...
Dove il calcio è leggenda
Nel pomeriggio piovoso del 4 maggio 1949 finiva la storia e iniziava la leggenda del “Grande...
Solidarietà in punta di dito
Un gioco o qualcosa di più? Il nome Subbuteo risuona nelle orecchie dei "ragazzi" degli anni...
LIBRI E GUIDE
Turista per professione di Laura Celotto, EEE, pagine 176, Euro 13,00. Versione e-book, euro 4,99.
Sapori e saperi delle Dolomiti a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti, 152 pagine, foto a colori, Euro 13,00.
TUTTI I DOSSIER
0.91486406326294