Venerdì 25 Aprile 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Praga dalle mille magie
La capitale Ceca è ormai meta fissa del turismo di massa. Ma, a ben guardarla, conserva intatto il suo fascino alternativo ed esoterico. Tutto sta ad aver voglia di scoprirli, questi angoli nascosti che trasudano storia e fantastiche visioni
di Marco Infelise

La piazza del centro storico (Foto: Czech Tourism)
La visita di Praga è diventata, al giorno d’oggi, quasi un dovere per molti turisti - di casa nostra e non solo - pronti a passeggiare in un posto alla moda: per esempio a farsi fotografare sotto la torre dell’orologio nella piazza Staroměstská o a darsi spinte su spinte per transitare sul ponte Carlo nelle ore di punta, quando i capannelli di gente che si fermano a guardare i musicisti jazz bloccano il traffico pedonale incuriosito.
La visita è piacevole, spensierata e in tempo di mercatini natalizi, la si può effettuare addirittura in giornata, con volo andata e ritorno e visita accompagnata nei luoghi di shopping, più o meno alternativi, compresa nel prezzo. Niente di male, s’intende.
È proprio vero, però, che qualcosa, in questo lasciarsi andare al turismo di massa, la bella città dai mille significati ha perso; quantomeno in fascino, rispetto ai suoi anni trascorsi. Magari politicamente più cupi, questo è vero, durante i quali anche solamente ottenere un visto di ingresso per il Paese era un’impresa.
E il posto di confine di Železná Ruda, vale a dire dove noi questa volta abbiamo varcato la frontiera giungendo dalla Germania, sarà stato sicuramente un luogo poco raccomandabile, in confronto alla ridente cittadina piena di case di piacere (o eros center, come qualcuno oggi li chiamerebbe) che è adesso. Ma, a pensarci davvero bene, più di uno dei mille significati di Praga è rimasto intatto non solo rispetto alla caduta del Muro, ma attraverso i secoli.
Rodolfo II, fra artisti ed alchimisti
Vicolo d'Oro (Foto: Czech Tourism)
In questa visita proviamo a capire quale. Uno in particolare è certamente il suo aspetto magico, misterioso e al tempo stesso coinvolgente, che ha nei miti del Golem e della corte di Rodolfo II le sue manifestazioni storicamente - e turisticamente - più conosciute, nella Malá Strana e nel Vicolo d’Oro i suoi luoghi geografici di riferimento.
È un aspetto che deve necessariamente poggiare su una, anche solo minima, conoscenza storica. Rodolfo II (Vienna 1552, Praga 1612) fu Imperatore del Regno d’Asburgo e visse il suo potere quasi completamente isolato nel castello praghese di Hradcany, circondandosi di studiosi, Keplero su tutti, ma anche di artisti - come il pittore Arcimboldo - e arricchendo la sua corte di capolavori della pittura di Hieronymus Bosch, di Bruegel e di Dürer.

L'orologio astronomico (Foto: Czech Tourism)
Ma Rodolfo diede anche sfogo al suo instabile equilibrio psichico - fu costretto infatti a cedere parte del suo regno al fratello Mattia - circondandosi di figure assai strane: maghi, indovini, maneggiatori di alambicchi o presunti tali, che arrivarono fino al punto di fargli credere di essere in grado di trasformare tutto ciò che egli toccava in oro; come un novello re Mida.
Soprattutto da allora e grazie anche al mito di questa corte sfarzosa e un po’ bislacca, Praga assunse le sue definitive spoglie di città misteriosa e fantastica, paragonabile a un “antico folio in pietra, città libro, nei cui libri resta ancora tanto da leggere, da sognare, da capire”, come la descrisse uno studioso italiano che della capitale ceca fu innamorato frequentatore. Città “dove vagano strampalati commandos di alchimisti, di astrologhi, di rabbini, di poeti, di templari acèfali, di angeli e santi barocchi, di arcimboldeschi fantocci, di marionettisti, di conciabrocche, di spazzacamini”.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
Il Festival dell'Oriente
Dal 24 al 27 Aprile e dal 1 al 4 Maggio 2014
Franciacorta in mostra
Dal 16 al 18 maggio 2014
Offerte di viaggio
Grantour della Turchia
Il Brasile di Vbrata
Settimana di turismo e benessere ad Alberobello
NOTIZIE
25/04/14 - Bambini
Il contatto diretto con la natura regala grandi benefici e una crescita piena ed equilibrata,...
25/04/14 - Viaggi
L'Ente nazionale polacco per il Turismo ha lanciato una nuova iniziativa intitolata:...
25/04/14 - Gastronomia
I prodotti Dop e Igp italiani saranno presenti all’edizione 2014 di Cibus, in programma a...
25/04/14 - Festival
La terza edizione del Festival della Viandanza tornerà anche quest’anno nel castello...
24/04/14 - Animali
Il bioparco Zoom di Cumiana, alle porte di Torino, presenta l’habitat Hippo Underwater. Si...
Grenoble, la "capitale delle Alpi"
  Grenoble, capitale delle Alpi e polo tecnologico di Francia, oltre a vantare quasi 40.000...
Dessau (e Weimar) sulle tracce di Gropius
La Staatliches Bauhaus, cioè "scuola di arte e architettura", nasce a Weimar, nel 1919. La nuova...
Delfini e Leoni Marini nella Baia di Baird
La Eyre Peninsula (pronunciata Iar) ad ovest di Adelaide e della Yorke Peninsula, è un...
Armenia terra benedetta e armonica
  Tsavuht danem, lasciami sopportare il tuo dolore. Così l’Armenia, gioiello...
Roccastrada e Ribolla, tra pietre e miniere
La cittadina di Roccastrada, in provincia di Grosseto, è un "fiore" che nasce dalla pietra. E...
India, caleidoscopio di Fedi
  “Noi, popolo indiano, dopo aver solennemente deciso di costituire l’India come...
Andalusia, Costa del Sol
  Una destinazione turistica raramente riesce ad assommare tante e differenti motivazioni che...
Las Californias, inventata da un milanese
A guardare la facciata giallo-ocra del piccolo municipio di Loreto, proprio non ci si crede:...
Malacca sul "trishaw"
Ai tempi di Marco Polo, la Via della Seta era l'itinerario commerciale più battuto...
Guatemala, civiltà Maya e gioia di vivere
  Per la seconda volta, dopo il Belize, mi immergo nel verde di un Paese stupendo, il...
La Habana alla scoperta della Cuba spagnola
  Nelle due precedenti puntate, la “traduzione” del titolo "Cuba, spaghetti in...
LIBRI E GUIDE
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
Macadamia il mondo negli arcobaleni della memoria di Giovanni Roncucci, Polaris, pagine 144, Euro13,00.
TUTTI I DOSSIER
0.90619611740112