Mercoledì 23 Aprile 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Milano presenta l’arte aborigena australiana
I pittori di cinque comunità indigene propongono in Italia le ultime evoluzioni della ricerca artistica nell’isola, iniziata per tenere viva la cultura delle origini
a cura della Redazione

Rosie Nanyuma, "Kumpultjirril"
I colori dell’arte aborigena australiana approdano a Milano nella mostra aperta fino al 25 febbraio alla Casa del pane, al casello Ovest dei bastioni di Porta Venezia. Una sede storica, nel cuore della vecchia Milano e delle mura spagnole, ospita nella rassegna “Australian colours” ventidue artisti, di cinque comunità nel Northern territory del quinto continente: Balgo Hills, Nyoongar, Papunya Tula, Utopia e Mowanjum. Alcuni di loro appartengono alla prima “arte del deserto” sviluppata negli anni Settanta, altri sono la seconda generazione di autori di arte urbana. La  mostra è cura di associazione culturale Artmida e Aborigenacorp, ha il patrocinio dell’ambasciata australiana, di provincia e comune di Milano e della regione Lombardia, oltre al supporto di alcuni operatori turistici fra i quali Tourism Australia, White Star Adventure, Kuoni Gastaldi Tours.

Petrina Neufeld, "Yam Seed germinating"
Gli artisti aborigeni avevano iniziato a dipingere per rappresentare la loro antica cultura e restituirla alla memoria della popolazione. Erano gli anni Settanta e si cercava di contrastare, almeno in parte, la perdita di identità degli autoctoni dopo gli esodi decisi dal governo alcuni decenni prima. Il Dreaming, la mitologia della creazione, tornava a essere rappresentata insieme a dei, totem, elementi della natura divinizzati e scene di via quotidiana. Col tempo il ricordo delle tradizioni è diventato esigenza artistica autonoma e si sono aggiunte nuove interpretazioni, mentre l’arte aborigena australiana ha cominiciato a essere conosciuta e richiesta da collezionisti privati e gallerie per il suo peculiare valore estetico.
Grandi e piacevoli sorprese accoglieranno quindi il visitatore della mostra alla Casa del pane: un’esplosione di colori, lungo i tre piani dell’esposizione, per una pittura che è acrilico su tela, spesso mescolata alla sabbia, prima evocazione della terra d’origine dell’artista. In alcuni casi gli autori dipingono direttamente le immagini dei loro dei; più spesso le evocano, con linee e forme che hanno perso il carattere descrittivo e si affollano sulla tela, ma senza disordine, richiamando al tempo stesso vitalità e armonia.
La mostra è stata inaugurata durante i giorni del gemellaggio Milano-Melbourne che si è svolto dal 29 gennaio al 4 febbraio. Alla rassegna si aggiungono videoproiezioni sul continente australiano e la possibilità di chiedere informazioni per organizzare e pianificare un viaggio.

Australian Colours, Milano, Casa del pane, casello Ovest di Porta Venezia. Dal 31 gennaio al 25 febbraio 2007.
Da martedì a domenica 11-19, ingresso gratuito
Per informazioni: http://www.australiancolours.com

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Vacanza per la famiglia
Dal 5 aprile al 31 maggio 2014
Mini week-end romantico tra le alpi
Dal 7 gennaio al 31 maggio 2014
Offerte di viaggio
Mediterraneo Orientale in crociera
Terre artiche in motoslitta
Iran culturale
Expo Milano 2015
Turismo gay
NOTIZIE
23/04/14 - Gastronomia
Forte Village, il resort di Santa Margherita di Pula (Cagliari) ospiterà al suo interno il...
23/04/14 - Gastronomia
Circa mille chilometri a piedi, da Aosta a Roma, in quarantuno giorni: questo il percorso che si...
23/04/14 - Eventi e mostre
Dal Monastero di Agia Napa alla Penisola di Akamas, dal tranquillo porto di Pafos al rinnovato...
23/04/14 - Curiosità
easyJet celebra il 450° anniversario della nascita di Shakespeare (23 aprile 1564) con la messa...
23/04/14 - I luoghi della fede
Sabato 26 aprile sarà inaugurata la chiesetta della Madonna della Neve di Busto Garolfo, in...
El Salvador in tasca
L'America Centrale tutti sanno dov'è ma quasi nessuno è in grado di collocare...
A Napoli per mostre
Tour partenopeo tutto dedicato all'arte. Si parte con le 200 opere che propongono una lettura del...
Ma che tipici questi marchigiani...
Ognuno di noi ha un suo calendario personale, nel senso che – oltre alle solite festività civili e...
Nelle grotte di Frasassi il presepe vivente
Due sole occasioni, il 26 dicembre e il 6 gennaio prossimi, per assistere allo spettacolo del...
Da Pintoricchio a Francis Bacon
Pintoricchio a Perugia, Giacomo Balla a Milano, Mirò e Ferrara e ancora la metropoli lombarda per...
Cosa fare se si smarrisce la carta di credito all'estero
Nel portafoglio del viaggiatore attento non può mancare una carta di credito per evitare di...
Biella si rinnova
Sabato 28 gennaio 2006 inaugura a Biella Palazzo Boglietti. Il nuovo spazio (1500 mq), situato...
"Mala Tempora Currunt" (e correranno). Sapevate che...
Sapevate che... Dopo tanti blablabla a proposito del tremendo terremoto (e tsunami) in Giappone, si...
Arezzo, festa della musica
E' certamente superfluo dire che arte e musica siano di casa ad Arezzo. Va invece ricordato che in...
Grandi eventi per il Rinascimento danese
Come tutti i Paesi, anche la Danimarca porta memoria - e celebra per tutto il 2006 con innumerevoli...
Swiss entrerà in Star Alliance
Swiss International Air Lines entrerà a far parte di Star Alliance entro i prossimi 12 mesi....
LIBRI E GUIDE
Fattorie del Buongustaio 2006 Autori variEdizioni Istituto Geografico De Agostini € 17.50
Cosa vuoi fare da grande di Ivan Baio e Angelo Orlando Meloni, Del Vecchio Editore, pagine 184, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
3.0455331802368