Giovedì 5 Marzo 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Milano presenta l’arte aborigena australiana
I pittori di cinque comunità indigene propongono in Italia le ultime evoluzioni della ricerca artistica nell’isola, iniziata per tenere viva la cultura delle origini
a cura della Redazione

Rosie Nanyuma, "Kumpultjirril"
I colori dell’arte aborigena australiana approdano a Milano nella mostra aperta fino al 25 febbraio alla Casa del pane, al casello Ovest dei bastioni di Porta Venezia. Una sede storica, nel cuore della vecchia Milano e delle mura spagnole, ospita nella rassegna “Australian colours” ventidue artisti, di cinque comunità nel Northern territory del quinto continente: Balgo Hills, Nyoongar, Papunya Tula, Utopia e Mowanjum. Alcuni di loro appartengono alla prima “arte del deserto” sviluppata negli anni Settanta, altri sono la seconda generazione di autori di arte urbana. La  mostra è cura di associazione culturale Artmida e Aborigenacorp, ha il patrocinio dell’ambasciata australiana, di provincia e comune di Milano e della regione Lombardia, oltre al supporto di alcuni operatori turistici fra i quali Tourism Australia, White Star Adventure, Kuoni Gastaldi Tours.

Petrina Neufeld, "Yam Seed germinating"
Gli artisti aborigeni avevano iniziato a dipingere per rappresentare la loro antica cultura e restituirla alla memoria della popolazione. Erano gli anni Settanta e si cercava di contrastare, almeno in parte, la perdita di identità degli autoctoni dopo gli esodi decisi dal governo alcuni decenni prima. Il Dreaming, la mitologia della creazione, tornava a essere rappresentata insieme a dei, totem, elementi della natura divinizzati e scene di via quotidiana. Col tempo il ricordo delle tradizioni è diventato esigenza artistica autonoma e si sono aggiunte nuove interpretazioni, mentre l’arte aborigena australiana ha cominiciato a essere conosciuta e richiesta da collezionisti privati e gallerie per il suo peculiare valore estetico.
Grandi e piacevoli sorprese accoglieranno quindi il visitatore della mostra alla Casa del pane: un’esplosione di colori, lungo i tre piani dell’esposizione, per una pittura che è acrilico su tela, spesso mescolata alla sabbia, prima evocazione della terra d’origine dell’artista. In alcuni casi gli autori dipingono direttamente le immagini dei loro dei; più spesso le evocano, con linee e forme che hanno perso il carattere descrittivo e si affollano sulla tela, ma senza disordine, richiamando al tempo stesso vitalità e armonia.
La mostra è stata inaugurata durante i giorni del gemellaggio Milano-Melbourne che si è svolto dal 29 gennaio al 4 febbraio. Alla rassegna si aggiungono videoproiezioni sul continente australiano e la possibilità di chiedere informazioni per organizzare e pianificare un viaggio.

Australian Colours, Milano, Casa del pane, casello Ovest di Porta Venezia. Dal 31 gennaio al 25 febbraio 2007.
Da martedì a domenica 11-19, ingresso gratuito
Per informazioni: http://www.australiancolours.com

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Castelli del Ducato di Parma
Dal 25 al 26 aprile 2015 â€" Quota da € 192,00
Costiera Amalfitana
Dal 01 al 03 maggio 2015 - Quota € 318,00
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
Benessere ad alta quota
Crociera alle Bahamas
NOTIZIE
05/03/15 - Turismo
In Repubblica Dominicana si è appena concluso un seminario dal titolo “Il percorso...
05/03/15 - Mostre
Dal 6 marzo al 5 luglio il Palazzo Ducale di Venezia ospiterà la mostra “Henri...
05/03/15 - Natura
Locarno ospita uno dei più ricchi parchi di camelie a livello internazionale e anche una...
05/03/15 - Parchi a tema
Ricon de la Victoria in Spagna ospiterà un parco a tema basato sulle avventure del Signore...
05/03/15 - Cataloghi
La terza edizione 2015 catalogo “Villaggi Veraclub”, nella sua versione cartacea,...
Colosseo arcobaleno
Secondo una recente ricerca dell’osservatorio Gfk Eurisco (2013), il turismo gay in Italia ha...
Messico: "Maria Bonita", alias Maria Felix, vale a dire "La...
 "Acuerdate de Acapulco, de aquella noche, Maria bonita, Maria del alma, acuerdate que en la playa...
Auguri. C'è qualcosa che non funziona…..
Tutto dicembre a ricevere auguri, che palle! Auguri qui, auguri là, postali, telefonici, email,...
Un anno di festa a Tarragona
A Tarragona, in Catalogna, si celebrano i 1750 anni dal martirio di San Fruttuoso, il primo vescovo...
Confermate le dimensioni limite per il bagaglio a mano
Restano invariate le regole per le dimensioni del bagaglio a mano sugli aerei della Comunità...
I giochi di una volta
Nell'era dei videogiochi i giocattoli dei nonni diventano cimeli da riscoprire. L'occasione per...
Per voi, un Mondointasca tutto nuovo
Mondointasca (www.mondointasca.org), il quotidiano online di turismo e cultura del viaggiare inizia...
Expo 2015: dal Qatar la sfida idrica e alimentare
Presentato nel corso del secondo “Weekend dei Partecipanti”, sabato 22 novembre a...
Turismo ecosostenibile, Matera sceglie l'auto elettrica
Matera punta sul turismo di qualità. Dopo aver lanciato la sua candidatura come Capitale...
Europa e Sud America regine del turismo mondiale
L’Omt (Unwto), l’Organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di turismo, ha ...
Vercelli, le foto di Ralph Gibson e Jill Mathis
Il museo Arca di Vercelli esporrà dal 30 aprile le fotografie di Ralph Gibson e Jill Mathis...
LIBRI E GUIDE
Sapori e saperi delle Dolomiti a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti, 152 pagine, foto a colori, Euro 13,00.
Andare a piedi Filosofia del Camminare di Frédéric Gros, Garzanti, pagine 232, Euro 14,90.
TUTTI I DOSSIER
1.4205958843231