Martedì 31 Marzo 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Fiori e piante fra le rocce, a Èze
Il Jardin Exotique di Èze occupa l’intera parte superiore della collina sulla quale sorge il villaggio, a ridosso dell’antico castello. Dalla terrazza della sommità non è raro, col bel tempo, scorgere in lontananza la Corsica
di Federico Formignani

Il villaggio di Èze visto dal mare
La provenzale Èze è un vero e proprio paese-cartolina. Uno dei tanti che impreziosiscono la riviera ligure di ponente e quella francese della Costa Azzurra. La preziosità è data dalla collocazione fisica di paesi, piccoli centri, quasi tutti con superba vista su quel mar ligure che bagna le due riviere, finalmente non più divise da barriere fisiche, grazie alla nuova Europa.
I centri abitati della parte francese prossima all’Italia sono distribuiti (autostrada a parte) su tre grandi direttrici di traffico: la Grande Corniche, la Moyenne e la Inférieure. Collocato a metà via fra Nizza e Montecarlo, Èze è presente con i suoi “nomi” su tutte e tre le strade.
La Grande Corniche, costruita da Napoleone in parte lungo il tracciato dell’antica via Giulia Augusta, che collegava Genova a Cemenelum (Cimiez) conserva in prossimità di La Turbie un “trofeo”, monumento celebrativo della vittoria romana risalente all’anno 6 avanti Cristo, posto sul confine tra la Gallia Cisalpina e quella Transalpina. Il “trofeo” abbraccia un notevole tratto di costa ed è l’unica vestigia del genere sopravvissuta, unitamente a quella di Adam-Lissi che si trova a centocinquanta chilometri da Bucarest in Romania, allora Dacia.

Panorama dal giardino esotico
Su questa strada, venendo da Nizza, si incontra prima il Belvédère d’Èze: la vista spazia sul villaggio stesso, sul monte Boron, sulla catena dell’Esterel e sulle Alpi; più giù, con lo sfondo del luminoso Mediterraneo, ecco la penisola di Cap Ferrat, Cap d’Antibes, le isole Lérins.
Poco dopo, a cinquecentododici metri d’altezza, c’è il Col d’Èze dal quale sono visibili i monti delle alte valli della Vésubie e del Var; a sinistra s’innalza poi il Mont Bastide, antico “oppido” celto-ligure e in seguito “castrum” romano. Èze è attraversata dalla Moyenne Corniche, mentre su quella inferiore si trova Èze-Bord-de-Mer, riparata da alte scogliere.
Un paese incantato
Negozietti in pietra viva nel borgo (Foto:Franceforvisitors, Martine Muller)
Una cinquantina di persone, sulle duemila e cinquecento che popolano il comune, vivono stabilmente nell’antico villaggio appollaiato a nido d’ape su uno sperone roccioso a quattrocentoventinove metri sul mare.
Molti francesi hanno qui la seconda casa e specie d’estate i residenti aumentano notevolmente, anche se il piccolo centro è frequentato durante l’intero anno.
Le case in pietra viva, i vicoli stretti e ripidi che si arrampicano per mezzo di scale e di passaggi non di rado coperti da volte, costituiscono un insieme architettonico di grande fascino che ripropone atmosfere medievali.
Le case, tutte accuratamente restaurate, ospitano negozi, botteghe artigiane, atelier di artisti. Ogni angolo di Èze è abbellito da fiori, macchie di verde e ogni curva scopre visioni incredibili sul mare e sui monti.
Le rovine del castello, costruito nel XIV secolo e smantellato per ordine di Luigi XIV nel 1706, avvolgono quasi a proteggerlo il giardino esotico del luogo.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Costiera Amalfitana
Dal 01 al 03 maggio 2015 - Quota € 318,00
Lubiana e Portorose
Dal 1 al 3 maggio 2015 â€" Quota da € 285,00
Offerte di viaggio
Crociera alle Bahamas
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
India e Nepal
NOTIZIE
31/03/15 - Premi
Domenica 22 marzo il nostro giornale turistico mondointasca.org ha partecipato alla prima edizione...
31/03/15 - Città d'arte
Apre al pubblico a Roma l’Antiquarium di Lucrezia Romana, museo archeologico che presenta le...
31/03/15 - Internet
Presentato il nuovo portale turistico istituzionale della Regione Umbria che sarà più...
31/03/15 - Expo Milano 2015
"Abbastanza piccolo da essere grande", fa riferimento alla sua capacità di...
30/03/15 - News e servizi
I servizi di biglietteria generale dell’Aeroporto di Milano Bergamo hanno introdotto la...
Che partita...
Se domandate a un tifoso italiano di mezza età quale sia stata la "Partita del Secolo",...
Enogastronomia, benessere, euritmia
Raggiungere l’armonia tra il corpo e la mente, l’equilibrio con noi stessi e con gli...
Primavera sulla Via Claudia Augusta
  La Via Claudia Augusta, l’antica strada romana che dalle pianure del Po e...
I mini-pinguini di Phillip Island
Negli anni Venti del secolo scorso un tassista cominciò, di sua iniziativa, a portare dei...
Il raduno delle amazzoni
Riolo Terme, un comune che si trova sulle colline della provincia di Ravenna, ospita dal 15 al 17...
Lunga vita ai fiumi
Oltre 600 volontari hanno setacciato in tutte le regioni italiane le sponde di 29 fiumi alla...
In Sardegna per ritrovare la silhouette
  Pronte per la prova bikini? Per superarla c’è chi è già corso ai...
Nel mare verde del Costa Rica
Chi abbia voglia di avventurarsi in una natura intatta e per certi versi ancora primordiale, può...
La Val Gardena si muove bene
  Se state programmando nel 2014 una vacanza in una delle località della Val Gardena...
Andar per castelli nella Milano ducale
  Le vicende politiche possono modificare i confini ma non la storia di un popolo. Lombardia e...
Boulevard o fairway? Comunque, Parigi
La torre di Montparnasse si erge imponente sugli edifici che circondano la stazione ferroviaria...
LIBRI E GUIDE
Maria Callas di Roberta Maresci, Gramese Editore, pagine 160, Euro 12,90.
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
TUTTI I DOSSIER
0.21162915229797