Giovedì 2 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Lucca, intorno all’olio
“Oleum est”. Specie tra novembre e dicembre, quando i freddi autunnali permettono la raccolta dell’oliva e la sua spremitura. Mondo affascinante, quello dell’olio. Copyright dei paesi mediterranei, con quello italiano sugli altari, per varietà e qualità
di Valerio Griffa

Le “terre dell’olio” sono sempre belle, ma se si parla della Lucchesia è ancora un’altra cosa. Proprio da questo ragionamento è nato “L’olio e i tesori di Lucca” (fino al 10 dicembre) che mette insieme il ricco patrimonio architettonico e paesaggistico lucchese con la cultura e con i saperi legati al biondo condimento.
Cominciamo dall’olio. Si è veramente voluto mostrare il meglio, stando al programma. 
“Navigando” nell’olio
Olive della campagna lucchese (Foto:U.Conti)
Si parte da “Il Desco”, mostra mercato di artigianato da tavola e prodotti come olio, vino, formaggio, miele, salumi, nel Real Collegio, spazio appena restaurato della scuola superiore fondata da Elisa nel 1809 in un edificio del Cinquecento (2, 3, 8, 9, 10 dicembre, orario: 10-13 / 14.30-19.30) e “Il Mondo dell’olio in città”, esposizione di olivi secolari, attrezzi per la coltivazione, sotto il loggiato del Palazzo Pretorio. Si vedrà anche la frangitura e si degusterà l’olio novello.
Poi la mostra mercato “Oli della Costa toscana” (Ex convento di San Micheletto, 8, 9, 10 dicembre) degustazione di oli in abbinamento con farro, fagiolo rosso, fagiolo cannellino, pane di Altopascio (su prenotazione: [email protected]) e “Bello&buono”, mostra mercato con degustazione di olio, vino, farine della Garfagnana e della Valle del Serchio (al Ciocco, a Barga, 2, 3 dicembre).

Il pane con l'olio nuovo (Foto:U.Conti)
“Frantoi aperti” è un po’ il cuore del programma. Significa la possibilità di visitare i frantoi, vedere il processo di frangitura, il colare affascinante dell’olio franto (per questo si parlava nell’antichità di “oro”) assaggiare (magari imparando le tecniche di degustazione e i termini tecnici per descrivere colore, odore e sapore dell’olio) e mangiare piatti tradizionali, quali la zuppa frantoiana, la zuppa matta, il farro alla lucchese. Il 2 e 3 dicembre ci sono i frantoi Massarosa (al Pian del Quercione Massarosa) e Maggi (alle Quercete Seravezza) mentre l’8, 9, 10 dicembre i frantoi sociali di Compitese (San Leonardo in Trepunzio, Laboratorio Slow Food l’8) e La Visona (Pieve di Compito, Laboratorio Slow Food il 9).
Alcuni ristoranti di Lucca fanno da supporto alla conoscenza e alla degustazione comparata con una “Carta degli oli lucchesi”, che accompagna ad un pasto in cui l’accento è messo sul succo di olive: ravioli all’olivo, fettunta (fetta unta) zuppa frantoiana, tiramisù all’olivo, coniglio in tegame con olive, cannellini all’olio nuovo, nel segno della tradizione e di qualche invenzione. Tra i ristoranti impegnati, segnaliamo l’Antica Locanda dell’Angelo (via Pescheria 21) la Buca di Sant’Antonio (via della Cervia 1/3) All’Olivo (piazza San Quirico).
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Tour da Oscar
Valido fino a Dicembre 2014
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
Iran: la strada persiana dei re
Vacanza nel cuore del Cilento
NOTIZIE
02/10/14 - Fiere
‘The Cult of Snow’ è la parola chiave della comunicazione di Skipass 2014. Per...
02/10/14 - Gastronomia
Torna per il terzo anno a Bologna il Festival del Tortellino: il 4 ottobre dalle 12.00 alle 17.00,...
02/10/14 - Eventi e mostre
La Galleria del Costume di Palazzo Pitti (Firenze) dedica una mostra a Piero Tosi nell’anno...
02/10/14 - Fiere
Per generare nuovo business bisogna saper rompere gli schemi. Con queste parole è stata...
02/10/14 - Festival
In Toscana si celebra dal 9 al 19 ottobre la Settimana della Cultura. Il sito web di...
L'amore, oltre i confini della Terra di Dio
  Non esistono parole per spiegare il fascino che l'Oriente ha sempre esercitato su di me, con...
Kangaroo Island, Australia in miniatura
  L'inverno, nell’emisfero australe, va da giugno a settembre. Kangaroo è aperta...
Albenga, tre torri che litigano
Nel periodo tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera Albenga dà il meglio di...
Un anno nella terra dei canguri
Vivere in Australia vuole anche dire mettere da parte lo stile di vita europeo e fondersi...
Provenza: dall'Avignone dei Papi ai mostri di Tarascona
Lasciata Les-Saintes-Maries-de-la-Mer (in cui, ça va sans dire, non mancano una civettuola...
Marsiglia, mutevole regina del Midì
L’atmosfera di Marsiglia è di per sé stimolante ed attraente, col suo mixage di...
Lussemburgo in festa
In occasione della sua elezione a "Capitale Europea della Cultura" per l'anno 2007, il Granducato...
Uzbekistan, da Tamerlano alla Matiz
Le "Daewoo Matiz" e le "Lada Zigulì". Due auto agli antipodi, per stile, design, prestazioni. La...
Una crociera con Dalmacija sulle onde dell'Adriatico
Premessa. Deontologia professionale (raggiunta una certa età in uno stato di non totale povertà, si...
Sulla Costa degli Etruschi per rigenerarsi
Da sempre la Toscana è sinonimo di bon vivre con la sua ampia offerta di luoghi storici,...
Pellegrini oggi a Santiago
  Santiago de Compostela ovvero ”San Giacomo di Compostella”. Giacomo è un...
LIBRI E GUIDE
I luoghi della musica Bari di Angelo Pascual De Marzo, Edizioni Il Mondo della Luna, Euro 20,00.
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
TUTTI I DOSSIER
1.3766808509827