Mobilità sostenibile per le Perle delle Alpi
Diciassette località di montagna, in Francia, Austria, Svizzera, Italia, Germania, continuano il progetto comunitario per turismo e trasporti a basso tasso d’inquinamento
di Claudia Silivestro

Chamois d'estate
Diciassette borghi e località di montagna si impegnano a promuovere un turismo sostenibile ed ecologico: sono le “alpine pearls”, le Perle alpine, che hanno costituito l’associazione omonima e partiranno a breve con iniziative comuni. Italia, Francia, Svizzera e Germania hanno scelto di proseguire il percorso avviato con il progetto interregionale, finanziato in parte da fondi comunitari e in parte dalle regioni dei singoli paesi e chiuso ufficialmente il 21 agosto. Il piano ha definito i criteri in base ai quali una località può definirsi “perla alpina” e ha delineato gli obiettivi. Ora si tratta di continuare, per diciassette comuni che attraversano l’intero arco alpino da Est a Ovest: Bad Reichenhall e Berchtesgaden, tedesche; Werfenweng, austriaca; la francese Les Gets e le svizzere Arosa e Interlaken. Per l’Italia, in Veneto partecipano al progetto Pieve di Cadore e Feltre; Ratschings,  Villnoss, Tiers, Steinegg, Welschnofen e Deutschnofen per la provincia di Bolzano; Sauris e Forni di Sopra per il Friuli Venezia Giulia e Chamois per la Valle d’Aosta. 

Ennio Pastoret
“L’obiettivo dell’associazione è disegnare un’offerta turistica ecocompatibile e coordinata”, ha detto Ennio Pastoret, assessore regionale a Turismo, Sport, Commercio e Trasporti per la Valle d’Aosta, “in particolar modo per la qualità ambientale delle destinazioni”. Le perle alpine si impegnano a facilitare “modalità di accesso tramite mezzi pubblici e qualsiasi altra formula diversa dall’automobile”, continua Pastoret. In Valle d’Aosta l’esempio principe è Chamois: piccolo borgo a 1800 metri d’altitudine, raggiungibile solo con la funivia. Valerio Dell’Amico, assessore al Turismo del comune di Chamois, spiega: “Siamo l’unico comune in Italia che non ha strade percorribili dalle auto: una scelta che i cittadini di Chamois fecero negli anni Cinquanta e che si è  rivelata vincente. Come Perla alpina, Chamois lavorerà a rispettare i criteri per una mobilità dolce, che privilegia navette pubbliche, biciclette, cavalli”.

Chamois d'inverno
L’associazione prevede di creare un marchio di certificazione ecologica che ispiri i progetti futuri di tutela ambientale e conta di avviare attività di marketing e promozione turistica condivise, per tutti i comuni “perle”. Per Ennio Pastoret “il progetto si è rivelato un efficace strumento di sensibilizzazione a favore dei sistemi di trasporto pubblico nei centri alpini, che devono essere preservati dall’invasione dei flussi di traffico a vantaggio della vivibilità e di una migliore qualità della vita. Perle Alpine può diventare una valida occasione di confronto per avviare utili riflessioni tra i rappresentanti delle regioni e delle comunità locali con l’obbietivo di sviluppare scelte strategiche condivise e basso impatto ambientale, per valorizzare ulteriormente siti ambientali di grande interesse naturalistico e turistico”.

Per informazioni: http://www.alpine-pearls.com
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Opere benedettine in mostra
Dal 31 gennaio al 2 giugno 2014
Mostra archeologica
Dal 25 gennaio al 31 maggio 2014
Offerte di viaggio
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
Iran culturale
Il Brasile di Vbrata
NOTIZIE
18/04/14 - Trasporti
Le partenze per le vacanze pasquali sono già iniziate e dalle grandi città...
19/04/14 - Consumi
I ristoratori italiani restano ancora in attesa della ripresa dei consumi che non si...
18/04/14 - Curiosità
"Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi". Il detto popolare sembra non riguardare gli operatori...
18/04/14 - Fiere
"Gioca nel villaggio The Hobbit!" area ispirata al mondo fantastico dello scrittore J.R.R. Tolkien,...
18/04/14 - Cinema
Cathay Pacific Airways e Go Australia sono sponsor di "Tracks, attraverso il deserto", il film di...
Mondial Assistance lancia una polizza per i viaggi d'affari
Mondial Assistance ha definito una polizza assicurativa specifica per i professionisti che...
Children's tour alla fiera di Modena
ModenaFiere ospita dal 28 al 30 marzo Children's tour, il salone delle vacanze 0-14, con operatori...
A Berlino in inverno
Da Berlino, dopo la riunificazione, è passato tutto il “gotha” dei più...
Come scegliere i traghetti per le vacanze
  Tempo di vacanze e di viaggi in traghetto per raggiungere le coste delle isole. I consigli...
Piccoli turisti crescono
Secondo le indagini dell'Istat sono loro le persone che viaggiano di più, i bambini. Ogni...
Romagnano: a lavar panni (e ricordi) nel Sesia
Mi chiama il Formignani (so che sciupo prezioso spazio precisando che trattasi del direttore di...
A Venezia, passando dal world wide web
VeneziaSì espande la sua attività nei servizi on line per i turisti della Serenissima. Il braccio...
Torna la Pedaleda di Livigno
La Pedaleda, la gara di mountain bike che da Livigno percorre i sentieri della Valtellina è stata...
Messico e Australia per il viaggio di Capodanno
Caleidoscopio rilancia i viaggi di esplorazione extraeuropei con due proposte in catalogo per...
Spigolando tra turismo e dintorni
Sapevate che.. Dopo settimane di futili argomentazioni e dibattiti politici dai contenuti...
Parigi si prepara alle nozze gay
  Che Parigi fosse una città tollerante e molto aperta nei confronti...
LIBRI E GUIDE
Come accogliere i turisti cinesi di Giancarlo Dall'Ara e Patrizia Dionisio, FrancoAngeli, pagine 144, Euro 19,00.
La moglie indiana di Anne Cherian, Newton Compton Editori, pagine 384, Euro 12,90.
TUTTI I DOSSIER
2.698606967926