Martedì 30 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Friuli, vita nei monti
Allimbocco delle valli Carniche, Tolmezzo ospita uno dei musei etnografici pi interessanti dEuropa. E' il Museo Carnico delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Palazzo Campeis, un edificio seicentesco situato nel centro della citt
di Graziano Capponago del Monte

Museo Carnico delle Arti Popolari, interno
Il museo dedicato al professor Michele Gortani, docente di geologia all'Universit di Bologna. A far data dai primi anni del Novecento, Gortani comincia a raccogliere, catalogare e studiare oggetti della vita quotidiana in Carnia. Lintera collezione, dopo la sua morte, unitamente alla biblioteca e all'abitazione nella quale ha vissuto divenuta prezioso retaggio della comunit carnica.
La visita rappresenta unescursione nel tempo e nella storia della Carnia.
Fogolar ricchi e poveri
Cucina
Sono esposti oltre quattromila oggetti comuni che ripercorrono la vita quotidiana dei ricchi (pochi) e dei poveri (la maggioranza) in modo semplice e preciso.
Fogolar Furlan il nome dell'associazione che, in tutto il mondo, riunisce i friulani lontani da casa. Il nome non una semplice coincidenza, considerato che la cucina (fogolar) era il luogo pi importante dell'abitazione e insieme quello pi caldo nelle lunghe notti invernali.
Nel museo ne sono state ricostruite fedelmente due: una proviene da Casa Fabiani, una ricca abitazione di Paularo; nella ricchezza e ricercatezza delle suppellettili trova conferma la disponibilit finanziaria della famiglia, testimoniata dai grandi alari in ferro battuto e da alcuni pezzi pregiati della batteria da cucina, quali ad esempio unapposita pentola per cuocere il pesce, oppure i piatti di peltro.
La seconda cucina invece pi modesta ed stata allestita con oggetti per la casa provenienti da diverse localit carniche.
Furlani in posa
Stanza da letto
Naturalmente sono stati ricostruiti anche gli altri ambienti della casa. Le camere da letto con i massicci armadi in legno, completi di cassetti segreti per riporvi i valori, i piccoli oggetti devozionali e i quadri.
Un nucleo molto interessante del museo riguarda proprio i dipinti (un centinaio) tra i quali spiccano degli ingenui ritratti di famiglia, con i personaggi visti di fronte. Generalmente gli uomini sono raffigurati con un documento fra le mani, simbolo di
persona impegnata, mentre le donne hanno le chiavi, a far intendere che la cura e il buon funzionamento della casa era compito loro.
Tutti sono raffigurati con ricchezza di particolari dellabbigliamento, acconciature e ornamenti. C' persino una pubblicit di fine Ottocento: una specie di fumetto che raffigura due donne con un figlio piccolo. Una giovane e porta in seno un bambino di dimensioni normali per la sua et. L'altra, come indica la scrittura che la sovrasta, una donna pi attempata e il suo bambino, con tutta probabilit allattato artificialmente, molto pi grande dell'altro, pur essendo pi giovane!
Unaltra sezione ospita una ricca collezione di maschere in legno, quelle utilizzate ancora oggi durante il carnevale di Sauris. A saperle leggere raccontano molto, come per esempio la donna gozzuta per carenza di iodio, malattia questa tipica delle valli alpine, oppure tipi strani che hanno prestato il loro volto per la rappresentazione simbolica.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Gusto ad Alta Quota sulle Dolomiti
Dal 17 maggio all'1 novembre 2014
Momenti romantici tra le Dolomiti
Dal 12 settembre al 3 novembre 2014
Offerte di viaggio
Tour guidato in moto lungo la Route 66
Halloween alla ricerca dell'Aurora Boreale
Vacanza nel cuore del Cilento
NOTIZIE
30/09/14 - Trasporti
Oggi è stata inaugurata la nuova rotta Cuneo–Bucarest di Blue Air. Il vettore...
30/09/14 - Festival
Tutto pronto per il Festival Mangiacinema, che si inaugura mercoledì 1° ottobre a...
30/09/14 - Viaggi
I crostacei della Svezia occidentale sono tra i migliori al mondo grazie alla lunga maturazione...
30/09/14 - Spettacoli
A partire dalle 16.30 di sabato 4 e fino alle 13 di domenica 5 ottobre, Ravello...
30/09/14 - Trasporti
Etihad Airways e Boeing hanno celebrato a Seattle, USA, il lancio del primo aeromobile 787-9...
Fabriano e la lezione di Gentile
La cittadina marchigiana, soprattutto nel 1400, prospera sviluppando una cultura artistica legata...
Deux-Alpes e 4 (splendide) stagioni!
Les 2 Alpes ha guardato il calendario e sta cambiando vestito: lascia il bianco e veste il verde....
L'amore, oltre i confini della Terra di Dio
  Non esistono parole per spiegare il fascino che l'Oriente ha sempre esercitato su di me, con...
Chianciano Terme, per una fuga romantica
Coniugare la ricerca del relax con una fuga romantica è possibile. Basta andare alle Terme...
Viaggio polare nei segreti di Kiruna
Ore ventitre e dieci. L’aereo plana in mezzo alla tempesta di neve, si posa senza...
Maremma, le città del tufo
Percorsi naturalistici nella fitta vegetazione tra i più affascinati dell'intera Maremma, fortezze,...
Un viaggio, mille viaggi
Si intitola "Dalla terra alla luna: metafore di viaggio" (Castello di Rivoli, fino al 26 agosto) e...
Tour nella 'Grecía' Salentina
  Riepilogo telegraficamente che nella precedente puntata ho narrato i prodromi (scusomi, ma...
Patagonia "rap"
A partire dal nome che, pare, le è stato dato da Ferdinando Magellano (portoghese, ma al servizio...
Siracusa, sirena sicula d'oriente
Impossibile avere una meta. Per le strade di Siracusa peregrinare è d’obbligo,...
Bertinoro, capitale dell'ospitalità di Romagna
Che il confronto con l'altro, la consuetudine dell'ospitalità, sia qui una tradizione...
LIBRI E GUIDE
Il Massiccio del Grappa. Alta Via degli Eroi da Feltre a Bassano di Fabio Donetto, DBS - Danilo Zanetti Editore, pagine 96 con foto e cartina, Euro 6,00.
La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
1.0699729919434