Giovedì 24 Luglio 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Va in scena il Teatro Povero di Monticchiello
Dal 22 luglio al 13 agosto nella Piazza della Commenda si svolger il 40 autodramma, unico evento al mondo scritto, diretto e interpretato dalla gente del paese
di Silvana Santoro

Monticchiello, Siena
Si tratta di un evento teatrale unico al mondo. Si svolge ogni anno dal 1967, e per il 2006 sar tutte le sere dal 22 luglio al 13 agosto nella piazzetta della Commenda a Monticchiello, incantevole borgo medievale cinto entro le mura con torri e cassero della met del 200, a pochi chilometri da Pienza, in provincia di Siena. E il Teatro Povero di Monticchiello, scritto, diretto e interpretato dalla gente del paese. Per questo stato definito "teatro-verit", "teatro-vita". I cittadini di Monticchiello, recitando se stessi, testimoniano la propria realt, le autentiche situazioni esistenziali e sociali.
La regia anche quest'anno, per il 40 autodramma, affidata a Andrea Cresti, con la collaborazione ai testi del sindaco di Pienza, Marco del Ciondolo, di Vittorrio Innocenti, coltivatore diretto e di sua moglie Maria Rosa Cesellin, oltre alla partecipazione di tutto il paese: in tutto 150 abitanti. 80 di loro saranno in scena, mentre gli altri si occuperanno dellallestimento tecnico, nellaccolglienza del pubblico e in cucina, a preparare i piatti tipici nella Taverna del Bronzone, dove dopo ogni spettacolo vengono serviti piatti tipici Val d'orciani.

Lo spunto narrativo dello spettacolo fornito dal racconto della storia di vita di una donna di Monticchiello, che, ripercorrendo i propri ultimi 40 anni - dal mondo di mezzadria, alla sua fine, allincontro con il teatro - ripropone levolversi del fenomeno del Teatro Povero. Che nasce e si sviluppa a Monticchiello quando si comprende che attraverso di esso - ricordiamone la funzione catartica che esprimeva nell'Antica Grecia- il paese pu superare il rischio dell'isolamento e della disomogeneit sociale, oltre al pericolo di uno spopolamento interno. Il teatro assume cos un significato nuovo ed importante per Monticchiello. Nel 1967 viene messa in scena "L'Eroina di Monticchiello", rielaborazione di un romanzo storico delle vicende dell'ultima guerra di Siena contro gli Spagnoli del 1553. Fu un'occasione per richiamare l'attenzione dei paesi vicini, anch'essi in fase di spopolamento a causa della crisi dell'agricoltura. L'esperienza ebbe successo.
Nel 1969 con lo spettacolo "Quel 6 aprile del '44" l'esperienza teatrale di Monticchiello ha affrontato per la prima volta un argomento della storia locale contemporanea, l'anniversario di un episodio della Resistenza: la mancata strage dei nazisti a Monticchiello - legandosi al giornalista e scrittore Mario Guidotti, da cui nascer il concetto di "autodramma" ed il vero "Teatro Povero."

"L'autodramma ha affermato Guidotti in uno dei suoi testi- (la definizione stata coniata da Giorgio Strehler) consiste nel recupero e nella illustrazione di un personaggio storico del passato che in Monticchiello visse od ag o in una vicenda fortemente radicata nella coscienza popolare e nel rapporto di questo personaggio e di questa vicenda col presente o addirittura nella possibilit della loro utilizzazione in una ipotesi di vita futura. La realt esistenziale, le ansie, i recuperi e le ricerche di una piccola comunit non arresa alla depressione sociale e morale e tesa ad una sopravvivenza spirituale e materiale che tenga conto dei valori, validi, di passate esperienze e al tempo stesso sia strutturata in una dimensione futuribile".
A partire dal 1981 il Teatro Povero sembra aver rinnovato lo stile, seguendo indicazioni pi moderne. La tradizionale presentazione della societ contadina analizzata criticamente, insistendo molto sul lato filosofico e sociologico del tema.
Lesperienza del Teatro Povero stata raccolta in un libro fotografico (AAVV) con la prefazione di Alberto Asor Rosa, le interviste agli autori-attori e le presentazioni originali degli autodrammi andati in scena dal 1967 ad oggi. Sempre a Monticchiello, inoltre, visitabile nellex granaio il Te.Po.Tra.Tos: Museo del Teatro Popolare Tradizionale Toscano, ultimo nato nella rete dei Musei Senesi.

Teatro Povero di Monticchiello
22 luglio - 13 agosto 06
Piazza della Commenda
Monticchiello, frazione di Pienza (SI)
tutte le sere (tranne luned) alle 21.30
Ingresso 11 euro - info 0578 755118 e www.teatropovero.it
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Dolci tentazioni tra le Dolomiti
Dal 29 giugno al 5 ottobre
Golf e relax sul lago di Como
1 marzo - 30 ottobre 2014
Offerte di viaggio
Alla scoperta dell'India tra yoga e spiritualità
Gran Tour del Peru'
Australia Fantastica con Chiariva
NOTIZIE
23/07/14 - Sport
A dieci giorni dal fischio conclusivo al Maracanà, Embratur, l’Ufficio Brasiliano del...
23/07/14 - Trekking
Per visitare i luoghi della Prima Guerra Mondiale basta trascorrere una vacanza al Passo San...
23/07/14 - Eventi e mostre
In occasione delle Notti dell’Archeologia 2014, venerdì 25 luglio il Museo...
23/07/14 - Festival
Fervono i preparativi per la seconda edizione del Festival dell’erranza, una manifestazione...
23/07/14 - Cinema
Dal 16 al 19 ottobre 2014 prende il via a Padova la terza edizione di Detour. Festival del Cinema...
Il tempo passa e la "Concordia" resta lì
Sapevate che … Povero Turismo, tanti blablabla, ma nessuno che fa? Constatato il grave...
Jazz nelle Langhe
Nelle Langhe torna dal 4 luglio al 1° agosto la manifestazione musicale MonfortInJazz. Teatro...
Una casa per i cani di Pompei
Meleagro, Plautus, Menade, Caio. Sono i cani randagi di Pompei, che vagabondano tra domus, templi e...
Turismo altalenante
Il turismo in Italia ha contrastato la crisi con una tenuta maggiore rispetto ad altri settori...
AV (Alta Velocità)? No! Alienante Viaggio da Bologna a...
Nella romagnola e a me cara Bertinoro partecipo a un interessante Convegno Internazionale...
Germania, non ancora (turisticamente) "ber alles", però...
  Buono l’andamento turistico nella repubblica tedesca fra gennaio e agosto di...
Meglio non fidarsi delle statistiche. Sapevate che...
Sapevate che... Fa sempre una certa pena vedere appassire alcuni Miti del Turismo? Accade –...
Luca Toni in campo per il turismo
Un nome (e un fisico) come quello di Luca Toni non passano di certo inosservati. Con calendari e...
L'artista prima dell'opera
I disegni di Lucio Fontana a Mendrisio, Paul Klee a Berna. La Svizzera si conferma buona...
Sorpresa Uruguay
Nella precedente e prima chiacchierata ho spiegato perché da sempre mi ha intrigato –...
Openart 2008, scultura nel parco di Roveredo
Apre dal 26 luglio al 5 ottobre Openart 2008, esposizione di scultura contemporanea all'aperto a...
LIBRI E GUIDE
Manuale dello chef di Claudio Sadler, Giunti Editore, Fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani, pagine 288, Euro 19,90.
La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
1.1658298969269