Mercoledì 28 Gennaio 2015 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Presepi di montagna
Una storia antica come il mondo racconta di un bambino nato in una mangiatoia. E la favola del presepio che si ripropone, ieri come oggi, nelle valli delle montagne piemontesi
di Eleonora Boggio

La Nativit
un vero e proprio rito quello del presepio, come lallestimento dellalbero di Natale sotto il quale riporre i doni la notte della vigilia o il panettone, dolce impasto con uova, uvetta e frutti canditi, da gustare nei giorni delle feste.
Fra i tanti riti natalizi, il pi tradizionale rimane ad ogni modo il presepio.
Daltronde, in che altro modo si potrebbe definire quel momento "speciale" nel quale la famiglia si trova riunita nella scelta delle statuine prima e nella trasformazione di un fondale di cartapesta nelle pi ardite geometrie abbellite dal muschio essiccato, poi?
Il presepio vanta un passato di tradizione millenaria. Gi a Roma, nel IV secolo, nel giorno di Natale venivano esposte immagini religiose, che dal decimo secolo assumono un carattere via via pi popolare, estendendosi in tutta Europa.
San Francesco, "inventore" del presepio
Particolare del forno nel presepe di Greggio
Il vero presepio come lo conosciamo noi oggi, con la rappresentazione della Nativit di Ges, affonda le sue origini nellanno 1223 e si deve alla profonda visione cristiana e alla creativit del poverello di Assisi. Francesco, anzich a Betlemme, fa rivivere la sacre scritture nella cornice di un paese della valle reatina: Greggio.
Da quel momento in poi la rappresentazione del sacro evento sar destinata ad estendersi a macchia dolio, con luso di materiali diversi a seconda della provenienza geografica e delle tradizioni popolari di ogni singola zona.
Cos nascono presepi in terracotta e in legno, frutto delle fredde valli montane o in corallo, madreperla, alabastro e conchiglie ad opera dei pescatori, figli del mare.
La tradizione napoletana
Tra gli estimatori di questarte, c il re Carlo III di Borbone, che nel settecento fa di Napoli la capitale del presepe. Qui si producono, ieri come oggi, raffigurazioni affollate di personaggi della nobilt, della borghesia e del popolo, ritratti nelle loro occupazioni quotidiane o nei momenti di svago: poco importa se intenti a banchettare o impegnati in balli e serenate. A Napoli segue Roma, quella barocca, e il presepe diviene uno status symbol per le famiglie pi importanti che lo allestiscono allinterno del cortile padronale, mostrandolo agli invitati durante convivi e banchetti.
E oggi? La tradizione a Napoli si rinnova sempre pi festosa. Vecchi personaggi e new-entry: presidenti del consiglio ed esorcisti in una kermesse di statuine colorate come le luci che le vestono.
Il fatto che Napoli sia la capitale del presepio non implica per che la sua cultura sia circoscritta al sud Italia. Tuttaltro. Il Piemonte vanta degli splendidi esempi e il biellese ne custodisce i migliori.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Sci e alpinismo sul Gran Paradiso
Dal 10 gennaio 2015 al 25 aprile 2015
Tra orchidee ed erbe spontanee
Da Maggio 2015 a Luglio 2015
Offerte di viaggio
Crociera alle Bahamas
L'isola del cioccolato
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
NOTIZIE
28/01/15 - Città d'arte
Con l’obiettivo di mantenere viva l’unicità del legame che da sempre la...
27/01/15 - Trasporti
Dall’Italia all’Oriente con un’unica soluzione di viaggio integrata che combina...
27/01/15 - Festival
L’universo della piccola nautica dà appuntamento ad operatori e appassionati del...
27/01/15 - Montagna
Il più vasto e soleggiato altipiano d’Europa nel cuore delle Dolomiti, invita a essere...
27/01/15 - Mostre
Un fulgore d’oro accoglierà il visitatore nella cinquecentesca Sala delle Arti e delle...
Barolo, finalmente il museo del vino
Autorità locali, regionali e nazionali taglieranno il nastro, sabato 11 settembre,...
Salone di Francoforte 2013: un bilancio verde
  Tornando dal 65° Salone dell'automobile di Francoforte (dal 12 al 22 settembre)...
Classic car, classic pic-nic
  Ma cosa ci fa una Fiat Topolino Giardiniera in un famoso quadro raffigurante la verde riva...
Task Brasil: per salvare i "meninos da rua"
Ultimamente la violenza di strada in molte città brasiliane sembra aumentata a dismisura. A Rio, in...
Molino Stucky, dalla farina a un Cinque Stelle
Quanti dei turisti che affollano quotidianamente Venezia, sono stati sull’isola della...
Le "puntigliose" Guide di Vidari
Quando nel Settecento il trasferimento da un luogo a un altro ha smesso di essere esplorazione e...
La stagione dei fiori in tre giardini
  1. OLANDA REGNO DEI FIORI In Olanda, il 21 marzo, primo giorno di primavera, riapre al...
Rieti "piccante" al peperoncino
Per la prima volta la città di Rieti tira fuori il suo... cuore piccante. Per quattro giorni...
Acque, colline e monasteri per il relax
Residenze d’epoca, relais di charme, resort, agriturismi, country house, centri benessere e...
Solidarietà in punta di dito
Un gioco o qualcosa di più? Il nome Subbuteo risuona nelle orecchie dei "ragazzi" degli anni...
Shenzhen, figlia di Hong Kong
Direttamente dall'aeroporto di Hong Kong, si può salire a bordo di comodi autobus che per...
LIBRI E GUIDE
Le avventure di Ulisse e altre storie di Geraldine McCaughrean, Mondadori, pagine 192, Euro 7,90
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
1.2966551780701