Lunedì 15 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Alla Fitur Madrilena con dopolavoro di “nieve, cochinillos, corderos y matanzas”
di Gian Paolo Bonomi

Madrid, La Almudena Cathedral
Come tradizione vuole, eccomi all’ennesima Fitur madrileña, invariabilmente in pieno inverno. Sennò - in occasione delle prime edizioni alla Casa de Campo - come te la saresti presa la pleurite se non con il gelido vento di fine gennaio che dalla Sierra de Guadarrama ti prendeva di infilata mentre zompavi da un padiglione a un altro? Freddo, pertanto, sicuramente, e se poi ti ritrovi con quel pelino di fortuna che non guasta mai (bene disse Shakespeare: “V’è nella vita umana una marea che colta al flusso conduce alla fortuna”, Giulio Cesare, atto III scena IV) ecco che ti ritrovi pure un po’ di neve (a scelta, in partenza dall’Italia o in arrivo in Spagna, poco importa).
Non parliamo poi se ti capita il “jackpot”, il massimo della buona sorte, neve qui e neve là, come gloriosamente accaduto quest’anno (quindi casini nell’andare dall’innevato nord Italia a Madrid e casini nel tornare per una tempestina di neve a Barajas la sera del ritorno). 
Volare tra nuvole e neve
In tal caso chi è nato sciùr o lo è diventato in seguito - e quindi ha volato con la linea - non avrà scoperto nulla di nuovo, mentre chi più risparmiosamente si era affidato ai voli Low Cost (come appunto accaduto al Renzo Druetto, baldo amico dello scrivano) ha appunto scoperto cosa vuol dire non nascere sciùr.
Accade infatti che se viaggi con la linea e nel volo di ritorno accade qualcosa di anormale (non solo che qualche arbitro fischi un rigore contro la Juve, ma anche, ad esempio, la cancellazione del volo per caduta dell’aereo che stava venendo a prenderti) qualche addetto della compagnia aerea prima (o - più probabilmente - poi) si fa vivo. Mentre se voli Low Cost scatta immantinente la ben nota Legge del Gasùa (arrangiati, son cacchi tùa) sicché, se non ti compri subito un biglietto di un volo di linea, rischi pure di stare qualche mese in attesa di notizie, rivivendo pertanto quel recente film in cui un poareto trascorse mezza vita dentro un aeroporto.
“Sorpasso” Fitur
All'interno di uno stand
Low Cost o Linea che sia (tanto tra breve non ci sarà più differenza, sia IB che AZ praticano ormai tariffe forse anche più basse di quelle low-sfigate) anche stavolta approdo alla Fitur e subito apprendo dagli amici spagnoli che l’edizione di quest’anno è quella del sorpasso.
Partita anni fa (quelli della sede nella gelida Casa de Campo) in posizione di retroguardia, come tutti i concorrenti all’esordio, la Fitur si è via via gargarizzata l’italica Bit e (appunto quest’anno) l’albionica WTM, per ritrovarsi pertanto alle spalle soltanto del colosso berlinese ITB.
Non è compito dello scrivano, più portato - fosse solo perché più intrigante e divertente - a raccontare sensazioni e vicenduole di costume, sciorinare freddi numeri e statistiche, ma già che gli sono stati gentilmente passati dall’efficiente ufficio stampa, eccoli: 205.000 presenze di cui 105.000 professionali e 100.000 visitatori (i soliti barbari che - è accaduto anche alla Bit - non trovando più dèpliant da portare via, cercano financo di sfilare il reggiseno alle standiste; 843 espositori diretti,  12.065 le imprese coinvolte in questa grande kermesse turistica.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Golf e relax sul lago di Como
1 marzo - 30 ottobre 2014
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
Offerte di viaggio
Self drive in moto lungo la Route 66
L'isola del cioccolato
Riposo e benessere tra le Dolomiti
NOTIZIE
15/09/14 - Ambiente
Si è conclusa la scorsa settimana l’installazione dei 14 binocoli panoramici...
15/09/14 - Libri
Venerdì 6 settembre 2014, alle ore 17,25, presso il Parco Acquasanta, Terme di Chianciano...
15/09/14 - Trasporti
Da oggi è attiva all’aeroporto di Milano Malpensa l’Area 10 minuti che offre...
15/09/14 - Lavoro
Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha...
15/09/14 - Enogastronomia
Sono tante le esperienze da vivere al Wine Food Festival Emilia Romagna, edizione 2014...
Più leggeri dell'aria
Brugherio, un piccolo comune a nord di Milano, ricorderà da venerdì 13 a domenica 15...
Si parte con le "app"
La Sita, multinazionale specializzata nella fornitura di servizi tecnologici e di comunicazione per...
Repubblica Ceca, City Break e pellegrinaggi
Praga attrae, il resto del paese affascina. Potrebbe essere questo lo slogan per la Repubblica...
Viaggi d'affari e crescita, Uvet ottimista
Il mondo dei viaggi d'affari non è stato risparmiato dalla congiuntura economica negativa....
Alitalia e le spoglie di Windjet
  Sapevate che... La ferragostana vicenda “Windjet zompa e 300.000 a terra” (un...
Il turismo enogastronomico per creare lavoro
L’Italia, si sa, è amata e apprezzata per la varietà e ricchezza della sua...
Mit lancia "TotoBerlusca" con ricchi premi
Sapevate che… Alitalia è lo specchio del Belpaese?Non ci credete? Dare allora un...
A Berlino, un fine settimana tra musica e architettura
In occasione del ponte di Ognissanti Il Sipario Musicale organizza un viaggio-evento a Berlino. Il...
Cile-Italia (1976 e 2011) di Coppa Davis
Insalatiera che tale non è (preciserebbe il mio amico Rino Tommasi, tanto pignolo quanto...
Expo 2015 viaggia in treno per l'Italia
Alla fine di agosto è stato presentato a Venezia, ExpoExpress, un treno mostra, in viaggio...
Convertirsi al sostenibile
Prestare attenzione al risparmio energetico e al rispetto per l'ambiente premia, in termini...
LIBRI E GUIDE
La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
1.1851170063019