Giovedì 29 Gennaio 2015 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Nicaragua, terra di laghi e di vulcani
A volte la tanto disprezzata politica consente di localizzare luoghi difficili da scoprire persino sulle carte geografiche. E il caso del Nicaragua, paese dalla natura forte e dalla storia interessante
di Gian Paolo Bonomi

Len, la cattedrale
Linsufficiente conoscenza del Nicaragua soprattutto dovuta alle vicende storiche. Eccessivamente minuscolo (un tempo connotato negativo, oggi invece piccolo bello) rispetto alle grandi nazioni nord (Messico) o sud americane (Argentina, Per, Colombia ecc.), il Nicaragua non pot che ricoprire un ruolo di secondo piano nelle lotte per lindipendenza dalla Spagna, a inizio Ottocento.
In seguito, sempre per lesiguit dei suoi spazi e per le obiettive difficolt logistiche, questo territorio centro-americano non fu meta del grande flusso migratorio che vide parte dellEuropa latina trasferirsi nel Nuovo Continente.
Finalmente, dopo tanto silenzio, fu appunto la politica a rendere il Nicaragua un po meno carneade. Verso la fine del secolo scorso chi non ricorda - non di rado apparse nelle prime pagine dei quotidiani - le vicende dei Sandinisti, nella drammatica ribellione al terrore del dittatore Somoza e le successive dispute con i Contras, appoggiati dai Gringos nordamericani?
Nel cuore delle Americhe
Isola di Ometepe
Oggid pi tranquillo e in condizioni di stabilit politica, il Nicaragua si apre al mondo con proposte turistiche non eccezionali ma sicuramente valide. La vera motivazione per una visita in questo angolo del Centro America va pertanto ricercata nel contatto con madre natura, nel godimento di panorami e paesaggi inusitati, nella certezza di non vedere cose finte e cartapesta (turistiche secondo i puristi dei viaggi intelligenti).
Il Nicaragua (centotrentamila chilometri quadrati, meno della met della superficie dellItalia, pi di cinque milioni di abitanti) vanta il soprannome di ombelico delle Americhe perch posto (Honduras al nord, Costa Rica a sud) a met del Centro America. Questo lungo ma non vasto serpentone di terra, poco pi di cinquecentomila chilometri quadrati per circa trenta milioni di abitanti, inclusi Guatemala, Belize, El Salvador e Panam, turisticamente poco noto perch compresso dai due subcontinenti, a nord e a sud.
Acqua e fuoco, segni distintivi
Vulcano San Cristonal
Alcuni dati statistici consiglierebbero invece un salto nel Centro America. Possiede solo lo 0,4 % della superficie emersa della Terra ma vanta l8% della bio-diversit. La natura protagonista con cento vulcani inattivi e ben quattordici localit e monumenti sono stati dichiarati Patrimonio dellUmanit.
In Nicaragua lattento viaggiatore (e se tale, vorr arrivare con il bel tempo, da dicembre ad aprile; meno suggerita la stagione piovosa da agosto a novembre e quella calda da maggio a luglio; occhio al termometro tra le undici e le quindici, la hora del diablo) non trova solo le bellezze naturali rappresentate da tanti laghi, venticinque vulcani di cui sei attivi, verdi paesaggi talvolta non tropicali; poco distanti dallEquatore (tra gli 11 e i 15 gradi nord) incuriosiscono le praterie ricche di bovini.
Una passeggiata o una visita di un mercato artigianale mettono a contatto con sorprendenti - per chi non le conosce o non le vuole conoscere - realt del Centro America, alcune inquietanti, altre aperte alla speranza.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 
Week-end e tempo libero
Trenino 100 valli & Laghi
Dal 1 al 3 maggio 2015 - Quota da € 298,00
Roma e Villa d'Este
Dal 14 al 15 marzo 2015 " Quota da € 190,00
Offerte di viaggio
Cultura e benessere in Slovenia
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
Carinzia: l'inverno è donna!
NOTIZIE
29/01/15 - Ambiente
Un week-end di escursioni nelle zone umide e attività con le scuole lunedì per...
29/01/15 - Curiosità
L’Economist Intelligence Unit, con il report The Safe Cities Index 2015, ha appena pubblicato...
29/01/15 - Italia nord
Seven Stars Galleria, insieme ad AlessandroRosso Group. annuncia la realizzazione di un percorso...
29/01/15 - Mete europee
Arriva da Londra la nuova mossa pensata per sviluppare il settore turistico. A darne notizia...
29/01/15 - Mostre
Il Museo Nazionale del Cinema propone alla Mole Antonelliana di Torino dal 29 gennaio al 3 maggio...
Il gelato dell'Unità d'Italia
Anche se il “compleanno” dell’Italia è ormai passato, proseguono le...
In difesa dell'Artico. Canta Sarah Stride
Visitare il Polo Nord è il sogno nel cassetto degli amanti dei viaggi estremi. Trascorrere...
Euro, dove sei finito?
Recentemente abbiamo dato notizia del “No Cash Day” una giornata per promuovere...
Il Pintoricchio a San Gimignano
Il 6 settembre aprirà al pubblico nella Pinacoteca civica di San Gimignano una mostra...
La Casa Romana "ritrovata"
Roma riserva ancora straordinarie sorprese dopo più di tre millenni dalla sua fondazione....
La regola del Samurai
C'è tempo fino al 18 luglio per visitare Palazzo Fortuny, a Venezia, e le sue tre mostre:...
Scacchi d'alabastro
Non occorre essere appassionati di scacchi piuttosto estimatori delle cose belle, realizzate con...
Amarsi a Venezia, con la Calabria nel cuore
L’estate è perfetta per innamorarsi. Complice la voglia di divertirsi e la...
La primavera musicale di Praga
Il 12 maggio è Prazské jaro [Primavera a Praga]. Il giorno della morte del...
Innsbruck, note antiche sotto le Alpi
  È stato presentato il programma dell’estate musicale di Innsbruck. La capitale...
Piero l'alternativo
Povero Piero. Molte sue opere sono state trovate in posti strani, mezze distrutte, sbiadite su muri...
LIBRI E GUIDE
Turista per professione di Laura Celotto, EEE, pagine 176, Euro 13,00. Versione e-book, euro 4,99.
Federico Barbarossa e la Battaglia di Monte Porzio Catone di Jennifer Radulovic, editore Jouvence (Gruppo Mim edizioni) pagine 208, Euro 18,00.
TUTTI I DOSSIER
1.3695838451385