Mercoledì 26 Novembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Nicaragua, terra di laghi e di vulcani
A volte la tanto disprezzata politica consente di localizzare luoghi difficili da scoprire persino sulle carte geografiche. E il caso del Nicaragua, paese dalla natura forte e dalla storia interessante
di Gian Paolo Bonomi

Len, la cattedrale
Linsufficiente conoscenza del Nicaragua soprattutto dovuta alle vicende storiche. Eccessivamente minuscolo (un tempo connotato negativo, oggi invece piccolo bello) rispetto alle grandi nazioni nord (Messico) o sud americane (Argentina, Per, Colombia ecc.), il Nicaragua non pot che ricoprire un ruolo di secondo piano nelle lotte per lindipendenza dalla Spagna, a inizio Ottocento.
In seguito, sempre per lesiguit dei suoi spazi e per le obiettive difficolt logistiche, questo territorio centro-americano non fu meta del grande flusso migratorio che vide parte dellEuropa latina trasferirsi nel Nuovo Continente.
Finalmente, dopo tanto silenzio, fu appunto la politica a rendere il Nicaragua un po meno carneade. Verso la fine del secolo scorso chi non ricorda - non di rado apparse nelle prime pagine dei quotidiani - le vicende dei Sandinisti, nella drammatica ribellione al terrore del dittatore Somoza e le successive dispute con i Contras, appoggiati dai Gringos nordamericani?
Nel cuore delle Americhe
Isola di Ometepe
Oggid pi tranquillo e in condizioni di stabilit politica, il Nicaragua si apre al mondo con proposte turistiche non eccezionali ma sicuramente valide. La vera motivazione per una visita in questo angolo del Centro America va pertanto ricercata nel contatto con madre natura, nel godimento di panorami e paesaggi inusitati, nella certezza di non vedere cose finte e cartapesta (turistiche secondo i puristi dei viaggi intelligenti).
Il Nicaragua (centotrentamila chilometri quadrati, meno della met della superficie dellItalia, pi di cinque milioni di abitanti) vanta il soprannome di ombelico delle Americhe perch posto (Honduras al nord, Costa Rica a sud) a met del Centro America. Questo lungo ma non vasto serpentone di terra, poco pi di cinquecentomila chilometri quadrati per circa trenta milioni di abitanti, inclusi Guatemala, Belize, El Salvador e Panam, turisticamente poco noto perch compresso dai due subcontinenti, a nord e a sud.
Acqua e fuoco, segni distintivi
Vulcano San Cristonal
Alcuni dati statistici consiglierebbero invece un salto nel Centro America. Possiede solo lo 0,4 % della superficie emersa della Terra ma vanta l8% della bio-diversit. La natura protagonista con cento vulcani inattivi e ben quattordici localit e monumenti sono stati dichiarati Patrimonio dellUmanit.
In Nicaragua lattento viaggiatore (e se tale, vorr arrivare con il bel tempo, da dicembre ad aprile; meno suggerita la stagione piovosa da agosto a novembre e quella calda da maggio a luglio; occhio al termometro tra le undici e le quindici, la hora del diablo) non trova solo le bellezze naturali rappresentate da tanti laghi, venticinque vulcani di cui sei attivi, verdi paesaggi talvolta non tropicali; poco distanti dallEquatore (tra gli 11 e i 15 gradi nord) incuriosiscono le praterie ricche di bovini.
Una passeggiata o una visita di un mercato artigianale mettono a contatto con sorprendenti - per chi non le conosce o non le vuole conoscere - realt del Centro America, alcune inquietanti, altre aperte alla speranza.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 
Week-end e tempo libero
Relax tra terme e montagne
Valido fino al 30 novembre 2014
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
Benessere ad alta quota
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
NOTIZIE
26/11/14 - Gastronomia
Domenica 30 novembre, è in programma la 18esima edizione della “Sagra della...
26/11/14 - Mostre
Oltre sessanta opere della collezione Galvagno ripercorrono il secolo breve ad Agrigento dal...
26/11/14 - Cinema
Il cinema in lingua originale è una consuetudine all’Institut Français di...
26/11/14 - Italia centro
Si svolgerà presso l’Oratorio della Carità di Fabriano, domani 27 novembre, il...
26/11/14 - Trasporti
Un nuovo collegamento aereo nonstop sarà attivato a giugno 2015 tra Venezia e l’hub di...
Alba di un giorno nuovo a Brasilia
Tra le comunità religiose fondate a Brasilia e dintorni, luoghi come Alto Paraiso (alto paradiso)...
L'arte dell'orecchietta
  Pensi alle orecchiette e subito ti vengono in mente le cime di rapa. In Puglia oltre alla...
Tutto Palladio al prezzo di una pizza...
Il 2008 è stato il V centenario della nascita del grande architetto Andrea Palladio. La...
Quando il castello diventa hotel
Castelli medievali che tornano a splendere aprendo le loro porte ai turisti. TripAdvisor, sito di...
Un secondo quarto di luna all'Hangar Bicocca
Terre Vulnerabili, il progetto espositivo d’arte contemporanea di Hangar Bicocca a Milano, ha...
Raqs el Saif, la danza che dona la libertà
La danza Raqs el Saif affonda le sue radici nei tempi lontani e scintillanti di ori dei sultani...
Si affacciava sul mare la villa di Poppea
La Villa di Poppea a Oplontis, oggi Torre Annunziata, sulle pendici del Vesuvio, una delle...
Gavardo dove si trova il popolo dei laghi
  Gavardo è un comune bresciano, sito nell’immediato o quasi entroterra del lago...
Dresda. Guerra e pace
  Dresda, infelice Dresda! Nella notte tra il 13 e 14 febbraio del 1945, a guerra ormai...
Arte e cultura, un diritto di tutti
Dal percorso tattile per ipovedenti e non vedenti alla Pinacoteca Agnelli di Torino all'iniziativa...
S'udiva una volta. Note antiche a Innsbruck
  Anche per il 2012 Innsbruck si prepara per il tradizionale Festival di Musica Antica. Il...
LIBRI E GUIDE
Omega me autori vari, Trenta Editore, pagine 224, Euro 19,50.
Io sono un mito di Francesca Bonazzoli, Michele Robecchi, Electa, pagine 144, illustrazioni 175, Euro 19,90.
TUTTI I DOSSIER
1.1821792125702