Martedì 23 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
La "Semana Santa" di Lorca
Una manifestazione di fede dai mille colori e rumori, dallintensa e vociante partecipazione di popolo. Dove, se non nella "caliente" Spagna?
di Gian Paolo Bonomi

Sono trascorsi alcuni mesi da una trasferta automobilistica (4.400 chilometri, ma per la Spagna si fa questo ed altro) alla Semana Santa di Lorca, vivace citt contadina, 70.000 abitanti, nella Regin de Murcia, a pochi chilometri dallAndalusa). Un discreto lasso di tempo, che per non mi impedisce di cancellare dalle orecchie (periodicamente risuonano vibranti) due urlate professioni di fede, strillate manifestazioni vocali, espressioni di tifo calcistico che segnarono le mie serate del Gioved e del Venerd Santo, durante imponenti non meno che faraoniche processioni, ben definite Desfiles Biblicos-Pasionales, personajes del Antiguo y Nuevo Testamento (la Semana Santa stata dichiarata di Inters Turistico Nacional).
Incitamenti da stadio
"Viva el Paso Blanco!" (seguito da altri Viva dedicati alla madonna protettrice del Paso osannato), gridava una voce decisa (pi da Fossa dei Leoni che da processione religiosa).
"Viva el Paso Azul!" replicava con veemenza unaltra voce stridente (pi da Furie Nerazzurre che da pia sfilata per commemorare la Passione di Cristo) in un caos di vessilli, fazzoletti, stendardi, berretti, coccarde bianche e blu.
Ma se lorecchio ricorda, anche locchio vuole la sua parte. Nonostante il tempo trascorso, rammento perfettamente (ancorch lontane, non sistemate nella mia tribuna, ma in quella di fronte) i gesti un filino isterici delle due ultras pi scatenate in una urlante sfida allultimo Viva, un Ok Corral della aficin senza soste; terminato lincitamento della Pasionaria di un Paso - ma anche i maschi non scherzavano, per numero e slancio- contestualmente si alzava lomologa del Paso opposto e scatenava la reazione.
Cos un Paso? Ne trascrivo la spiegazione dal dizionario della Real Academia Espaola de la Lengua (non occorrono traduzioni): "Efigie o grupo que representa un suceso de la Pasin de Cristo y se saca en procesin por la Semana Santa". Per estensione, per, da singola effigie o gruppo scultoreo portato in processione, a Lorca per Paso si intende anche la Confraternita (Cofrada, Hermandad) che partecipa alla processione (tra i tanti, gli incappucciati, i costaleros che sorreggono il Paso) e alle altre manifestazioni della Semana Santa.
Processioni colorate e "colorite"
Si sarebbe dovuta aprire la testimonianza sulla Semana Santa di Lorca con la descrizione dei soggetti, delle istituzioni e delle manifestazioni da loro organizzate, ma la vicenda del Paso Blanco e del Paso Azul mi ha affascinato e stupito a tal punto da meritare la precedenza.
Per tanti motivi. Esistono ad esempio anche altri Pasos: il Morado, lEncarnado e il Negro, ma sono considerati di serie B (giusto qualche battimani al loro passaggio). E come se da noi uno della Salernitana o del Treviso tenesse per la Roma o la Juventus; a Lorca laficionado al Paso Morado o allEncarnado pu benissimo tifare anche per il Blanco o per lAzul).
Ma un motivo domina su tutti. Mi riferisco alla stranezza di questo tifo da stadio, al niente cui corrispondono grida, urla, Viva (e parlandosi di gente civilissima superfluo precisare che non si sentono Abbasso), vessilli, incitamenti, battimani.
S, perch si "combatte" per qualcosa di etereo (e forse qui sta il bello della vicenda) nel senso che un Paso tutto e niente e la disfida non finisce con vincitori e vinti (il mio stupore sulla rivalit Blanco y Azul non poi cos ingenuo: in tutta la Spagna arcinota lesasperazione Blanca o Azul della Semana Santa di Lorca).
Un Paso "tutto e niente" perch (pur disponendo, ovviamente, di una sede e financo di un museo nello stesso edificio di una chiesa) non identificabile, come accade a Siviglia, con un barrio (rione), una contrada, non ha connotazioni politiche o sociali, laderirvi non comporta tesseramenti. La aficin per un Paso (si usi questo aggettivo ormai tanto di moda) trasversale.
Come Milan e Inter, o Real Madrid e Bara, allora? Eh no, ecco la differenza che intriga. Chi tiene per una squadra di calcio (o per un partito politico) si adopera (trombette, urla, striscioni) per il raggiungimento di un successo, una vittoria, regolarmente sanzionata da un risultato, una classifica, un conteggio.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Dolci tentazioni tra le Dolomiti
Dal 29 giugno al 5 ottobre
Offerte di viaggio
Riposo e benessere tra le Dolomiti
Gran Tour del Peru'
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
NOTIZIE
23/09/14 - Lavoro
Crewlink, partner ufficiale di Ryanair nella formazione e selezione, terrà una serie di...
23/09/14 - Cultura
Parte la prima stagione di Prospettive Critiche, un ciclo di incontri nel campo delle scienze...
23/09/14 - Tecnologia
È stata appena rilasciata la versione mobile di booking.dolomiti.org, il portale di booking...
22/09/14 - Eventi e mostre
Giovedì 25 settembre Dialogo nel buio - il percorso multisensoriale, in totale assenza di...
22/09/14 - Trasporti
Italia e Svizzera hanno firmato un accordo bilaterale in materia di trasporto ferroviario, visto il...
In Alta Badia, cucina d'altura
Si inizia con otto chef provenienti da alcune regioni italiane che propongono le loro ricette a...
Sicuri in strada con l'auto
Andatura indecisa, manovre lente: "sicuramente è una donna". Quante volte gli uomini pronunciano...
Il linguaggio segreto del gioco
Giocare è il lavoro dei bambini. Il gioco antidoto allo stress, per apprendere la consapevolezza...
Turismo estetico: andare in vacanza e tornare col seno nuovo
In Tunisia per rifarsi il seno, in Croazia per avere un viso più giovane, in Romania,...
Veneto riscoperto
Uno dei segni di perdita o di riscoperta del proprio passato si mostra a tavola: con il vino, il...
Altro che vacanze bestiali!
C’è chi dice che gli animali facciano una vita da cani. Chi lo dice non conosce Pixi....
La passione per il cibo nasce da piccoli
Domenica tardo pomeriggio. “Vieni anche tu?”. “No mamma preferisco rimanere a...
Il chiosco Seradel, magia sul Garda
  Il chiosco Seradel è una piccola magia gardesana. Si trova a Padenghe del Garda, in...
Tra i monti della Val Pusteria
A 1.400 metri di altitudine, lontani dalla quotidianità, la vita è scandita dai ritmi...
Firenze nel calice
"Firenze così non l'hai mai vista!" è lo slogan di Wine Town Firenze, prima edizione...
Emilia Romagna: un mondo termale
Le Terme dell’Emilia Romagna si presentano nella nuova Guida realizzata dall’Unione...
LIBRI E GUIDE
Omega me autori vari, Trenta Editore, pagine 224, Euro 19,50.
La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
0.96267819404602