Sabato 31 Gennaio 2015 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
La "Semana Santa" di Lorca
Una manifestazione di fede dai mille colori e rumori, dallintensa e vociante partecipazione di popolo. Dove, se non nella "caliente" Spagna?
di Gian Paolo Bonomi

Sono trascorsi alcuni mesi da una trasferta automobilistica (4.400 chilometri, ma per la Spagna si fa questo ed altro) alla Semana Santa di Lorca, vivace citt contadina, 70.000 abitanti, nella Regin de Murcia, a pochi chilometri dallAndalusa). Un discreto lasso di tempo, che per non mi impedisce di cancellare dalle orecchie (periodicamente risuonano vibranti) due urlate professioni di fede, strillate manifestazioni vocali, espressioni di tifo calcistico che segnarono le mie serate del Gioved e del Venerd Santo, durante imponenti non meno che faraoniche processioni, ben definite Desfiles Biblicos-Pasionales, personajes del Antiguo y Nuevo Testamento (la Semana Santa stata dichiarata di Inters Turistico Nacional).
Incitamenti da stadio
"Viva el Paso Blanco!" (seguito da altri Viva dedicati alla madonna protettrice del Paso osannato), gridava una voce decisa (pi da Fossa dei Leoni che da processione religiosa).
"Viva el Paso Azul!" replicava con veemenza unaltra voce stridente (pi da Furie Nerazzurre che da pia sfilata per commemorare la Passione di Cristo) in un caos di vessilli, fazzoletti, stendardi, berretti, coccarde bianche e blu.
Ma se lorecchio ricorda, anche locchio vuole la sua parte. Nonostante il tempo trascorso, rammento perfettamente (ancorch lontane, non sistemate nella mia tribuna, ma in quella di fronte) i gesti un filino isterici delle due ultras pi scatenate in una urlante sfida allultimo Viva, un Ok Corral della aficin senza soste; terminato lincitamento della Pasionaria di un Paso - ma anche i maschi non scherzavano, per numero e slancio- contestualmente si alzava lomologa del Paso opposto e scatenava la reazione.
Cos un Paso? Ne trascrivo la spiegazione dal dizionario della Real Academia Espaola de la Lengua (non occorrono traduzioni): "Efigie o grupo que representa un suceso de la Pasin de Cristo y se saca en procesin por la Semana Santa". Per estensione, per, da singola effigie o gruppo scultoreo portato in processione, a Lorca per Paso si intende anche la Confraternita (Cofrada, Hermandad) che partecipa alla processione (tra i tanti, gli incappucciati, i costaleros che sorreggono il Paso) e alle altre manifestazioni della Semana Santa.
Processioni colorate e "colorite"
Si sarebbe dovuta aprire la testimonianza sulla Semana Santa di Lorca con la descrizione dei soggetti, delle istituzioni e delle manifestazioni da loro organizzate, ma la vicenda del Paso Blanco e del Paso Azul mi ha affascinato e stupito a tal punto da meritare la precedenza.
Per tanti motivi. Esistono ad esempio anche altri Pasos: il Morado, lEncarnado e il Negro, ma sono considerati di serie B (giusto qualche battimani al loro passaggio). E come se da noi uno della Salernitana o del Treviso tenesse per la Roma o la Juventus; a Lorca laficionado al Paso Morado o allEncarnado pu benissimo tifare anche per il Blanco o per lAzul).
Ma un motivo domina su tutti. Mi riferisco alla stranezza di questo tifo da stadio, al niente cui corrispondono grida, urla, Viva (e parlandosi di gente civilissima superfluo precisare che non si sentono Abbasso), vessilli, incitamenti, battimani.
S, perch si "combatte" per qualcosa di etereo (e forse qui sta il bello della vicenda) nel senso che un Paso tutto e niente e la disfida non finisce con vincitori e vinti (il mio stupore sulla rivalit Blanco y Azul non poi cos ingenuo: in tutta la Spagna arcinota lesasperazione Blanca o Azul della Semana Santa di Lorca).
Un Paso "tutto e niente" perch (pur disponendo, ovviamente, di una sede e financo di un museo nello stesso edificio di una chiesa) non identificabile, come accade a Siviglia, con un barrio (rione), una contrada, non ha connotazioni politiche o sociali, laderirvi non comporta tesseramenti. La aficin per un Paso (si usi questo aggettivo ormai tanto di moda) trasversale.
Come Milan e Inter, o Real Madrid e Bara, allora? Eh no, ecco la differenza che intriga. Chi tiene per una squadra di calcio (o per un partito politico) si adopera (trombette, urla, striscioni) per il raggiungimento di un successo, una vittoria, regolarmente sanzionata da un risultato, una classifica, un conteggio.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Roma e Villa d'Este
Dal 14 al 15 marzo 2015 " Quota da € 190,00
Napoli e Costiera Amalfitana
Dal 24 al 27 maggio 2015 - Quota € 318,00
Offerte di viaggio
Pasqua Lago di Bled e Lubiana
Pasqua a New York
Carinzia: l'inverno è donna!
NOTIZIE
30/01/15 - Enogastronomia
Comincia dal milanese Starhotel Rosa Grand l’abbinamento tra il meglio dell’offerta...
30/01/15 - Paesi lontani
Il 2015 parte con importanti novità per lo Stato di Israele: è stata lanciata la...
30/01/15 - Tecnologia
A piedi, al volante, e perfino da morti: la città di Trento è tutta da visitare. Una...
30/01/15 - Avvenimenti
Il 29 gennaio si è chiusa una lunga storia, un contenzioso inenarrabile, cominciata nel...
30/01/15 - Expo Milano 2015
L’Aeroporto di Milano Bergamo si prepara all’appuntamento con Expo 2015 adeguando le...
Salento da amare
Lungo la Via Appia, regina viarum, ora SS 7, che da Roma conduceva merci e truppe romane a Brindisi...
Mele e vinacce per la salute alle Terme di Merano
  Chi viaggia in Alto Adige, scopre subito, avvicinandosi al territorio di Merano, le distese...
O mia bèla polpetina...
  Tanto tempo fa, un amico milanese invitò Chef Boris a una strana esperienza...
Un mese al tartufo
Compie 21 anni la “Fiera nazionale del Tartufo nero di Fragno” che torna a Calestano...
Cuba, il Paese degli "inventos"
Cuba è forse l'unico Paese al mondo dove due monete hanno parallelo corso legale. Si chiamano allo...
Da Abu Dhabi la cena di Iftar
  In Russia un buon numero di persone sono di religione islamica, soprattutto quelle che...
Una pizza naturale sui Navigli
“Voglio mangiare la pizza! Solo la pizza!”. Trovarsi in zona Navigli, a Milano, e...
In Lituania la tavola si colora con piatti genuini e di...
Da bambino, mi ricordo che il mio baba andava ogni tanto in Lituania per lavoro. Da Mosca era un...
Il piacere di vivere con lentezza
Il 12 maggio si celebra la Giornata mondiale della Lentezza. L’iniziativa, alla sua ottava...
Bianco superstar
È di moda il bianco. Nel vestire, nell’arredamento, nel design è arrivato come...
A piedi sulle tracce della cucina di Artusi
  Dovevano essere 17 km, alla fine sono stati 20. Ma non importa. La prima tappa del...
LIBRI E GUIDE
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
Turista per professione di Laura Celotto, EEE, pagine 176, Euro 13,00. Versione e-book, euro 4,99.
TUTTI I DOSSIER
1.956465959549