Lunedì 22 Dicembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Chiudono le Scuole. E’ tempo di voti!
di Gian Paolo Bonomi

Compito in classe, valutazioni (a quei tempi si dava solo il risultato finale, non c’erano ancora gli exit-polls): Ariatta 7, Belletti 6, Boella 6, Bollea 7, Bonomi 3 (qualche volta riuscii anche a spingermi, non senza qualche sforzo, fino al 4, ma arrivare più su era un’impresa più difficile del raggiungimento del pareggio da parte di Siniscalco).
Quanti voti ho dovuto subire a scuola, sempiternamente brutti, anzi pessimi (ancor peggiori di quelli che adesso assegnano al Berluskaz di “Bossiano” conio, e poi assegneranno pari pari a chi gli avrà fregato il posto, visto che il difetto non sta nei partiti ma sta nel manico).
E a fine anno la pagella. In prima liceo scientifico me ne rifilarono una che sembrava (soprattutto nelle materie scientifiche) una schedina del Totocalcio (per di più senza nemmeno un pareggio, una X che fosse una, magari fosse successo così anche all’Inter nello scorso campionato: 1 – 2 – 1 – 2 e vai facile “a ottobre”.
Adesso tocca a me!
Amedeo Ottaviani
Concordato con Eduardo che gli esami non finiscono mai, adesso mi sono rotto di aver trascorso una vita da mediano, nel senso di essere sempre stato io a essere giudicato senza aver mai giudicato gli altri (né mi sarebbe stato possibile alla IX Sezione del Tribunale di Milano che ho avuto il piacere di frequentare per ben nove anni per appassionanti vicende divorzistiche, sarebbe stata roba da Tecoppa).
E allora giudico io, con tanto di voto, ovviamente immediato e inappellabile (sennò tra Appello, Cassazione e la storia che un giorno devi andare alla Camera, un altro al Senato, un altro ancora hai le tue cose dopodiché devi andare all’aeroporto a prendere George, va a finire come piazza Fontana, dopodiché i condannati tirano fuori la prescrizione, che non è un’assoluzione ma tanto tutti credono che sia tale perché troppo occupati a vedere Baudo e la Venier).
Elargisco pertanto voti a tutto e tutti, cominciando ovviamente (come “obligent” connotati, vocazione e filosofia di “Mondointasca”) dal Turismo ai suoi Massimi Sistemi (Billè e Ottaviani, sanno tutto ma proprio tutto su come si organizzano e si vendono i viaggi e quindi parlano sempre ma proprio sempre) fino, giù giù, a quella galassia di “mundillos” che lo compongono (tour operator, ferrovie, enti, stampa con ascendente tartina e spumantino, albergatori con il bel presidente sempre figo in posa, compagnie aeree e i loro numerosi sindacati  etc etc).
Via coi voti...
Si cominci con il tour operator Azemar il cui amministratore delegato ha avuto l’onestà e il coraggio civile di dichiarare al TTG Newletter (25/5) che i viaggi alle Maldive hanno subito “un calo pesante”. Era ora che (finalmente) qualcuno raccontasse le cose come stanno (eppoi, si dice anche in milanese che “in del lavurà gh’è el so bel e el so brutt”) e non è che una flessione del lavoro sia una malattia da mettersi a letto, soprattutto perché tra Tsunami e crisi economica anche un allocco avrebbe previsto che si sarebbe viaggiato meno. Molto meglio l’Azemar di tanti tour operator che dichiarano fantastici risultati dopodiché mettono giù il telefono e vanno a portare i libri in Tribunale (o a consegnare la bottega alla banca prestante el dinero). Bravo Azemar, Voto 8.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
Tour da Oscar
Valido fino a Dicembre 2014
Offerte di viaggio
Crociera alle Bahamas
Benessere ad alta quota
L'isola del cioccolato
NOTIZIE
22/12/14 - Curiosità
Il London City Airport ha messo a disposizione dei passeggeri un originale servizio per inviare...
19/12/14 - Festival
Dal 26 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 ritorna a Genova e Rapallo il Circumnavigando Festival, la...
19/12/14 - Mostre
Il Museo Nazionale del Cinema di Torino rimarrà aperto per tutte le festività,...
19/12/14 - Mostre
Sabato 20 dicembre 2014, alle ore 16.00, a Cosenza, presso il Palazzo Arnone, sarà...
18/12/14 - Concerti
L’Harlem Gospel Choir, chiamato calorosamente dai fan “Gente di Dio che viene da...
I consigli del soccorso alpino si scaricano dal web
Cai e soccorso alpino e speleologico lombardo ricordano che sette miniguide per la sicurezza in...
India. Frammenti portoghesi nel Gujarat
  Bizzarra la storia di Diu. Snella isola (lunga 11 chilometri, larga solo 3) bagnata dal Mar...
Turismo unito d'America
Prima o poi doveva capitare. Gli Stati Uniti d'America erano rimasti tra i pochi Paesi al mondo a...
Egitto: i tour operators si arrendono alla tragedia
Sapevate che… Turisticamente parlando dell’Egitto i tour operators hanno dovuto...
Lo zampino del fisco sui viaggi. Le agenzie ringraziano
Sapevate che … Se si parla di Turismo all’estero (ma, breve inciso: non ci era stato...
Giovani viaggiatori raccontano
Viaggiare, un'esperienza personalissima che apre a nuovi mondi a volte profondamente distanti dal...
La Sicilia che conviene
L'Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si...
Numeri utili quando si parte
Ci sono alcuni numeri telefonici da tenere sempre a portata di mano, perché sono utili in...
Cosa fare se si smarrisce la carta di credito all'estero
Nel portafoglio del viaggiatore attento non può mancare una carta di credito per evitare di...
In viaggio con il sole
Li chiamano “gadget solari” gli ultimi prodotti di tendenza dell’economia...
Dilemma a Milano tra posteggio e posteggiatrici
Sapevate che... Tornato da una bella gita in India e Maldive l’umile tenutario di questa ...
LIBRI E GUIDE
Federico Barbarossa e la Battaglia di Monte Porzio Catone di Jennifer Radulovic, editore Jouvence (Gruppo Mim edizioni) pagine 208, Euro 18,00.
Il Poeta Buongustaio 30 storie e ricette tradizionali in rime 20 sonetti mangerecci di Gianni Seviroli, Edizioni Panico, Galatina (Le), pagine 174, Euro 16,00.
TUTTI I DOSSIER
1.321928024292