Domenica 19 Aprile 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Danze nel Mondo / India
L'antica arte del Bharata Natyam
riduttivo definirla solamente "danza". Il Bharata Natyam un'arte indiana composita e articolata, custodita e tramandata dalle Devadasi, le danzatrici sacre. Una danza che culmina nella rappresentazione di figure geometriche spettacolari agli occhi dello spettatore
di Emma Altomare

La danza Bharata Natyam è uno degli stili più antichi della danza classica indiana.

Le sue origini risiedono nel sud dell’India, con epicentro nel Tamil Nadu, lì il Bharata Natyam veniva praticato nei templi e nelle corti reali.

Considerata non solo una danza, ma una forma d’arte vera e propria, veniva custodita e tramandata dalle Devadasi, le danzatrici sacre che dedicavano e offrivano la loro vita alle divinità dei templi, preposte anche all’esecuzione dei riti danzanti.

Pur essendo oggi una danza “profana”, il bharata natyam, fedele alle caratteristiche delle danze indiane, ne conserva l’originale aspetto di devozione.

Geometrie danzanti

In questo stile di danza il repertorio attinge soprattutto a temi e vicende di eroi e gesta divine, di vicende umane, tratte sia dalla mitologia sia dall’epica, e consiste nella rappresentazione drammatica di questi temi. L’utilizzo sapiente dei movimenti del corpo combinati con la gestualità delle mani e l’espressività dello sguardo, si dipanano nello spazio lungo linee rette o in triangoli, restituendo all’occhio dello spettatore radiose figure geometriche in successione. Le linee lungo le quali ci si muove sono infatti molto precise e nitidi i movimenti, fluide le forme, quasi a voler calcare le geometrie insite nelle poesie. La musica che accompagna questo stile, è la musica tipica del sud dell’India, karnatica. (08/04/2011)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tra orchidee ed erbe spontanee
Da Maggio 2015 a Luglio 2015
Castelli del Ducato di Parma
Dal 25 al 26 aprile 2015 – Quota da € 192,00
Offerte di viaggio
Cultura e benessere in Slovenia
India e Nepal
L'isola del cioccolato
NOTIZIE
17/04/15 - Internet
E' online il suo nuovo sito internet della Fédération Internationale des Logis...
17/04/15 - Feste e folclore
In Istria nord occidentale, le sue quattro perle, Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie, offrono il...
17/04/15 - Italia centro
Per il Wall Street Journal, Orvieto è il paradiso dell’arte. Parola del più...
17/04/15 - Alberghi
Il 2015 ha regalato a Cortina un modo completamente nuovo di vivere la vacanza: il “residence...
17/04/15 - Cultura
Sono 24 le città italiane che concorrono al titolo di capitale italiana della cultura per...
Trentino: il nuovissimo Museo delle Palafitte di Fiav
Hai presente il tuo passato? È lo slogan del nuovissimo museo delle Palafitte di...
Trentino che fu
Canale, frazione del comune di Tenno, è un centro arroccato a 600 metri di quota, a...
Riga e Ume: la cultura dal Nord
Melina Mercouri, la famosissima attrice greca poi ministro della cultura del suo Paese,...
Verde Metropolitano
In Inghilterra i “garden-openers”, proprietari di giardini aperti al pubblico, sono...
I Musei cinguettano su Twitter
Dal 24 al 30 marzo si svolge la prima “Settimana dei Musei” su Twitter: sette giorni in...
Ritorno in Umbria con Julian mente
Da qualche parte ho letto che in Umbria ci si arriva soltanto perché lo si decide (è...
Archeologi per un giorno
Esplorare le ricostruzioni di una grotta con graffiti raffiguranti animali, i ripari sottoroccia...
Come si divertivano i nonni
Lucca ha una lunga tradizione di mercati antiquari. Per festeggiare il quarantennale del...
"Spese" e "Consumi" si confrontano, a Conegliano
Il food store Eat’s si trova a Setteborghi, a pochi passi dal centro storico di Conegliano,...
Il Chiostro di Sant'Orso
Non so perché questo angolo di Aosta, più di tanti altri luoghi sacri, molto...
Yanomani: "Urihi a pree" la foresta degli esseri umani
  Urihi, la terra che Dio ha dato agli Yanomami per viverci generazione dopo generazione...
LIBRI E GUIDE
Sapori e saperi delle Dolomiti a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti, 152 pagine, foto a colori, Euro 13,00.
Mamma, pap: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
0.23955202102661