Sabato 23 Maggio 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Sognando di guidare un treno
E a Mendrisio, nel Canton Ticino, che ci si pu immergere nella magica atmosfera delle strade ferrate, come venivano chiamate un tempo. Treni, anzi trenini, per tutti i gusti, raccolti con grande passione da Bruno Baumgartner
di Graziano Capponago del Monte

Uno dei plastici funzionanti della Galleria Baumgartner
Lo sanno tutti. Il trenino elettrico il regalo natalizio che il pap si concede con la scusa di regalarlo al proprio figlio.
Alzino la mano coloro che, da bambini, sono riusciti a giocare con il proprio trenino: Sei troppo piccolo per usarlo da solo!, Attento, si rompe! e altre scuse del genere ci allontanavano inesorabilmente dal nostro oggetto dei sogni, mentre nello stesso istante il genitore si impadroniva del trasformatore.
Molti bambini si rassegnavano; alcuni maturavano un odio viscerale per tutto quello che corre su rotaie, trasferendo freudianamente il loro rancore sulloggetto del desiderio. Altri ancora aspettavano a loro volta di diventare grandi per perpetuare lodioso crimine o, meglio, per potere in santa pace collezionare e giocare con i propri trenini.
Trenini, che passione!
Bruno Baumgartner, fondatore del museo privato di ferro-modellismo
incredibile il numero di persone appassionate di modellismo ferroviario. Specialmente in alcuni paesi dEuropa (soprattutto Germania, Austria e Svizzera) il numero di collezionisti altissimo; quando poi allamore per la collezione si unisce un conto in banca sostanzioso, ci si possono prendere soddisfazioni come quella di Bruno Baumgartner che, a Mendrisio, a pochi chilometri dal confine italo-svizzero di Chiasso, ha aperto una specie di museo (ma guai a chiamarlo cos) del ferro-modellismo.
La Galleria Baumgartner, come lui ama denominarla, un ex-pastificio riadattato per ospitare in duemilatrecentoventidue metri quadrati su tre piani, gli oltre ottomila pezzi della sua collezione privata di trenini e di altro materiale a tema ferroviario; come francobolli, titoli, o le uniformi dei ferrovieri. Inoltre due apposite sezioni coprono anche il modellismo navale e le piccole automobili.
Uscendo dalla stazione FFS di Mendrisio e svoltando a sinistra, a circa duecento metri si trova ledificio che ospita la Galleria.
impossibile sbagliarsi perch si accolti da una grande vetrata dietro la quale subito si nota una piccola locomotiva da manovra STS, con la sua rimorchiata, trasformata in un salotto per la caffetteria. Inoltre, la breve rampa daccesso allentrata disseminata di cimeli ferroviari. Al piano terreno sono state sistemate le vetrine per i modellini.
Giochi, si. Ma di grande qualit tecnologica
Una collezione privata di ottomila pezzi
La Galleria vanta tre partner deccezione: LGB, Lemaco (per le scale pi grandi) e Mrklin (per la classica scala HO); tutti presentano regolarmente le loro ultime novit. I modelli sono esposti in vetrine suddivisi per tipologia: locomotori elettrici, locomotive a vapore, carrozze. Ci sono anche delle vetrine speciali abbastanza lunghe perch contengono la riproduzione di un particolare treno con lesatto numero di carrozze e la loro composizione.
Se calcoliamo che alcuni convogli hanno undici carrozze pi il locomotore, arriviamo a una lunghezza in scala di circa quattro metri.
Sempre a proposito di vetrine, con trentadue metri ininterrotti, la Galleria Baumgartner detiene il record mondiale di lunghezza di una vetrina destinata al ferro-modellismo.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
Tra orchidee ed erbe spontanee
Da Maggio 2015 a Luglio 2015
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
NOTIZIE
22/05/15 - Arte
“La Madonna con Bambino e San Giovannino” ritrovata nelle collezioni di Villa Carlotta,...
22/05/15 - Avvenimenti
In occasione delle celebrazioni per il quinto centenario della nascita di S. Filippo Neri, nel...
22/05/15 - Mobilit dolce
Torna, attesissimo, “In viaggio sulle Orobie”, alla terza edizione dopo quelli sulle...
22/05/15 - Feste e folclore
Gli amanti della buona birra artigianale da oggi  fino a domenica potranno degustare tutte...
22/05/15 - Bambini e ragazzi
Sabato 23 e domenica 24 maggio, al museo del castello di San Giorgio, a La Spezia, si terrà...
Europa: i paesi dove i gay vivono meglio
  Non tutti i Paesi sono uguali. Così come esiste una classifica di quelli in cui gli...
Macchi-chef alla stazione di Faenza
  Scene da “Amici miei” nel viaggio di avvicinamento a Forlimpopoli del primo...
Algeri. Desiderio daperture
La visione dassieme di Algeri e della sua baia, con le case vecchie della Casbah abbarbicate sul...
Magic Water
L’acqua che elimina l’acqua, fa la vita snella, mantiene giovani, rende belli dentro e...
Enogastronomia Made in Italy per Expo 2015
Debutta Piccole Italie un progetto di “soft-marketing” territoriale che si sostanzia in...
Stoccarda, vocazione termale
Stoccarda, la capitale del Baden Wuttenberg, ci accoglie con la sua atmosfera di città...
Il Galateo a tavola
Il Galateo e le sue regole sono tali da costituire uno spartiacque tra il vero...
Il tesoro della Provincia di Cuneo
Ottanta anni sono tanti. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba celebra a giorni questo...
La Moda buona...
La moda talvolta è buona. Sfrutta le sue vittime a fin di bene. A cominciare da Convivio,...
Natale e Capodanno coi fiocchi a Torino
  In occasione delle prossime festività, dal 1° dicembre al 13 gennaio 2013, il...
Tango alla milanese
Pochi conoscono le opere di Enrique Santos Discepolo, ma molti si ricordano di una sua celebre...
LIBRI E GUIDE
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
La semplicit delle piccole cose. Ricordi ed emozioni di Agostino Picicco, editore ED Insieme, Terlizzi (Ba), pagine 160, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
0.15260601043701