Venerdì 24 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Gossip... e non solo
Cartagena de Indias, perla del "Caribe"
di Gian Paolo Bonomi
Navigatori, cartografi, scopritori, alle prese con i feroci Caribes

La penetrazione spagnola nell’attuale Colombia cominciò con la fondazione di Santa Marta (1526, la più antica città del sud America) dopo una ventina d’anni di esplorazioni compiute dal sivigliano Rodrigo de Bastidas. Si parla dei grandi momenti della storia della navigazione, con il Mar dei Caraibi solcato da eccellenti personaggi: Juan de la Cosa – pilota con Colombo ed eccelso cartografo, autore del primo mappamondo -; Vasco Nuñez de Balboa – nel 1513 scopritore dell’oceano Pacifico -; Alonso de Ojeda e Americo Vespucci (ai quali, secondo alcuni storici indecisi, spetta ‘ex aequo’ la fama di aver battezzato ‘Veniciola’ l’attuale Venezuela).

‘Descubridores’ destinati a fare una gran brutta in fine, più per l’esecranda fame dell’oro che per mano degli ‘indigenas’ (gli antropofagi Caribes preferivano saziarsi con i miti Arawak dopo averli cacciati dai loro villaggi).

Nel 1533, nasce la Cartagena colombiana
Case del Barrio Getsemani

E dopo Santa Marta sorse Cartagena. Alla testa di una spedizione eterogenea (una Nao, tre Caravelle, una Fusta, 150 uomini tra i quali 50 ‘negros macheteros’ e 22 cavalli) il 14 gennaio 1533 Pedro de Heredia, Conquistador madrileno, sbarcò nella terra degli indigeni Calamares e fondò un ‘asentamiento’, destinato – il 1° giugno dello stesso anno - a divenire una ‘ciudad’ cui fu posto il nome Cartagena de Levante (a ricordo della omonima spagnola, attualmente nella provincia di Murcia).

La giovane Cartagena (in seguito de Indias) ebbe però un’infanzia difficile. Già nei primi anni che seguirono la sua fondazione, quello che sarebbe divenuto il più importante e munito porto dell’impero spagnolo, fu vessato da devastanti incursioni dal mare. A opera di gente poco raccomandabile, una eterogenea e dispersa armata multinazionale (soldati, disertori, naufraghi, avventurieri, marinai, in prevalenza inglesi, francesi e olandesi; ma non mancarono portoghesi falliti nella tratta degli schiavi e negri africani sfuggiti alla schiavitù. Tutta gente che per secoli mise a ferro e fuoco i possedimenti spagnoli nei Caraibi. (1- continua)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
Luminarie di Salerno, Amalfi e Napoli
Dal 5 all'8 dicembre 2014
Sport & Spa tra le Dolomiti
Dal 7 settembre al 3 novembre 2014
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
Capodanno da favola a New York
Alla scoperta del Botswana
NOTIZIE
24/10/14 - Animali
Mercoledì 29 ottobre, a Roma, al Dipartimento di botanica dell'Università La...
24/10/14 - Cultura
Il Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea (1 luglio - 31 dicembre...
23/10/14 - Arte
Centotrentatre candeline ci vorrebbero sulla torta per festeggiare Pablo Picasso, nato a Malaga in...
23/10/14 - Mobilità dolce
"I monitoraggi effettuati dai nostri Uffici all'estero ci segnalano che la scelta di una...
23/10/14 - Libri
Un viaggio alla scoperta delle tradizioni culinarie e delle peculiarità gastronomiche...
Verso un mercato unico ferroviario
In Europa la concorrenza e la liberalizzazione in campo ferroviario sono auspicate e promosse, ma...
Fiumicino, cambia il nome di Terminal e aree di imbarco
Lo scalo della capitale adotta il sistema di identificazione numerica dei Terminal (1, 2, 3, 5) e...
Alla FITUR di Madrid, più Stand ma meno "Jamon de Pata...
Come un bravo amante (e a ‘sto punto pure vecchio, sono ormai trascorsi ventott'anni) a fine...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
Sapevate che... Il Turismo Italiano non fa un plissé nemmeno quando accadono (distruggenti...
Milano, vicende di una città
* "La Moratti è stanca di Stanca" (che sarebbe poi il manager che la sindaco aveva messo a...
Incoming, una faccenda complicata
Commentato nella precedente puntata il Turismo Outgoing (gli italiani in viaggio all’estero),...
A Perugia la Phillips collection
Nomi d'eccezione per la seconda importante mostra del 2008 a Perugia.Dopo la rassegna dedicata al...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
Sapevate che... È stato istituito il Fondo Italia Turismo? Tre miliardi di euro da 3 banche...
Miniguida delle località "minori" della Spagna/6
Garachico - (Tenerife, Canarie) Sulla costa ovest, sotto il Teide (la più alta montagna di...
Mete serbe e slovene in Transromanica
La Serbia entra nel progetto europeo Transromanica. Gli itinerari turistici sulle destinazioni con...
Salonicco (e la Macedonia), queste sconosciute...
Se tutte le strade conducono a Roma e le vie del Signore sono infinite, aggiungerò che anche...
LIBRI E GUIDE
Ritorno in India di Anand Giridharadas, Dalai editore, pagine 368, Euro 19,00.
Colazioni da Tiffany di Isa Grassano, Newton Compton, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
1.2319619655609