Giovedì 30 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Mostre
Volterra chiama Pisa
Una torre pendente in alabastro, di tre metri di altezza, riproduce il campanile di piazza dei Miracoli. L'esposizione annunciata per il 20 aprile nella cittÓ che vanta un'abilitÓ storica nella lavorazione della pietra
di Soledad Viajera

Una fase della lavorazione della torre

La torre pendente di Pisa vedrà la sua immagine allo specchio, in scala ridotta e in una versione odierna, all’ex-Ospedale civile di Volterra. Una riproduzione in alabastro del campanile di piazza dei Miracoli, fedele in tutto, pendenza compresa, sarà esposta al pubblico dal 20 aprile prossimo, sino a fine anno. Il duplice omaggio al monumento architettonico italiano fra i più conosciuti al mondo e alla città di Volterra, che ha un’antica tradizione nelle opere in alabastro, sarà per certo in grado di stupire.

Tre anni di lavoro sono stati necessari, agli artigiani dell’associazione Arteinbottega di Volterra, per realizzare l’idea proposta tempo fa dall’Opera Primaziale del Duomo di Pisa. Cura nei dettagli, nella struttura generale e nelle decorazioni si sono aggiunti a uno studio di ingegneria edile che ha permesso di dare alla torre un’inclinazione dichiarata analoga a quella dell’originale.

La torre pendente in piccolo
Capitello in miniatura

La torre di Volterra è alta tre metri e poggia su un basamento di 2 metri e quaranta. Le sue dimensioni sono state calcolate per riprodurre in una scala da 1 a 25 le caratteristiche del monumento reale. Per emulare anche le diverse sfumature di colore sull’edificio, sono stati selezionati sei tipi di alabastri locali: cenerino, calcarifero, bianco, pietra gialla, agata, cipollone, provenienti dalla cava del Cipollone di San Anastasio di Volterra.

Non sono in alabastro le campane e gli elementi metallici decorativi, in fusione d’argento, e i portali e travi in legno. La ricostruzione è fondata da otto settori e dal basamento e da un totale di 25 mila pezzi. L’ultimo dei numeri annunciati per l’opera è il peso: nove quintali. L’opera si visita a ingresso libero, prima o dopo aver rivisto la vera torre, recentemente restaurata, a Pisa. (30/03/2011)

 

Info: www.torrependenteinalabastro.com

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Luminarie di Salerno, Amalfi e Napoli
Dal 5 all'8 dicembre 2014
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
Matrimonio da sogno alle Maldive
Crociera ai Caraibi sulla Norwegian Getaway
NOTIZIE
30/10/14 - Premi
Scade il primo dicembre il termine per partecipare al concorso internazionale "Fotografare il...
30/10/14 - Solidarieta'
Dal 6 al 15 novembre, nella sede del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento - Atrio Palazzo...
30/10/14 - Alberghi
Hilton Worldwide ha annunciato la firma di un accordo di franchising con la società GdF...
30/10/14 - Trasporti
American Airlines e Cadillac hanno dato vita a una partnership che offre una serie di vantaggi...
30/10/14 - Città d'arte
Al via oggi, giovedì 30 ottobre, la XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo...
Il lato dolce della Slovenia
Ogni anno in Slovenia sono prodotte oltre 2.000 tonnellate di miele d'abete. L’apicoltura...
Nel cuore della biblica Anatolia
L'Anatolia Meridionale è quella parte di Turchia che confina a sud-est con la Siria e l'Iraq e...
Tunisia da millenni crocevia di culture
  La Tunisia ha da poco chiuso il capitolo con il regime di Zine el-Abidine Bel Ali durato 23...
Sulle tracce di Giorgio Vasari
L’ultimo itinerario toscano alla scoperta del Cinquecento segue le tracce di Giorgio Vasari....
Fotografia in viaggio a Cortona
Il viaggio, lo spostamento – culturale, sensoriale, fisico – è al centro della...
In Francia per Jean-Jacques Rousseau
A Jean-Jacques Rousseau, esponente dell’Illuminismo, le cui idee socio-politiche...
Inedito d'arte contemporanea a Milano
Michael E. Smith e Ian Cheng, giovani talenti nordamericani dell’arte contemporanea,...
Il Bon ton della cena romantica
Festeggiare San Valentino con una cena romantica, è d’uopo! Il 14 febbraio, sin dai...
Viaggio negli anni '80
  Prima che inventino una macchina del tempo come quella del film Ritorno al futuro ne...
L'antico volto di Ravenna
Il Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici Antonella Ranaldi ha inaugurato la Sala...
Sicilia e Liguria, così lontane così vicine
  Settimana scorsa a Catania un’amica che si professa agnostica mi ha raccontato con le...
LIBRI E GUIDE
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
2.2819151878357