Borghi e Storie Pop / 2
Quando l'orso a trainare il carro
Il miracolo di Sant'Olcese, paesino in provincia di Genova che prende il nome dal vescovo francese vissuto nel 400. A lui attribuito uno straordinario episodio: quello di aver addomesticato un orso che terrorizzava la gente del posto
di Francesca Bertha

Sulla facciata della chiesa di Sant'Olcese raffigurato il miracolo dell'orso che traina il carretto insieme a un bue

Quella mattina il cuore del vescovo francese traboccava di gioia e di gratitudine verso Dio. Il Sole splendente avvolgeva di una luce dorata i pendii della Val Polcevera e quel paesaggio ligure dal sapore selvaggio mostrava il suo volto più dolce. Le barbarie che aveva visto nella sua patria Gallia e che l’avevano costretto a fuggire lontano, gli sembravano ormai soltanto un lontano ricordo. Tra la gente di Valle Ombrosa l’alto prelato aveva trovato la serenità necessaria per predicare la parola di Dio conducendo una vita di penitenza e di preghiera e dedicandosi all’insegnamento della fede cristiana agli abitanti ancora pagani.

Durante le sue passeggiate scambiava sempre qualche parola con i commercianti che erano in partenza verso la Pianura con i loro carri carichi di sale, e anche con i contadini che gli raccontavano delle ultime bravate delle volpi che ogni tanto acciuffavano qualche gallina dai loro cortili. Da qualche tempo però non si parlava soltanto di volpi e di qualche lupo: un giorno sì e un giorno no c’era sempre qualcuno che gli raccontava di aver visto un orso aggredire le sue pecore, e c’era pure chi temeva seriamente per l’incolumità dei propri figli. “Gli orsi si muovono di solito durante la notte, quando i bimbi dormono”, li tranquillizzava bonariamente il vescovo Olcese.

Un orso manseuto come un cagnolino
I dolci pendii della Val Polcevera

Rientrato nella sua abitazione, anche quel giorno si mise al lavoro: senza risparmiare fatica e sudore, caricò un bel carretto con pietre ed altro materiale necessario per la costruzione della chiesa, e mise davanti al carro due buoi per trasportare il tutto al cantiere dove fervevano i lavori. Quando stava per salire sul carro, un enorme orso sbucò all’improvviso dal bosco vicino al giardinetto di casa, e si avventò contro uno dei buoi. Successe tutto così velocemente che fu impossibile salvare il povero bue dall’ira della belva. Ma l’orso non si accontentò: furioso e assetato di sangue, si lanciò contro il vescovo, il quale, scansandolo per un pelo, quando ancora si trovava di fronte alla bestia, la guardò dritto negli occhi, e con movimenti rapidi e decisi disegnò una croce nell’aria davanti a sé, intimando all’animale di fermarsi. La gente che osservava la scena terrorizzata, non potè credere ai propri occhi vedendo l’orso obbedire e accucciarsi ai piedi del vescovo come un cagnolone. A quel punto Olcese lo chiamò, e l’animale si lasciò perfino aggiogare al carro al posto del bue che poc’anzi aveva ammazzato.

Il paesino ligure noto per il miracolo e per il gustoso salame
Il salame di Sant'Olcese prodotto con carne per met bovina e per met suina

“Ora possiamo finalmente partire”, disse il vescovo salendo sullo strano carro trainato da un bue e un orso, e si avviò verso il cantiere. La voce si sparse in un attimo e alla chiesa in costruzione già lo attendeva una piccola folla. “Miracolo! Miracolo! Sant’Olcese ha addomesticato l’orso!”, gridavano; ed è esattamente così che il vescovo francese, vissuto nel V secolo, è ricordato tutt’oggi. Il paese, oggi famoso per il suo salame tipico, prese il nome di Sant’Olcese, e sulla facciata della chiesa dedicata al Santo, che conserva anche i suoi resti mortali, un grande affresco ricorda a tutti il leggendario miracolo. (31/01/2011)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Day Spa: terme in un giorno
Dal 6 gennaio al 15 maggio 2014
Fiera del vivere sostenibile
Dal 24 al 27 Aprile 2014, dal 1 al 4 maggio 2014
Offerte di viaggio
In Sicilia, a due passi dalle spiagge di Scopello
Islanda in Mountain Bike
In tour nel nord del Madagascar
NOTIZIE
20/04/14 - Natura
Sempre di più in Italia si sta riscoprendo un turismo "bucolico", dove il contatto con la...
20/04/14 - Cinema
Dal 28 al 31 maggio prossimi Cortina d’Ampezzo (BL) ospita il Festival internazionale Ciak...
18/04/14 - Trasporti
Le partenze per le vacanze pasquali sono già iniziate e dalle grandi città...
19/04/14 - Consumi
I ristoratori italiani restano ancora in attesa della ripresa dei consumi che non si...
18/04/14 - Curiosità
"Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi". Il detto popolare sembra non riguardare gli operatori...
Ventun volte donna
Ivana di Martino non la conosco personalmente, ma casualmente abito a cento metri da sua madre...
A Varese un secolo di aviazione italiana
Sotto il titolo "Vola Veloce Varese" la città lombarda propone due esposizioni dedicate al...
La "Via del Ragno" nel Salento
Il Salento è tarantola che morde l'anima e il calcagno, pizzica il cuore e il tamburello,...
Sacra di San Michele e Avigliana
  Umberto Eco vi ha trovato l’idea iniziale per la scrittura del suo romanzo di maggiore...
La miniera d'oro di Favignana
  La mattanza del tonno, in molte zone della Sicilia è stata per secoli...
Thailandia "melting pot"
  Per comprendere la cultura thailandese è necessario tenere conto delle tradizioni e...
Affreschi floreali in Liguria
Santo Stefano al Mare, borgo marinaro in provincia di Imperia, accoglie da venerdì 29 a...
Copenaghen, nel quartiere della cultura
Il 19 marzo scorso Copenaghen ha inaugurato Parkmuseerne, una nuova iniziativa tra diverse...
Hansjrg Schneider, il giallo in salsa basilese
È una Svizzera fuori dai consueti cliché turistici quella in cui si muove il...
Sa di buono. Pane e passione
Due sorelle di 22 e 19 anni, Lucia e Laura. Una studia giurisprudenza e l’altra scienze...
Autunno di gusto in Istria
Gran parte appartenente alla Croazia, l’Istria offre una storia e una cultura affascinante,...
LIBRI E GUIDE
Campeggi & Villaggi 2007Italia, pagine 736; Europa pagine 640; edito da Istituto Geografico De Agostini, versione bipack, 19,90.
Mamma dice le parolacce di Fiona Gibson, Newton Compton editori, collana Anagramma, pagine 380, Euro 9,90.
TUTTI I DOSSIER
2.2201669216156