Sabato 23 Maggio 2015 - Anno XIII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Borghi e Storie Pop / 2
Quando Ŕ l'orso a trainare il carro
Il miracolo di Sant'Olcese, paesino in provincia di Genova che prende il nome dal vescovo francese vissuto nel 400. A lui Ŕ attribuito uno straordinario episodio: quello di aver addomesticato un orso che terrorizzava la gente del posto
di Francesca Bertha

Sulla facciata della chiesa di Sant'Olcese Ŕ raffigurato il miracolo dell'orso che traina il carretto insieme a un bue

Quella mattina il cuore del vescovo francese traboccava di gioia e di gratitudine verso Dio. Il Sole splendente avvolgeva di una luce dorata i pendii della Val Polcevera e quel paesaggio ligure dal sapore selvaggio mostrava il suo volto più dolce. Le barbarie che aveva visto nella sua patria Gallia e che l’avevano costretto a fuggire lontano, gli sembravano ormai soltanto un lontano ricordo. Tra la gente di Valle Ombrosa l’alto prelato aveva trovato la serenità necessaria per predicare la parola di Dio conducendo una vita di penitenza e di preghiera e dedicandosi all’insegnamento della fede cristiana agli abitanti ancora pagani.

Durante le sue passeggiate scambiava sempre qualche parola con i commercianti che erano in partenza verso la Pianura con i loro carri carichi di sale, e anche con i contadini che gli raccontavano delle ultime bravate delle volpi che ogni tanto acciuffavano qualche gallina dai loro cortili. Da qualche tempo però non si parlava soltanto di volpi e di qualche lupo: un giorno sì e un giorno no c’era sempre qualcuno che gli raccontava di aver visto un orso aggredire le sue pecore, e c’era pure chi temeva seriamente per l’incolumità dei propri figli. “Gli orsi si muovono di solito durante la notte, quando i bimbi dormono”, li tranquillizzava bonariamente il vescovo Olcese.

Un orso manseuto come un cagnolino
I dolci pendii della Val Polcevera

Rientrato nella sua abitazione, anche quel giorno si mise al lavoro: senza risparmiare fatica e sudore, caricò un bel carretto con pietre ed altro materiale necessario per la costruzione della chiesa, e mise davanti al carro due buoi per trasportare il tutto al cantiere dove fervevano i lavori. Quando stava per salire sul carro, un enorme orso sbucò all’improvviso dal bosco vicino al giardinetto di casa, e si avventò contro uno dei buoi. Successe tutto così velocemente che fu impossibile salvare il povero bue dall’ira della belva. Ma l’orso non si accontentò: furioso e assetato di sangue, si lanciò contro il vescovo, il quale, scansandolo per un pelo, quando ancora si trovava di fronte alla bestia, la guardò dritto negli occhi, e con movimenti rapidi e decisi disegnò una croce nell’aria davanti a sé, intimando all’animale di fermarsi. La gente che osservava la scena terrorizzata, non potè credere ai propri occhi vedendo l’orso obbedire e accucciarsi ai piedi del vescovo come un cagnolone. A quel punto Olcese lo chiamò, e l’animale si lasciò perfino aggiogare al carro al posto del bue che poc’anzi aveva ammazzato.

Il paesino ligure noto per il miracolo e per il gustoso salame
Il salame di Sant'Olcese prodotto con carne per metÓ bovina e per metÓ suina

“Ora possiamo finalmente partire”, disse il vescovo salendo sullo strano carro trainato da un bue e un orso, e si avviò verso il cantiere. La voce si sparse in un attimo e alla chiesa in costruzione già lo attendeva una piccola folla. “Miracolo! Miracolo! Sant’Olcese ha addomesticato l’orso!”, gridavano; ed è esattamente così che il vescovo francese, vissuto nel V secolo, è ricordato tutt’oggi. Il paese, oggi famoso per il suo salame tipico, prese il nome di Sant’Olcese, e sulla facciata della chiesa dedicata al Santo, che conserva anche i suoi resti mortali, un grande affresco ricorda a tutti il leggendario miracolo. (31/01/2011)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tra orchidee ed erbe spontanee
Da Maggio 2015 a Luglio 2015
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
NOTIZIE
22/05/15 - Arte
“La Madonna con Bambino e San Giovannino” ritrovata nelle collezioni di Villa Carlotta,...
22/05/15 - Avvenimenti
In occasione delle celebrazioni per il quinto centenario della nascita di S. Filippo Neri, nel...
22/05/15 - MobilitÓ dolce
Torna, attesissimo, “In viaggio sulle Orobie”, alla terza edizione dopo quelli sulle...
22/05/15 - Feste e folclore
Gli amanti della buona birra artigianale da oggi  fino a domenica potranno degustare tutte...
22/05/15 - Bambini e ragazzi
Sabato 23 e domenica 24 maggio, al museo del castello di San Giorgio, a La Spezia, si terrà...
A Vienna il compleanno di una strada speciale
All’avvio del 2015 la capitale austriaca festeggia la 150a ricorrenza...
Stoccarda. Auto, musei e luci notturne
Mentre la Foresta Nera, situata nel Land Baden-Württemberg, è evocatrice di splendidi...
Sull'Isola d'Ischia, un Capodanno in mezzo al mare
  Ischia è una meta per lo più estiva, ma non sono pochi i turisti che la...
Primavera verdiana a Piacenza e Parma
Nonostante la tenacia con cui Parma mantiene la memoria di Giuseppe Verdi, nato a Roncole di...
Helsinki, la cultura su rotaie
Molte città del nostro continente organizzano durante i mesi estivi eventi culturali e...
Venaria, la Reggia senza confini
Tutto comincia con Carlo Emanuele II, che decide di edificare una nuova residenza ôdi piacere e di...
Sguardo all'ins¨ verso volte e soffitti
Nei palazzi antichi o nelle chiese, le decorazioni più raffinate, e anche meno conosciute,...
Israele, la storia infinita
Un viaggio in Israele può avere molte chiavi di lettura oltre al misticismo dei luoghi della...
Caccia al toro a CittÓ della Pieve
  Come ogni anno le vie del centro di Città della Pieve saranno animati dallo storico...
Cilento, ben arrivato al Sud
26 ottobre (o giù di lì). Mi chiama il Sandro Chiriotti, scriba e facitore di viaggi...
Halloween in salsa partenopea
L'associazione culturale Insolitaguida raddoppia il numero di eventi per festeggiare Halloween a...
LIBRI E GUIDE
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
Il Poeta Buongustaio 30 storie e ricette tradizionali in rime 20 sonetti mangerecci di Gianni Seviroli, Edizioni Panico, Galatina (Le), pagine 174, Euro 16,00.
TUTTI I DOSSIER
0.23089194297791