Martedì 16 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Borghi e Storie Pop / 2
Quando l'orso a trainare il carro
Il miracolo di Sant'Olcese, paesino in provincia di Genova che prende il nome dal vescovo francese vissuto nel 400. A lui attribuito uno straordinario episodio: quello di aver addomesticato un orso che terrorizzava la gente del posto
di Francesca Bertha

Sulla facciata della chiesa di Sant'Olcese raffigurato il miracolo dell'orso che traina il carretto insieme a un bue

Quella mattina il cuore del vescovo francese traboccava di gioia e di gratitudine verso Dio. Il Sole splendente avvolgeva di una luce dorata i pendii della Val Polcevera e quel paesaggio ligure dal sapore selvaggio mostrava il suo volto più dolce. Le barbarie che aveva visto nella sua patria Gallia e che l’avevano costretto a fuggire lontano, gli sembravano ormai soltanto un lontano ricordo. Tra la gente di Valle Ombrosa l’alto prelato aveva trovato la serenità necessaria per predicare la parola di Dio conducendo una vita di penitenza e di preghiera e dedicandosi all’insegnamento della fede cristiana agli abitanti ancora pagani.

Durante le sue passeggiate scambiava sempre qualche parola con i commercianti che erano in partenza verso la Pianura con i loro carri carichi di sale, e anche con i contadini che gli raccontavano delle ultime bravate delle volpi che ogni tanto acciuffavano qualche gallina dai loro cortili. Da qualche tempo però non si parlava soltanto di volpi e di qualche lupo: un giorno sì e un giorno no c’era sempre qualcuno che gli raccontava di aver visto un orso aggredire le sue pecore, e c’era pure chi temeva seriamente per l’incolumità dei propri figli. “Gli orsi si muovono di solito durante la notte, quando i bimbi dormono”, li tranquillizzava bonariamente il vescovo Olcese.

Un orso manseuto come un cagnolino
I dolci pendii della Val Polcevera

Rientrato nella sua abitazione, anche quel giorno si mise al lavoro: senza risparmiare fatica e sudore, caricò un bel carretto con pietre ed altro materiale necessario per la costruzione della chiesa, e mise davanti al carro due buoi per trasportare il tutto al cantiere dove fervevano i lavori. Quando stava per salire sul carro, un enorme orso sbucò all’improvviso dal bosco vicino al giardinetto di casa, e si avventò contro uno dei buoi. Successe tutto così velocemente che fu impossibile salvare il povero bue dall’ira della belva. Ma l’orso non si accontentò: furioso e assetato di sangue, si lanciò contro il vescovo, il quale, scansandolo per un pelo, quando ancora si trovava di fronte alla bestia, la guardò dritto negli occhi, e con movimenti rapidi e decisi disegnò una croce nell’aria davanti a sé, intimando all’animale di fermarsi. La gente che osservava la scena terrorizzata, non potè credere ai propri occhi vedendo l’orso obbedire e accucciarsi ai piedi del vescovo come un cagnolone. A quel punto Olcese lo chiamò, e l’animale si lasciò perfino aggiogare al carro al posto del bue che poc’anzi aveva ammazzato.

Il paesino ligure noto per il miracolo e per il gustoso salame
Il salame di Sant'Olcese prodotto con carne per met bovina e per met suina

“Ora possiamo finalmente partire”, disse il vescovo salendo sullo strano carro trainato da un bue e un orso, e si avviò verso il cantiere. La voce si sparse in un attimo e alla chiesa in costruzione già lo attendeva una piccola folla. “Miracolo! Miracolo! Sant’Olcese ha addomesticato l’orso!”, gridavano; ed è esattamente così che il vescovo francese, vissuto nel V secolo, è ricordato tutt’oggi. Il paese, oggi famoso per il suo salame tipico, prese il nome di Sant’Olcese, e sulla facciata della chiesa dedicata al Santo, che conserva anche i suoi resti mortali, un grande affresco ricorda a tutti il leggendario miracolo. (31/01/2011)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Momenti romantici tra le Dolomiti
Dal 12 settembre al 3 novembre 2014
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Offerte di viaggio
Alla scoperta del Botswana
Vacanza nel cuore del Cilento
Tour guidato in moto lungo la Route 66
NOTIZIE
16/09/14 - Enogastronomia
A pochi minuti dalla città d'arte di Verona, nella parte orientale della Pedemontana...
16/09/14 - Bambini
Torna “Cuochi per un giorno” (www.cuochiperungiorno.it), il Festival nazionale di...
16/09/14 - Eventi e mostre
Il 17 settembre apre nella Gallery del MAST a Bologna una grande mostra di fotografie industriali...
16/09/14 - Tempo libero
Sabato 20 settembre il FAI – Fondo Ambiente Italiano e Fondazione Zegna danno appuntamento...
16/09/14 - Festival
Ad aprire la stagione del festival di Belfast sarà l’Ulster Bank Belfast at...
Vincenzo Vela e i suoi "personaggi"
A Ligornetto, piccolo centro del Canton Ticino, c'è la casa-museo dello scultore...
Note isolate
Il luogo è di quelli incantevoli, l'Isola San Giulio nel Lago d'Orta (Novara), e...
Londra sulle corde di un violino
  Ogni anno 30milioni di persone visitano Londra. Tra loro c’è anche il...
Seora de Cao, "ambasciatrice" del Perù
Non solo Cuzco e Machu Picchu. Nell'area settentrionale del Perù sorge un interessante...
Viva MadeinItaly
In tempi di celebrazioni per l’unità d’Italia fa piacere vedere il nostro paese...
A Roma il tesoro antico di Bucarest
E' stata inaugurata ai Mercati di Traiano a Roma "Ori antichi della Romania. Prima e dopo Traiano",...
Il Presepe "universale" di Napoli
"Ma a te, te piace o presepe?" "No. Nun me piace. Voglio a zuppa e latte!". È il famosissimo...
Raqs el Shamadan, quando la danza si fa luce
La Raqs el Shamadan, danza del candelabro, è una danza che risale agli inizi del XX secolo,...
Dal Veneto al Siciliano, armonia di lingue e note
  Un viaggio da Nord a Sud dell’Italia, alla scoperta delle varie identità...
Orange: il più bel muro del regno
  Nessuno più dei Galli moderni (i nostri cugini francesi) ama i monumenti dei Romani...
Grande Brera diventa realtà
Il sospirato progetto della Grande Brera ha compiuto un passo in avanti. Il ministero dei Beni e...
LIBRI E GUIDE
Manuale dello chef di Claudio Sadler, Giunti Editore, Fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani, pagine 288, Euro 19,90.
Alfabeto figurativo Trenta opere d'arte spiegate ai più piccoli di Tomaso Montanari, Skira editore, pagine 108 con 40 tavole a colori, Euro 15,00.
TUTTI I DOSSIER
1.0921430587769