Giovedì 28 Agosto 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Un palmare con le voci dei partigiani
A Bologna inaugurato il primo di un progetto di guide turistiche multimediali del Cimitero monumentale della Certosa. La presentazione in occasione del 25 aprile
di Silvana Santoro

Nel sessantesimo anniversario della liberazione, il monumento ossario dei caduti partigiani, realizzato nel 1959 dall’Arch. Piero Bottoni nella Certosa di Bologna, si arricchisce di voci e immagini che raccontano le storie di diverse centinaia di combattenti partigiani, in maggioranza giovani, che sono morti nella lotta di liberazione e che hanno trovato qui sepoltura. Con dei computer palmari, infatti, è possibile ascoltare  biografie e scoprire volti di protagonisti, spesso sconosciuti, che si vogliono ricordare. È la prima volta a Bologna, e una delle prime volte in Europa, che i palmari vengono utilizzati in un contesto storico e culturale arricchendo in loco l’esperienza conoscitiva dell’opera.
La guida multimediale al ”Monumento ai caduti partigiani” comprende: 522 biografie dei partigiani sepolti selezionabili individualmente (digitando il numero della lapide); 3 testimonianze video, quali “Il monumento ossario ai caduti partigiani” (un contributo critico dell’Arch. Giancarlo Consonni  dell’Archivio Piero Bottoni del Politecnico di Milano), “Giuseppe Dozza, sindaco della liberazione”(una testimonianza di Guido Fanti, sindaco di Bologna 1966-70), "La lotta di liberazione a Bologna”(una testimonianza di Lino “William” Michelini, Presidente dell’ANPI Emilia Romagna); infine, 3 appendici documentali: scheda tecnica del monumento, la liberazione di Bologna (filmato, dall’archivio dell’Istituto Parri) e le donne nella Resistenza (filmato, dall’archivio dell’Istituto Parri).
La guida al “Monumento ai caduti partigiani” è stata presentata come la prima di una serie di visite guidate multimediali che il Cimitero monumentale della Certosa intende realizzare. Altri percorsi in progetto sono quello dei “Musicisti”, delle “Eccellenze monumentali”, degli “Imprenditori”, delle sculture di Carlo Santachiara e Pasquale Rizzoli.
La multimedialità mobile è una delle nuove frontiere del turismo culturale. Nell’applicazione intelligente di questa tecnologia si può trovare un aiuto importante per la valorizzazione del territorio e del patrimonio storico e artistico. La disponibilità di guide digitali con percorsi guidati individuali, possibilmente in più lingue, potrebbe soddisfare la richiesta di quel pubblico che cerca di conoscere, con strumenti contemporanei, la storia e l’arte di città antiche.
A realizzare il progetto, denominato “multimediaguide.it” è una cooperazione fra imprese multimediali bolognesi formata da Interwideo di Nino Iorfino e Net.Work.Com MagicBus Multimedia, che ha trovato appoggio nel Progetto Nuove Istituzioni del Comune di Bologna, per il suo impegno pilota nell’applicazione delle ICT ai beni culturali.
Multimediaguide.it, infatti, ha per scopo l'affiancamento di musei o altre istituzioni culturali nella progettazione e lo sviluppo di guide multimediali mobili attraverso i propri progettisti, tecnici.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Adolphe Sax in mostra
Dall'8 febbraio 2014 all'11 gennaio 2015
Sapore di sale, sapore di Lago
Dal 22 al 28 settembre
Offerte di viaggio
Self drive in moto lungo la Route 66
In fuoristrada alla scoperta dell'Australia
Costa Rica, Nicaragua, Panama: El Mundo Verde
NOTIZIE
28/08/14 - Lavoro
MSC Crociere è alla ricerca di circa seimila professionisti che andranno a lavorare, da qui...
27/08/14 - Trasporti
Ryanair presenta Ryanair Business Plus, un pacchetto di benefit dedicato ai viaggiatori...
27/08/14 - Trasporti
A partire dal 1° settembre Alitalia riattiverà i collegamenti sul Venezuela con il volo...
27/08/14 - Trasporti
Germanwings presenta una novità a bordo: da settembre l’Ape Maia personalizzerà...
27/08/14 - Ospitalità
Sono gli hotel la sistemazione preferita dai cinesi quando sono in viaggio secondo il Chinese...
Frivola Miniguida dei 192 Pesi Membri ONU: Moldova-Mozambico
Moldova - O Moldavia, tra Romania e Ucraina, 34.000 chilometri quadrati (come Piemonte più Umbria)...
Un "Elefante" dal passo sicuro. Ritorno a Milano
  Sappiamo tutti che il viaggio è una “attività umana” che affonda...
Dinosauri e delfini alle porte di Roma
Riparte sabato 2 aprile la stagione di Zoomarine, il parco divertimenti di Roma. E lo fa con molte...
E la gira la röda la gira...
Il progetto dell'architetto Antonella Tesei ha mirato a conservare il più possibile le...
Il comune di Venezia lancia l'e-commerce
Il comune di Venezia vara da gennaio 2009 un portale Internet per prenotare e acquistare i servizi...
"Se Messenia piange Sparta non ride", a proposito di turismo
Sapevate che... Considerato che dall’estero arriva ancora un po’ di gente,...
Berlino, Gran Tour storico con amici (2)
Come già narrato, ho visionato Monaco, Augusta, Bayreuth e Lipsia. Belle, ma ovviamente la...
Quando il turista è "arcobaleno"
Il turismo arcobaleno produce 2,7 miliardi di euro l'anno: il dato emerge dalla ricerca realizzata...
Expo 2015: come sarà il Padiglione del Giappone
La settimana scorsa, nei cantieri di Expo Milano 2015, con la tradizionale cerimonia del...
Asparagi di tutta Italia, (dis)unitevi!
Con tutto il rispetto per i 150 anni dell’Unità d’Italia, e senza rigurgiti...
Spigolando tra turismo e dintorni. Sapevate che...
Sapevate che... Siamo stati (anche noi) alla Bit? Eh sì, da sedicenti cronisti turistici...
LIBRI E GUIDE
Sapori e saperi delle Dolomiti a cura di Serena Turrin, edizioni DBS Zanetti, 152 pagine, foto a colori, Euro 13,00.
Turista per professione di Laura Celotto, EEE, pagine 176, Euro 13,00. Versione e-book, euro 4,99.
TUTTI I DOSSIER
1.2695789337158