Venerdì 19 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
A cento metri dalla riva / 4
La Rive Gauche del Lambro
Monza citt fantasma? Monza citt morta della Brianza western? Forse un tempo. Oggi pu contare sulla vivacit della "rive gauche" del Lambro e del Lambretto, con i locali e lo struscio. Il brivido proibito della vita notturna andare a letto presto
di Clementina Coppini

Uno dei fieri leoni dell'omonimo ponte di Monza

Avete presente le città fantasma dei film western, quelle con una strada polverosa, anime vive manco per sbaglio e le balle di paglia che rotolano sospinte dal vento? Monza è così, una vera città morta della Brianza western. O meglio era così, prima che arrivassero i tempi delle rive gauche, quella del Lambro e quella del Lambretto.

La prima si trova allo Spalto Isolino, piazzetta prospiciente il Lambro, all’altezza del Ponte dei Leoni, uno dei luoghi simbolo della città. Chiunque sa dov’è e il forestiero lo troverà facilmente per via dei quattro inconfondibili leoni di pietra che ornano le balaustre.

Lì ci sono due ristorantini, La Bettola di Fruttolo, con i tavoli all’aperto e le tovaglie a quadretti bianchi e rossi, che serve l’uregia e il risotto alla monzese, quello con la luganega, e l’Osteria del cavolo, tutto arredato in bianco e verde che pare di essere in Provenza. Alla cena segue struscio nella deserta zona pedonale.

Lungo i mini Navigli brianzoli
Piatto preparato dallo chef indiano de "Il Gusto della Vita"

L’altra rive gauche si trova sulla riva sinistra del Lambretto, simpatica diramazione del Lambro e ha il suo fulcro in quella strada di case ottocentesche che è via Bergamo.

La Stanga, un classico ritrovo monzese dove servono ottimi vini e la domenica fanno un leggendario brunch, si chiama così perché sta vicino al passaggio a livello; il Punt de la Mariota prende il nome dal ponte che collega la via al centro città. È piccolo, chiude alle otto di sera, ma il caffè di Enrico vale la gita, così come la sua conversazione. Enrico conosce tutti, tutti lo conoscono, sa tutto e sforna aforismi di rara saggezza e battute tranchant. Il Turné ha un bancone di piastrelline colorate, un ricco happy hour ed è anche trattoria; Il Guscio è un bugigattolo con tre tavoli nascosti da una tenda, ma è ristorante compito ed elegante. Il Gusto della Vita ha uno chef indiano che sa il fatto suo, e soprattutto sa come si fa il pesce. I negozietti ovviamente la sera sono chiusi, perché qui non siamo a Milano.

Eccoli qui, i mini Navigli brianzoli, affollati fino a tardi, ma non troppo tardi, giacché il sindaco il primo maggio ha emanato la grida che i locali devono chiudere alla una di notte, non un minuto più tardi. La limitazione oraria, invece di configurarsi come un deterrente, rende la rive gauche nostrana ancora più caratteristica e attraente.

Per chi è fatta la vita notturna monzese? Per chiunque voglia provare il brivido proibito di andare a letto presto. (20/10/10)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Dolci tentazioni tra le Dolomiti
Dal 29 giugno al 5 ottobre
Relax tra terme e montagne
Valido fino al 30 novembre 2014
Offerte di viaggio
Iran: la strada persiana dei re
Grantour della Turchia
Alla scoperta dell'Iran
NOTIZIE
19/09/14 - Gastronomia
Ritornano le Cene galeotte. A partire da oggi lo staff della Casa di Reclusione di Volterra...
19/09/14 - Fiere
Dal 22 al 24 ottobre la Fiera di Bologna ospita Smart City Exhibition, terza edizione della...
19/09/14 - Trasporti
Direct Line dà il via alla fase conclusiva di Share the Road, il progetto volto a promuovere...
18/09/14 - Turismo
Le autorità provinciali di Lampang, in cooperazione con l’Ente Nazionale per il...
18/09/14 - Feste e folclore
Si svolgerà domenica 21 settembre la decima edizione di Exilles Città. La...
Otto secoli di Torre
Diciamo che saltiamo ogni notazione sulla Torre di Pisa. La torre la diamo per saputa, anche se non...
L'onda perfetta si trova sulle coste di Taranto
Se pensate che solo a Malibù (California), meta leggendaria degli amanti di surf, ci sia...
Euro, dove sei finito?
Recentemente abbiamo dato notizia del “No Cash Day” una giornata per promuovere...
Il vizio di mettersi in viaggio
“Le mie vacanze sono quando suono in giro”. E poiché le prime date dei live di...
Innsbruck, note antiche sotto le Alpi
  È stato presentato il programma dell’estate musicale di Innsbruck. La capitale...
A Cremona per il palio del torrone
Quest’anno la tradizionale Festa del Torrone di Cremona (16-24 novembre) proporrà...
Goliardia è cultura e intelligenza
“O fortuna, velut luna statu variabilis semper crescis aut decrescis...”. Chi di noi,...
Ripensare l'energia
Architetti, artisti, scienziati hanno collaborato al progetto di ricerca e alla mostra aperta a...
Liberty, il piacere di vivere
Con le sue 330 opere in esposizione, in rappresentanza di 160 artisti, la mostra “Liberty,...
Abruzzo in primo piano
Appuntamento a Pescara mercoledì 10 settembre 2014 con l'anteprima e venerdì 12...
La Basilica di Agliate a Carate Brianza
  La Brianza è sempre sottovalutata, poveretta. In primis dai brianzoli, che spesso...
LIBRI E GUIDE
Andare a piedi Filosofia del Camminare di Frédéric Gros, Garzanti, pagine 232, Euro 14,90.
Terra degli uomini di Antoine de Saint-Exupéry, Mursia, pagine 176, Euro 12,00.
TUTTI I DOSSIER
1.0624959468842