Venerdì 1 Agosto 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
A cento metri dalla riva / 4
La Rive Gauche del Lambro
Monza cittÓ fantasma? Monza cittÓ morta della Brianza western? Forse un tempo. Oggi pu˛ contare sulla vivacitÓ della "rive gauche" del Lambro e del Lambretto, con i locali e lo struscio. Il brivido proibito della vita notturna Ŕ andare a letto presto
di Clementina Coppini

Uno dei fieri leoni dell'omonimo ponte di Monza

Avete presente le città fantasma dei film western, quelle con una strada polverosa, anime vive manco per sbaglio e le balle di paglia che rotolano sospinte dal vento? Monza è così, una vera città morta della Brianza western. O meglio era così, prima che arrivassero i tempi delle rive gauche, quella del Lambro e quella del Lambretto.

La prima si trova allo Spalto Isolino, piazzetta prospiciente il Lambro, all’altezza del Ponte dei Leoni, uno dei luoghi simbolo della città. Chiunque sa dov’è e il forestiero lo troverà facilmente per via dei quattro inconfondibili leoni di pietra che ornano le balaustre.

Lì ci sono due ristorantini, La Bettola di Fruttolo, con i tavoli all’aperto e le tovaglie a quadretti bianchi e rossi, che serve l’uregia e il risotto alla monzese, quello con la luganega, e l’Osteria del cavolo, tutto arredato in bianco e verde che pare di essere in Provenza. Alla cena segue struscio nella deserta zona pedonale.

Lungo i mini Navigli brianzoli
Piatto preparato dallo chef indiano de "Il Gusto della Vita"

L’altra rive gauche si trova sulla riva sinistra del Lambretto, simpatica diramazione del Lambro e ha il suo fulcro in quella strada di case ottocentesche che è via Bergamo.

La Stanga, un classico ritrovo monzese dove servono ottimi vini e la domenica fanno un leggendario brunch, si chiama così perché sta vicino al passaggio a livello; il Punt de la Mariota prende il nome dal ponte che collega la via al centro città. È piccolo, chiude alle otto di sera, ma il caffè di Enrico vale la gita, così come la sua conversazione. Enrico conosce tutti, tutti lo conoscono, sa tutto e sforna aforismi di rara saggezza e battute tranchant. Il Turné ha un bancone di piastrelline colorate, un ricco happy hour ed è anche trattoria; Il Guscio è un bugigattolo con tre tavoli nascosti da una tenda, ma è ristorante compito ed elegante. Il Gusto della Vita ha uno chef indiano che sa il fatto suo, e soprattutto sa come si fa il pesce. I negozietti ovviamente la sera sono chiusi, perché qui non siamo a Milano.

Eccoli qui, i mini Navigli brianzoli, affollati fino a tardi, ma non troppo tardi, giacché il sindaco il primo maggio ha emanato la grida che i locali devono chiudere alla una di notte, non un minuto più tardi. La limitazione oraria, invece di configurarsi come un deterrente, rende la rive gauche nostrana ancora più caratteristica e attraente.

Per chi è fatta la vita notturna monzese? Per chiunque voglia provare il brivido proibito di andare a letto presto. (20/10/10)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Gusto ad Alta Quota sulle Dolomiti
Dal 17 maggio all'1 novembre 2014
Golf e relax sul lago di Como
1 marzo - 30 ottobre 2014
Offerte di viaggio
Iran e Armenia: le storie millenarie
Caraibi da sogno
Alla scoperta dell'India tra yoga e spiritualità
NOTIZIE
01/08/14 - Turismo
Catania entra, per la prima volta, nella top twenty dei luoghi del cuore per gli stranieri, secondo...
31/07/14 - Gastronomia
Il 4 e il 5 agosto l’appuntamento è con il piatto forte del Tacco d’Italia da...
31/07/14 - Bambini
Cambiare il pannolino a un neonato quando si è in vacanza, nelle destinazioni italiane,...
31/07/14 - Ospitalità
Borgorocchetta.com è il sito web che presenta il nuovo albergo diffuso ad Acquasanta Terme,...
30/07/14 - Turismo
"Ringrazio il Presidente Renzi e il Ministro Franceschini per la fiducia accordatami. Sono onorato...
Quito, luci e ombre d'altura
La prerogativa non è sufficiente, però, a farne la meta di un viaggio, specie trattandosi di un...
Giochi d'acqua a Villa Litta
C'è un tesoro d'arte a Lainate, a nord ovest della provincia di Milano, che merita una...
Zoagli, il paese del "ponte"
Chi c'è stato anche una sola volta, ne ricorda il ponte. Grande e invadente. Le sue gigantesche...
Lo Sposalizio del Mare. A Cervia dal 1445
  Cervia ancora una volta celebra lo Sposalizio del Mare, l’antico "matrimonio" tra la...
Tutta Roma ricorda Alberto Sordi
  Il mitico Albertone sarà ricordato innanzitutto con una mostra al Vittoriano, dal 15...
La Casa Romana "ritrovata"
Roma riserva ancora straordinarie sorprese dopo più di tre millenni dalla sua fondazione....
Il Caffè, tanto amato quanto sconosciuto
  Solo in Italia se ne consumano 70milioni di tazzine ogni giorno. Eppure dire che si conosca...
Speranza Brasile
Nonostante la prematura esclusione degli Azzurri, seguire la Coppa del Mondo vi ha fatto venire...
Dove il bianco Natale non delude mai
Già prima della diffusione del cristianesimo in Finlandia veniva celebrata la festa della...
Il Giappone salva la Vera Croce
Gli affreschi della Leggenda della Vera Croce di Firenze sono salvi grazie al Giappone. Solo pochi...
Invito in Valcavallina
  La Valcavallina e il lago di Endine vicini a Bergamo non vogliono più essere solo...
LIBRI E GUIDE
Il giro del mondo in 80 isole Lucrezia Argentiero, Iter Edizioni, pagine 144, Euro 11.90
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
0.98737406730652