Martedì 30 Settembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
A cento metri dalla riva / 3
Polpenazze dream
Avete presente quei posti dove non c' niente e c' tutto? Polpenazze cos. Un paesino sulle colline moreniche del Garda, filari di viti a perdita d'occhio, boschetti di ulivi e ridenti stradine nel verde...
di Clementina Coppini

La vista che si gode da Polpenazze (Airphotostudio By Lino Olmo)

... Siamo in Valtenesi, il cui nome gli autoctoni vogliono far derivare da valle degli Ateniesi. Se Atene o la dea Athena c'entrino qualcosa non è dato sapere, ma la vegetazione assomiglia a quella greca, e attaccato a Polpenazze c'è Manerba, che si dice si chiami così per via di Minerva, alter ego romano di Athena. La frequentazione assidua del luogo può davvero rendere più saggi e contemplativi? Sarebbe bello. Polpenazze ha una piazza con chiesa e comune l’una di fianco all’altro, che guardano una terrazza vista lago che ha dell’impareggiabile davvero.

S. Pietro in Lucone, in cerca di palafitte
San Pietro in Lucone

Da lì si vede Sirmione. Salendo un po’ si incontra San Pietro in Lucone, una chiesa tra gli ulivi che domina il Lucone, ex palude dove gli uomini preistorici costruirono i loro villaggi su impalcati di legno. Ora, tra campi di mais che cresce rigoglioso in altezza per via dell’umidità del terreno, gli archeologi durante l’estate scavano le palafitte, che sono candidate a entrare nel Patrimonio dell’Umanità Unesco, nientemeno. Un po’ di sapienza infine ci dovrà pur essere, se questa è dopo tutto una mini-culla di civiltà.

Ravioli al bagoss e coniglio ai funghi
Il giardino del Rustico della Bena

Un pranzo nel giardinetto della Bena, con ravioli al bagoss e coniglio ai funghi, sorseggiando un bicchiere di Pelèr, vinello frizzantino che ha il nome di un vento del lago e come esso spira attraverso nell’anima rappacificata. Un salto all’Ulìf per un paio di bottiglie di Lugana biologico e uno dal Morani a prendere l’olio, in un frantoio storico: da sempre la gente del luogo porta le olive dei propri alberi a Nicola e lui come pagamento della frangitura tiene una parte dell’olio prodotto, che poi vende in bottiglie con etichetta, ma anche senza etichetta, se volete spendere meno, e vi fa ulteriore sconto se la bottiglia ve la portate da casa. Più biologico di così non c’è, e il Morani produce uno dei migliori oli del Garda, leggero e delicato come pochi altri. Biologico, naturale, archeologico: il piccolo sogno di saggezza è servito. (13/10/10)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Un nuovo Artelibro
Dal 18 al 21 settembre 2014
Offerte di viaggio
L'isola del cioccolato
In fuoristrada alla scoperta dell'Australia
Vacanza nel cuore del Cilento
NOTIZIE
30/09/14 - Ospitalità
Nasce a Roma Lovely Hotels, una collezione di alberghi che accoglie strutture di qualità...
30/09/14 - Trasporti
Partono domenica 26 ottobre i collegamenti diretti Genova-Tirana-Genova di blu-express, la...
30/09/14 - Cultura
“I luoghi di Leonardo. Milano, Vigevano e la Francia” è il titolo del Convegno...
29/09/14 - Gastronomia
Comincia il prossimo fine settimana la prima edizione della “Festa del Brembo e Sagra della...
29/09/14 - Alberghi
NH Hotel Group ha firmato un accordo con il gruppo Atemi, che opera per conto di diversi fondi...
Un poeta e una casa sul lago
Sirmione è una penisola bella, che si insinua nel Lago di Garda come una sottile anima...
Camargue, dove il mare sposa la terra
In apparenza la Camargue è il regno della natura selvaggia. In realtà non c'è nulla di spontaneo in...
In Austria a Pasqua è grande musica
Dal 1967 esiste a Salisburgo il Festival di Pasqua (Osterfestspiele), da quando, cioè,...
Genova viaggio nel tempo e nello spazio
Da poco più di una settimana la città di Genova offre un viaggio nel tempo e nello...
Nella Grande Mela, orgoglio gay moltiplicato per cinque
  Sono passati due anni dall’approvazione del New York’s Marriage Equality Act, il...
Doppio Bach a Milano
Ton Koopman è di casa a Milano, il direttore olandese e la sua Amsterdam Baroque Orchestra...
Il Bon ton della cena romantica
Festeggiare San Valentino con una cena romantica, è d’uopo! Il 14 febbraio, sin dai...
Matera, il bello e il prezioso della Storia
Un viaggio nel tempo e nell'arte sulle tracce dell'uomo: dalla primordiale austerità delle numerose...
La$ignora con New York nel cuore
Secondo una ricerca, New York è al secondo posto tra le mete predilette dagli italiani in...
Weekend in monastero
Casalinghe, a volte qualche dirigente, diverse coppie sui trent'anni. Ma anche gruppetti di persone...
In Svizzera, la capitale della musica
Con i suoi 75.000 abitanti Lucerna, in fondo, è una cittadina. Però la sua importanza...
LIBRI E GUIDE
Il tango e il mare di Monica Maria Fumagalli, Abrazos Editore, Euro 12,00.
Io sono un mito di Francesca Bonazzoli, Michele Robecchi, Electa, pagine 144, illustrazioni 175, Euro 19,90.
TUTTI I DOSSIER
1.1362280845642