Mercoledì 17 Dicembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
A cento metri dalla riva / 3
Polpenazze dream
Avete presente quei posti dove non c' niente e c' tutto? Polpenazze cos. Un paesino sulle colline moreniche del Garda, filari di viti a perdita d'occhio, boschetti di ulivi e ridenti stradine nel verde...
di Clementina Coppini

La vista che si gode da Polpenazze (Airphotostudio By Lino Olmo)

... Siamo in Valtenesi, il cui nome gli autoctoni vogliono far derivare da valle degli Ateniesi. Se Atene o la dea Athena c'entrino qualcosa non è dato sapere, ma la vegetazione assomiglia a quella greca, e attaccato a Polpenazze c'è Manerba, che si dice si chiami così per via di Minerva, alter ego romano di Athena. La frequentazione assidua del luogo può davvero rendere più saggi e contemplativi? Sarebbe bello. Polpenazze ha una piazza con chiesa e comune l’una di fianco all’altro, che guardano una terrazza vista lago che ha dell’impareggiabile davvero.

S. Pietro in Lucone, in cerca di palafitte
San Pietro in Lucone

Da lì si vede Sirmione. Salendo un po’ si incontra San Pietro in Lucone, una chiesa tra gli ulivi che domina il Lucone, ex palude dove gli uomini preistorici costruirono i loro villaggi su impalcati di legno. Ora, tra campi di mais che cresce rigoglioso in altezza per via dell’umidità del terreno, gli archeologi durante l’estate scavano le palafitte, che sono candidate a entrare nel Patrimonio dell’Umanità Unesco, nientemeno. Un po’ di sapienza infine ci dovrà pur essere, se questa è dopo tutto una mini-culla di civiltà.

Ravioli al bagoss e coniglio ai funghi
Il giardino del Rustico della Bena

Un pranzo nel giardinetto della Bena, con ravioli al bagoss e coniglio ai funghi, sorseggiando un bicchiere di Pelèr, vinello frizzantino che ha il nome di un vento del lago e come esso spira attraverso nell’anima rappacificata. Un salto all’Ulìf per un paio di bottiglie di Lugana biologico e uno dal Morani a prendere l’olio, in un frantoio storico: da sempre la gente del luogo porta le olive dei propri alberi a Nicola e lui come pagamento della frangitura tiene una parte dell’olio prodotto, che poi vende in bottiglie con etichetta, ma anche senza etichetta, se volete spendere meno, e vi fa ulteriore sconto se la bottiglia ve la portate da casa. Più biologico di così non c’è, e il Morani produce uno dei migliori oli del Garda, leggero e delicato come pochi altri. Biologico, naturale, archeologico: il piccolo sogno di saggezza è servito. (13/10/10)

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Sci e alpinismo sul Gran Paradiso
Dal 10 gennaio 2015 al 25 aprile 2015
I Mercatini di Natale di Levico Terme
Valido dal 22 novembre 2014 al 06 gennaio 2015
Offerte di viaggio
Australia Fantastica con Chiariva
In India per festeggiare il nuovo anno
Capodanno in Slovenia tra terme e cultura
NOTIZIE
17/12/14 - Neve
Arrivato alla quarta edizione, Artesina Freeride Fest, è ormai considerato l’evento...
17/12/14 - Musica per viaggiare
“Fai musica con chi fa musica”. Questo l’obiettivo della scuola Padovarte Musica,...
17/12/14 - News e servizi
Per la vacanze di Natale 2014, arriva l’offerta Orange Holiday, la scheda prepagata ideale...
17/12/14 - Paesi lontani
Il Natale al caldo ha di certo il suo fascino. Lo sanno bene gli abitanti di Melbourne in...
17/12/14 - Alberghi
Prende vita “IHC: Italian Hospitality Collection”, il polo alberghiero italiano del...
Cosa resta di Haiti
Il 12 gennaio 2010, esattamente un anno fa, un terribile terremoto colpì Port-au-Prince e...
Michelangelo tra due paesi
Del genio di Michelangelo Buonarroti è inutile stare a parlarne, scultura, pittura,...
Il cinema europeo fa tappa a Lecce
Ultimi dettagli organizzativi per il quindicesimo Festival del cinema europeo, in programma a Lecce...
"Girovaghi" per mestiere
  Quando nel 1800 si diffuse in Italia il mestiere della guida turistica (si pensi che nel...
A Genova la salvezza è venuta dal web
Officina di Cucina è un piccolo ristorante nato dal sogno di Chiara che, dopo mesi di...
A zonzo per Sanremo con i consigli di Stefano Piro
Ancora poche ore e avrà inizio il Festival di Sanremo edizione 63. Il che significa che per...
Pantarei
Tutto cambia, tutto scorre. Il “Panta rei” di Eraclito è di attualità....
India del Nord in cinque tappe
Un tour nel Nord dell'India è sicuramente una delle esperienze di viaggio che più ti...
Sordevolo, cronaca di una Passione
Si percorre l'autostrada in direzione di Torino, si esce allo svincolo di Santhià e via verso...
Hanno spostato il Sinai di Mosè
Su un masso c'è un graffito con un occhio che emana raggi come il sole. Su un altro spuntano due...
Un miracolo che fa giustizia
Saranno passate ormai diverse ore da quando Alessandro Ciseri, un bravo giovane del paese, correva...
LIBRI E GUIDE
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
NUR. La luce nascosta dell'Afghanistan di MoniKa Bulaj, Editore Electa, pagine 256, 163 illustrazioni, Euro 39,00.
TUTTI I DOSSIER
1.6192851066589