Mercoledì 23 Aprile 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Italia nel mondo
Cena-spettacolo a New York
La grande cucina italiana servita dai cuochi di Identità Golose. L'appuntamento è nella Grande Mela all'interno del nuovo "tempio" del gusto Eataly. Quindici piani di sapori per sentirsi come a casa nostra
di Caterina D'Ambrosio

Gli chef di Identità Golose

Dopo essere passati da Londra e Shangai, e in attesa di approdare a gennaio 2011 a Milano, i cuochi di Identità Golose sbarcano a New York. Dal 12 al 14 ottobre, undici chef si alterneranno ai fornelli oltre a partecipare a una sessione di showcooking nella Scuola di Cucina di Lidia Bastianich, e daranno vita a una vera e propria cena-spettacolo di 11 portate nel Ristorante Manzo di Mario Batali. La protagonista una sola: la grande cucina italiana.

Location d’eccezione Eataly, il megastore del gusto italiano, inaugurato a fine agosto nella Grande Mela, tra la 23esima e la 5th Avenue. Indirizzo reso famoso dal cinema (la Colazione da Tiffany di Audrey Hepburn a base di cappuccino e brioche è negli annali) e oggi luogo irrinunciabile per chi apprezza la buona cucina, soprattutto quella del BelPaese. Così nell’edificio, che ospita guarda caso anche gli uffici di Tiffany, trovano posto otto ristoranti tematici, una vineria, una pasticceria, un forno e una sorta di mini caseificio dove viene prodotta, sotto l’occhio incuriosito degli avventori, mozzarella fresca fatta al momento.

Settemila metri quadri di bontà
Il banco della pasta fresca a Eataly

La catena di Eataly, nata nel 2004 da un’idea di Oscar Farinetti, è approdata a New York con l’intento di far scoprire – fuori da ogni luogo comune o malinteso culinario – le radici enogastronomiche italiane. E nei suoi settemila metri quadrati è tutto un trionfo di pasta di Gragnano, olii extravergini di oliva, acque e vini di altissimo livello. Ma anche salumi, carne, pesce. E all’ultimo dei 15 piani dell’edificio anche un roof garden con vineria aperto fino a tardi.

Per i più curiosi poi non possono mancare corsi di cucina tenuti da una vera star della tv americana Lidia Bastianich, la stessa padrona di casa che accoglierà gli undici cuochi di Identità Golose. Gli chef che – ognuno a modo loro – hanno riscritto, destrutturandola e ricomponendola, la storia della gastronomia italiana proporranno paste e zuppe, risotti, cruditée e dolci per apprezzare appieno il vero significato della creatività italiana in cucina.

Tra i fornelli del superstore di New York si muoveranno Massimo Bottura, Ugo Alciati, Gennaro Esposisto, Luca Montersino, Pino Cuttaia, Niko Romito, Emanuele Scarello, Moreno Cedroni, Cristina Bowerman, Davide Scabin e Pietro Zito, ognuno proveniente da una regione taliana diversa, per apprezzare appieno il Paradiso dei Sensi. (06/10/10)

 

Identità New York 12-14 ottobre 2010

c/o Eataly New York, 200 Fifth Avenue & 23rd Street

Aperto da lunedì a domenica dale 9 alle 23

Gran Bar dalle 19 alle 2

www.identitagolose.it

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tra rose, storie e leggenda
Da Aprile a Novembre (chiuso Luglio e Agosto)
Il Festival dell'Oriente
Dal 24 al 27 Aprile e dal 1 al 4 Maggio 2014
Offerte di viaggio
Sud Tirol: cammino nel tempio dei Larici
Self drive in moto lungo la Route 66
Safari sulla neve nel leggendario artico
NOTIZIE
23/04/14 - Tempo libero
'Ninfeamus - Dire, fare, sbocciare', l'appuntamento annuale dedicato alla promozione della...
23/04/14 - Cultura
Nei giorni di Pasqua e Pasquetta i musei statali hanno registrato un afflusso record di visitatori....
22/04/14 - Consumi
Debutta oggi lo "spesometro", l'ormai famigerato strumento dell'Agenzia delle Entrate per...
22/04/14 - Ospitalità
In occasione della Fiera CMT 2014 di Stoccarda, fiera mondiale del turismo, i Villaggi Isaholydays...
22/04/14 - Voli
United Airlines ha annunciato un miglioramento del programma che permette ai membri MileagePlus di...
Piccole ma sportive
Tra i modelli che hanno costruito la storia dell'automobile, la Peugeot 205 GTi negli anni Ottanta...
Marocco, cucina da Sultani
Si mangia da gran sultani in Marocco. Questa terra è una raffinata oasi per i piaceri del palato; è...
Tra le colline della Franciacorta
  È un buon esempio di politica per lo sviluppo del territorio quello che stanno...
Viva la trasparenza
È curioso come proprio in un momento in cui si parla tanto di "esigenza di trasparenza" nei...
In Trentino la festa del raccolto delle mele
Il 9 e il 10 ottobre, per la settima volta, la trentina Val di Non organizza Pomaria, un omaggio...
Metti in testa Montappone
Alla domanda "Dove si producono i cappelli di paglia?" i giovani - ormai abituati a coprirsi il...
Il tesoro della Provincia di Cuneo
Ottanta anni sono tanti. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba celebra a giorni questo...
Tropici nostrani. In attesa dei "bagnanti mutanti"
La Liguria di Ponente era una terra bellissima. Poi si è popolata di seconde case, riempita di...
Sauna, basta la parola
Tra i temi di un viaggio in Finlandia non può manchare il wellness, che qui è...
Terre di Siena: terre di terme, terre di acque
  Nove centri termali in poco più di 3800 chilometri quadrati, raggruppati in 7 comuni:...
Vernacoliere: un giornale dalla "lingua lunga"
Somigliano, le parole e gli scritti di Cardinali,  alle onde di quel Mare Tirreno che, anche nei...
LIBRI E GUIDE
L'Atlante di smeraldo di John Stephens, Longanesi, pagine 464, Euro 9,90.
L'isola sotto il mare di Isabel Allende, Feltrinelli Editore, pagine 432, Euro 19,50.
TUTTI I DOSSIER
2.3087511062622