Sabato 20 Dicembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Libri di viaggio
Magna Grecia da navigare
In barca a vela costeggiando Campania, Calabria e Sicilia sulla rotta dei nostri "padri". Un vademecum per diportisti appassionati di storia, l'ultimo libro dello skipper e scrittore di mare Massimo Caimmi
a cura della Redazione

Navigando lungo la costa del Cilento

Sempre più spesso chi naviga per diporto, quando sbarca, si dedica con grande interesse a quelle attività culturali in grado di arricchire il viaggio e il patrimonio delle esperienze personali. La barca, quindi, diventa il mezzo ideale non solo per vivere un rapporto profondo col mare, ma anche per conoscere arte e storia, ampliando in tal modo il concetto di turismo nautico a un vero progetto di viaggio. Questa, quindi, è la motivazione che nel 2009 ha spinto autore e editore a percorrere la rotta che unisce alcune delle località più belle e interessanti del Tirreno alla storia di quelle genti italiche che oggi rappresentano la base del patrimonio culturale italiano, spesso invidiatoci all’estero. In questo tour la Magna GreciaMegàle Hellàs, l’insieme di città fondate dai Greci nelle regioni meridionali della penisola italica a partire dall’VIII secolo a. C. – rappresenta il magico filo che ci condurrà attraverso la visita di sette tra i più affascinanti siti ricchi di tesori naturali e artistici, un viaggio di facile esecuzione per ogni viaggiatore, pieno anche di approdi naturali di grande godimento per tutti coloro che vorranno seguirlo navigando, qualunque sia l’imbarcazione usata.


Paestum, Museo archeologico, particolare della tomba del Tuffatore (480-470 a. C.)

Perché scegliere la Magna Grecia? È una domanda, credo, che nel lettore sorga quasi immediata e spontanea. La risposta ci appare anch’essa rapida e chiara se ascoltiamo le parole quasi unanimi dagli esperti culturali intervistati durante il nostro peregrinare tra le memorie storiche di questo immenso tesoro. “L’appellativo di magna che il territorio occupato dalle colonie greche in Italia meridionale si guadagnò presso la madrepatria, sta ad indicare la grandezza dello sviluppo della civiltà in queste regioni. Non è quindi retorica affermare che la Magna Grecia si pone prepotentemente alla base della nostra cultura, ciò che ci impegna fortemente nel cercare di conoscerla ed amarla, tanto più che il fenomeno non coinvolge solo l’Italia meridionale o più in generale l’Italia, ma senza dubbio tutta l’Europa che vi affonda le proprie radici. Grazie ai Romani che ripresero e fecero propria questa cultura trasmettendola fino ai confini dell’Impero, anche le popolazioni non a diretto contatto con la Magna Grecia ne furono così fortemente influenzate sul piano artistico e filosofico, che si può affermare con certezza che questa storia remota affiori continuamente in molti aspetti del nostro vivere quotidiano. È questa, perciò, l’identità di pensiero che accomuna i popoli europei con un vincolo superiore a ogni distinzione di nazione e che rende possibile un dialogo paritario sul piano storico – culturale.


La barca a vela Ariel con il suo armatore

Conoscere la Magna Grecia, quindi, significa conoscere una parte importantissima della nostra storia necessaria per vivere un oggi migliore, significa avere consapevolezza e orgoglio delle proprie origini. Amarla, poi, vuol dire innanzitutto rispettarne la memoria, significa tutelarla. Una tutela che non è solo un compito istituzionale affidato a Stato, Regioni e Comuni, ma è l’assunzione di un impegno civile soprattutto da parte di ogni cittadino convinto che le vestigia di questa grande civiltà non devono essere considerate una limitazione allo sviluppo della società moderna, ma anzi possono rappresentare una importante fonte di ritorno economico creato dal turismo culturale e dal suo indotto”. (20/09/10)

 

Questo testo è tratto dalla prefazione del libro "Navigare in Magna Grecia - Mare e terre tra mito e realtà" di Massimo Caimmi, Effemme Edizioni.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Sorsi di Musica - Concerti Villa Bardini
Valido da novembre 2014 a Febbraio 2015
I Mercatini di Natale di Levico Terme
Valido dal 22 novembre 2014 al 06 gennaio 2015
Offerte di viaggio
Capodanno in Slovenia tra terme e cultura
Ultimo dell'anno in Baviera
In India per festeggiare il nuovo anno
NOTIZIE
19/12/14 - Festival
Dal 26 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 ritorna a Genova e Rapallo il Circumnavigando Festival, la...
19/12/14 - Mostre
Il Museo Nazionale del Cinema di Torino rimarrà aperto per tutte le festività,...
19/12/14 - Mostre
Sabato 20 dicembre 2014, alle ore 16.00, a Cosenza, presso il Palazzo Arnone, sarà...
18/12/14 - Concerti
L’Harlem Gospel Choir, chiamato calorosamente dai fan “Gente di Dio che viene da...
18/12/14 - Cinema
Cinecittà ha compiuto settantasette anni. Vi sono stati girati circa quattromila film, di...
Turismo sostenibile, arriva l'app per promuoverlo
Scegliere l’opzione di trasporto più rapida, economica e “green”...
Per grandi e piccoli piaceri di gola
Nel cuore del "quadrilatero romano" di Torino, ha iniziato l'attività il caffè...
L'Alta Langa è servita
Le prelibatezze dell'Alta Langa, il territorio che si estende nella parte meridionale della...
Treviso, dove il vino è "mitteleuropeo"
  Il suo nome è dato dal distretto della Stiria (Austria) dove era inizialmente...
Con l'Oceano nel cuore
L'Isola di Wight... Mi rendo conto che al solo pensare a questo nome la mente si riempie di...
L'Asia in Vespa
Giorgio Serafino e Giuliana Foresi, due sposi trentenni di Montecosaro, in provincia di Macerata,...
No Ruote, No Parti
In principio fu il carrello. Riadattato da quello di ospedali, collegi, comunità, il...
"Soldatini" per finte guerre
Per gli studiosi di antiche civiltà non vi sono dubbi: quelli di Emsah, come altri di diversa...
Bugatti, il sogno compie 100 anni
Anche se i francesi tentano di scipparcelo mettendogli l'accento sulla "i", Ettore Bugatti era...
Paris au Chocolat
  Ci sono città dove si potrebbe andare mille volte e mille volte scoprire qualcosa di...
Riso (non più) amaro
Adesso è tempo di raccolta nei campi gialli intorno a Vercelli e le mondine di una volta ci...
LIBRI E GUIDE
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
Manuale dello chef di Claudio Sadler, Giunti Editore, Fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani, pagine 288, Euro 19,90.
TUTTI I DOSSIER
1.1407451629639