Giovedì 24 Aprile 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Feste e Folclore / Piemonte
Monferrato chiama Israele
Fino al 23 maggio a Casale Monferrato e nelle cittā limitrofe č in corso il festival internazionale di cultura ebraica. Un evento che cade in occasione del giorno di festa dello Shavuot, equivalente della Pentecoste
di Graziano Capponago del Monte

Esibizione di musica Klezmer

La cultura ebraica è tanto ricca quanto complessa. Così come le loro festività. Non si possono comprenderle se non si intuisce che dietro a ogni singola azione c'è un significato simbolico intimamente legato al rapporto tra l'Eterno e il suo popolo. Un'occasione per scoprirle è data a Casale Monferrato, una città dove è sempre stata forte la presenza della comunità israelitica e dove è in corso, fino al 23 maggio, Oyoyoy, il Festival di cultura ebraica, che coinvolge anche altre città del Monferrato e dei dintorni con numerosi incontri, visite alle sinagoghe, concerti, enogastronomia e spettacoli.

Mentre si svolge il festival cade anche la festa dello Shavuot, (“delle Settimane”) che si tiene sette settimane dopo il primo giorno di Pesach (Pasqua), l’equivalente della Pentecoste. È una festività principalmente agricola, che viene anche chiamata Bikkurin (“Festa della Mietitura e delle Primizie” poiché si svolge nel periodo della mietitura), per celebrare la consuetudine di offrire al Tempio i primi frutti della stagione e i primi animali nati nelle greggi.

Un ringraziamento a Dio
Un momento della festa di Shavuot in Israele

A Shavuot si celebra anche la festa del Dono della Torah poiché, secondo la tradizione, in questo giorno sul Monte Sinai l’Eterno diede in dono la Legge al popolo di Israele. La festa si lega anche al Libro biblico di Ruth, la Moabita, che scelse di sua volontà di divenire parte del Popolo Ebraico, e che fu antenata del Re Davide: il legame con la dinastia reale è dovuto anche alla tradizione secondo la quale il grande sovrano di Israele sarebbe nato e morto nel giorno di Shavuot. In quel giorno è consuetudine trascorrere la notte in Sinagoga a studiare i contenuti della Legge. I testi presi in esame differiscono nelle varie comunità, ma generalmente includono brani della Torah, del Mishna e dello Zohar. La lettura del Libro di Ruth, in Sinagoga, viene accompagnata da canti liturgici. Un’altra tradizione, relativamente recente e dalle origini indefinite, è quella di preparare pietanze speciali utilizzando prodotti caseari.

Gusto Kosher
Una tavola preparata per lo Shabbat

Proprio a questa tradizione si rifà la proposta dell’Hotel Candiani con un pacchetto di due giorni con proposte gastronomiche: il 15 maggio la Merenda sinoira, la robusta merenda campagnola monferrina a basse di mousse di baccalà, sformato di broccoli, insalata primavera, tagliere di affettati misti, tagliere di caprini, polpette di pollo alla cacciatora, crostata di albicocche e lavanda; il giorno successivo, il 16 maggio, un pranzo tipico di Shavuot a base di composta di alborelle, caprino primavera, zuppa fredda di cetrioli, lasagnette con carciofi e alici, trota con mandorle e punte di asparagi, petalo di rosa con cialda di Pecorino e composta di cipolla e, infine, Cheesecake ai frutti rossi. (06/05/10)

 

Per informazioni

Festival Oyoyoy

www.oyoyoy.it

Hotel Candiani

www.hotelcandiani.com

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Tra arte e laguna
Valido fino al 31 dicembre 2014
Tour sull'Arno in barchetto
Valido fino al 30 settembre 2014
Offerte di viaggio
Trekking, balene e citta' in Canada
Safari sulla neve nel leggendario artico
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
A cento metri dalla riva
NOTIZIE
24/04/14 - Trasporti
Questo il calendario degli scioperi proclamati nel settore dei trasporti fino a venerdì 30...
24/04/14 - Fiere
La Borsa mediterranea del turismo archeologico annuncia le date della 17esima edizione:...
24/04/14 - Turismo
La Museum Pass Istanbul Card permette ai turisti di entrare in alcuni dei più importanti...
24/04/14 - Sport
Il 15 aprile, si è aperta la fase finale della vendita dei biglietti per la prossima Coppa...
24/04/14 - Turismo
Arrivano le nuove Card Multiservizi del Parco Cinque Terre. Due le tipologie di tessere che a...
Usa l'Arte e non metterla da parte
Qualcosa è cambiato nell’arte; il concetto stesso di arte si è ampliato. I...
In Austria a Pasqua è grande musica
Dal 1967 esiste a Salisburgo il Festival di Pasqua (Osterfestspiele), da quando, cioè,...
Zurigo, la città dei mercatini di Natale
Se i mercatini di Natale non sono certo una novità, a Zurigo ce ne sono almeno tre...
Otto secoli di Torre
Diciamo che saltiamo ogni notazione sulla Torre di Pisa. La torre la diamo per saputa, anche se non...
Guatemala, fra mercatini e fede popolare
In realtà, Tikal è solo uno straordinario biglietto da visita per un Paese che merita di essere...
I presepi "architettonici" di Cracovia
Dal 1937 si tiene a Cracovia un atteso appuntamento fisso invernale: il concorso e la mostra dei...
In treno a Cuba, un'avventura stimolante
La Stazione dell'Avana (Terminal de Ferrocarril) si trova nell'Avenida Egido proprio di fronte alla...
Zoagli, il paese del "ponte"
Chi c'è stato anche una sola volta, ne ricorda il ponte. Grande e invadente. Le sue gigantesche...
Capo di Ponte, il grande "libro" della Val Camonica
L'anno scorso si è celebrato il centenario della scoperta, avvenuta nel 1909 per opera del...
Sacra di San Michele e Avigliana
  Umberto Eco vi ha trovato l’idea iniziale per la scrittura del suo romanzo di maggiore...
Anche in Italia la musica antica è al top
Da cinque estati Milano diventa un importante centro di diffusione della musica antica....
LIBRI E GUIDE
Dopo lunga e penosa malattia di Andrea Vitali, Garzanti Editore, pagine 180, Euro 14.60.
Il Superstite di Wulf Dorn, Corbaccio, pagine 448, Euro 18,60.
TUTTI I DOSSIER
2.4952108860016