Giovedì 28 Agosto 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Viaggi brevi / Trentino
Oh che bel castello!
Finiti i lavori, a primavera Castel Thun in Val di Non riaprirÓ i battenti per svelare ai visitatori le sue meraviglie e le importanti esposizioni temporanee che qui saranno ospitate
a cura della Redazione

Veduta aerea di Castel Thun

Il prossimo 17 aprile riapre dopo anni di restauri una delle dimore signorili più belle del Trentino: Castel Thun in Val di Non nel comune di Ton, residenza fortificata abitata ininterrottamente dal 1240 al 1982 dalla nobile e ricca famiglia omonima. Per l’occasione l’Azienda per il Turismo della Val di Non ha creato un pacchetto che abbina l’ingresso al castello a un soggiorno che permette di scoprire alcune particolarità della valle come i suoi canyon e il santuario di San Romedio, originario dell’XI secolo ed edificato su uno sperone di roccia lambito da un torrente. Il pacchetto comprende anche una cena tipica e due notti in agriturismo a partire da 120 Euro a persona in camera doppia

Un lungo scorcio di storia
La stanza del Vescovo

Alla morte dell’ultimo membro della famiglia Thun, nel 1992, il castello è passato alla Provincia di Trento che lo ha destinato a sede museale. Dopo lunghi lavori di consolidamento e di restauro la residenza è ora pronta all’apertura. Il maniero comprende 150 stanze, una grande biblioteca e un giardino. La Provincia ha acquistato anche gli arredi d’epoca, l’importante archivio e i quadri. Proprio il fatto che sia stato abitato ininterrottamente dal XIII al XX Secolo rende Castel Thun affascinante, è una delle poche dimore principesche ad aver mantenuto intatti i propri arredi che raccontano l’illustre e potente casato originario della Val di Non. Molto influenti a livello internazionale. I Thun furono banchieri degli Asburgo, membri della corte asburgica di Innsbruck, principi vescovi e protagonisti della storia boema, arrivando a detenere addirittura 10 castelli nella sola zona di Praga. Da vedere gli affreschi, i quadri della straordinaria pinacoteca e le stufe a olle originali. Tra tutte le stanze spiccano quella cosiddetta “del vescovo” con il suo spettacolare soffitto a cassettoni in legno di cimbro di impronta sudtirolese, quella “del camino”, resa particolare da un pregevole esempio di caminetto rinascimentale, e quella “del fumo” che ha conservato come tangibili tracce della storia del castello i segni del fumo delle candele accese per le veglie funebri.

Nuova splendida struttura espositiva
Veduta aerea della Val di Non

La residenza farà parte del circuito Museo Castello del Buonconsiglio Monumenti e in alcune sale ospiterà periodicamente un calendario stagionale di mostre. La prima avrà inizio il 30 maggio. “L’avventura del Vetro – Dal Rinascimento al Novecento tra Venezia e mondi lontani” sarà un viaggio alla scoperta della magia del vetro attraverso l'arte dei maestri veneziani che con le loro creazioni hanno conquistato il mondo. (10/02/10)

 

Per informazioni


Castel Thun:

www.buonconsiglio.it

 

Turismo Val di Non:

www.visitvaldinon.it

 

Pacchetti soggiorno:

www.guidavacanze.it

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Sapore di sale, sapore di Lago
Dal 22 al 28 settembre
Todi APPy Days
Dal 25 al 28 settembre 2014
Offerte di viaggio
In vacanza con mamma o papa' ...
Calabria: mare e relax in famiglia
Crociera nel Mediterraneo Occidentale
NOTIZIE
28/08/14 - Montagna
Lo skipass di Fassa dal prossimo inverno diventa “Fassa XL 3+3”. La novità...
28/08/14 - Animali
Se siete tra i fortunati ancora in ferie, magari in Puglia e con cane al seguito, questa notizia...
28/08/14 - Gastronomia
Una giornata all’insegna dei sapori del territorio nello scenario del Parco del Lago Segrino...
28/08/14 - Turismo
Cambio al vertice dell'Ufficio Cultura e Informazioni dell'Ambasciata di Turchia. La nuova...
28/08/14 - Lavoro
MSC Crociere è alla ricerca di circa seimila professionisti che andranno a lavorare, da qui...
Lleida e il campanile dell'antica Cattedrale
Tra i tanti modi di viaggiare preferisco l’automobile, facilitante un turismo, sì,...
A Londra con Shakespeare
L'idea che un solo uomo abbia saputo scrivere così tante opere e soprattutto così...
Il Parco Naturale del Queyras
Al di là del confine italiano, passando da metà maggio a metà ottobre per il...
Le meraviglie dello Zingaro
Un panorama aspro e quasi montano che si getta in un mare caraibico punteggiato da spiagge bianche,...
Roccastrada e Ribolla, tra pietre e miniere
La cittadina di Roccastrada, in provincia di Grosseto, è un "fiore" che nasce dalla pietra. E...
Barcellona, tavolozza di Gaudí
Sfatiamo un mito. Non è vero il detto "nemo profeta in patria". Almeno non nel caso di...
Ospiti a Sauris, perla delle Alpi carniche
  Per chi giunge fin qui a cercare pace e natura, il fascino di Sauris sta soprattutto nei...
Dall'Europa all'America, rotaie "colorate"
  Con la narrazione delle vicende dell’ “Orient Express” e della...
Tornano i viaggi del paniere
Salame di Turgia e Toma di Lanzo, Prosciuttello dell'Alta Val Di Susa e Canestrelli. C'è da...
L'Olanda di Van Gogh
Continua il nostro viaggio in Olanda sulle orme di Vincent Van Gogh. Da Zundert, sua città...
Il "frantoio-gourmet" delle Apuane
A tre chilometri dalle spiagge della Versilia, lasciando l’Aurelia tra Forte dei Marmi e...
LIBRI E GUIDE
Andare a piedi Filosofia del Camminare di Frédéric Gros, Garzanti, pagine 232, Euro 14,90.
Il Massiccio del Grappa. Alta Via degli Eroi da Feltre a Bassano di Fabio Donetto, DBS - Danilo Zanetti Editore, pagine 96 con foto e cartina, Euro 6,00.
TUTTI I DOSSIER
1.2125871181488