Mercoledì 30 Luglio 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Itinerari
Michelangelo tra due paesi
Il sommo artista visse tra Caprese e Chiusi della Verna, due località della Provincia di Arezzo. Una nuova segnaletica conduce alla scoperta di splendidi paesaggi e del Museo della scultura
di Graziano Capponago del Monte

Tondo Doni, Museo degli Uffizi, Firenze

Del genio di Michelangelo Buonarroti è inutile stare a parlarne, scultura, pittura, architettura e poesia erano per lui così naturali da arrivare al sommo grado di maestria. Questo grande dell’Arte universale nacque casualmente a Caprese, oggi Caprese Michelangelo in provincia di Arezzo. Casualmente perché suo padre, il nobile fiorentino Ludovico Leonardo, era il podestà di un territorio abbastanza vasto che comprendeva oltre a Caprese anche Chiusi della Verna ed era obbligato a risiedere sei mesi in un posto e sei mesi nell’altro. Michelangelo nacque il 6 marzo, pochi giorni prima del cambio di residenza che, per consuetudine, avveniva il 25 marzo, il capodanno del calendario fiorentino.

Geografia pittorica
Il profilo del Monte Penna

Il giovane Michelagnolo (come è scritto in un’iscrizione nella camera da letto della casa natale) era pertanto familiare con entrambe le località, di questo fatto siamo più che sicuri perché l’aspro paesaggio del Monte Penna è chiaramente e perfettamente descritto pittoricamente in almeno due se non addirittura quattro capolavori: ne “La creazione di Adamo”, sesta volta della Cappella Sistina in Vaticano e nel “Tondo Doni” agli Uffizi di Firenze; nella “Crocefissione di San Pietro” e nella "Conversione di San Paolo”, entrambe ai Musei Vaticani in Roma un po’ più sfumati.

Con queste premesse, è chiaro che Caprese Michelangelo e Chiusi della Verna rappresentino due luoghi importanti nella vita di Michelangelo. Nel suo nome, o meglio, sulle sue tracce ci sono parecchi turisti, anche stranieri, che vanno a visitare i luoghi e i musei. Per loro è stata predisposta un’apposita segnaletica in italiano e in inglese con pannelli informativi, bacheche e cartelli stradali.

La casa natale
Il Palazzo del Podestà a Caprese

Il Castello Medioevale di Caprese, contiene il Palazzo del Podestà, la casa natale dell’artista, che ospita riproduzioni fotografiche degli affreschi di Casa Buonarroti a Firenze, fatti eseguire nel ‘600 da un pronipote di Michelangelo per celebrarne la gloria. Un impianto multimediale proietta un documentario sulla vita. Ci sono anche le copie fotostatiche di documenti antichi e importanti e la copia in bronzo del famoso busto opera di Daniele da Volterra oltre a numerosi calchi in gesso delle sue sculture. Però, non c’è solo la casa natale di Michelangelo, ma anche Palazzo Clusini, oltre alla Corte Alta e un giardino.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 -  - 
Week-end e tempo libero
Festival Internazionale del Jazz
Dal 9 al 16 agosto 2014
Gusto ad Alta Quota sulle Dolomiti
Dal 17 maggio all'1 novembre 2014
Offerte di viaggio
In vacanza con mamma o papa' ...
Gran Tour del Peru'
Self drive in moto lungo la Route 66
NOTIZIE
30/07/14 - Turismo
"Ringrazio il Presidente Renzi e il Ministro Franceschini per la fiducia accordatami. Sono onorato...
30/07/14 - Ospitalità
BBWild Sardinia è il nuovo Bed and Breakfast che punta a promuovere un’area poco...
30/07/14 -
“Visit Italy” è il concorso fotografico lanciato in Giappone per far raccontare...
30/07/14 - Trasporti
Da martedì 30 settembre 2014, Blue Air, inizia i collegamenti diretti...
29/07/14 - Sport
Iscrizioni aperte per la seconda edizione della Echappée Belle Helly Hansen. La competizione...
Costantino e Milano
Dal 25 ottobre al 17 marzo 2013 il Palazzo Reale di Milano ospita la mostra Costantino 313 d.C.,...
L'arte di raccontare il viaggio
  Prende il via oggi a Genova il nuovo ciclo di conferenze "Racconti di viaggio" organizzato...
Verdi rive dell'Isonzo; fra orsi, trote e trincee
Per l'esercito italiano fu la madre di tutte le sconfitte, che rischiò di ribaltare l'esito della...
In funivia per ascoltare Davide van de Sfroos
Concerto in quota per Davide van de Sfroos. Lui che è abituato a vivere sulle sponde del...
A Forlì con i Blastema a farvi da guida
  Se un giorno, trovandovi a Forlì, vi capitasse di imbattervi in Matteo Casadei, voce...
Sardegna monumentale
  “La Regione, insieme alle sempre più numerose amministrazioni comunali, mette...
La primavera musicale di Praga
Il 12 maggio è Prazské jaro [Primavera a Praga]. Il giorno della morte del...
Ecomondo
Le iniziative ecologiche non fanno più notizia, ma fanno piacere. Dal biolift, lo skilift...
Il misterioso protettore di Portogruaro
Portogruaro sorse nel XII secolo come centro di grande importanza economica e commerciale. La sua...
Otranto, sito messaggero di pace
Il borgo antico di Otranto è stato riconosciuto patrimonio culturale mondiale Unesco in...
Siti Unesco italiani, una "Mirabilia"
Anche in campo turistico fare rete si rivela la strategia migliore. Da qui l’idea di...
LIBRI E GUIDE
Il bambino scambiato di Kenzaburo Oe, Garzanti, pagine 448, Euro 24.00.
Le storie dietro le fotografie di Steve McCurry, Electa-Phaidon, pagine 264, 320 illustrazioni, euro 59,00.
TUTTI I DOSSIER
1.0121779441833