Sabato 20 Dicembre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Gossip
DVP, ovvero: Dizionario delle Verità Pallonare (del Belpaese)
Oggi "facciamo sport". Da seduti, davanti a Sky Sport, oppure ascoltando i tanti programmi con gli "esperti" beceramente urlanti, o ancora leggendo sui giornali, specializzati e non, le innumerevoli fregnacce gossipare che (ahinoi) vantano "odiens" da primato
di Gian Paolo Bonomi

"C" come Campi da gioco

A Amaurì: giocherà nel Brasile o (adesso che la sua signora è diventata italiana) nell’Italia?

BBalle: quelle che contano su Moratti (che ogni anno avrebbe finito i soldi per l’Inter). Ogni anno la fabbrichetta del petrolio-benzina dà buoni dividendi e ogni anno lui compra.

C - Campi da gioco (nel senso di terreno, erba) - Fanno schifo, sembrano campi di patate; con relativo, ovvio, svilimento del gioco (far giocare un campione tra buche e zolle semoventi è come far recitare un grande attore su un palcoscenico dalle assi sconnesse e scricchiolanti). Ma nessuno fa un plissè. E intanto ci prendono per il sedere dicendoci che “non c’è niente da fare” (financo nei deserti di Arabia, se solo vogliono, fanno crescere prati e foreste svizzere).

D - Donne: strano, quelle dei Futballori sono belle gnocche mentre quelle dei CoCo precari, no. Ci sarà un perché? (Chi si è posto questa domanda è stato subito internato in un manicomio). E – Emerson: E come Epifani, che pensa ai pensionati; lui (Emerson) pensa invece alla sua pensione, anzi se la sta già godendo saltellando ogni tanto (ma solo per sgranchirsi le ossa) sul prato di San Siro. F - Filone (pensatore antico): “Se dici quello che vuoi (o pensi, ndr) senti quello che non vuoi”.


"G" come Galliani

G - Galliani: sarà che chi scrive è interista, ma quel musino tirato quando il Milan perde …

HAcca: chi non ci capisce un Acca (nella fattispecie di Calcio e a loro volta i Pallonari che ovviamente non capiscono niente di tutto il resto che non sono calci), ma viene (ugualmente) intervistato solo perché è “Famoso”. Questa è la realtà, Baby; eppertanto alla Parietti viene chiesto cosa ne pensa del 4-2-4, a Materazzi invocano un suo giudizio sulla Levi Montalcini, mentre a Ronaldinho o ad Adriano (invece di chieder loro in quale ‘Disco’ di Milano si cucca più facilmente) si chiedono prolusioni accademiche sulla trasmigrazione delle anime e sul ciclo mestruale della gallina. Mah.

I - Interviste (a fine partita) - Ma perché le fanno, ‘ste interviste (obbligando pure i pallonari, per contratto, a rispondere: almeno, come nei tribunali, gli si conceda “la facoltà di non rispondere”, no?). Perché ‘ste interviste altro non sono che aria fritta, parole al vento, puñetas banali e scontate, la solita menata. Oppure …. oppure uno “dice quello che pensa”. Questa dovrebbe essere la motivazione, la vera ragione di un’intervista, sennò, come nel gioco dell’Oca, torni-dici le cose banali e scontate e sai che noia, che – prevista - rottura di balle! Si rinvia il lettore alle lettere F (Filone) e M (Mourinho). Morale: finita la partita (come diceva Boskov a proposito dei rigori “quando arbitro fischia”) le tivù tirino giù la ‘clèr’ o passino a un’altra partita, giocata, invece dei soliti blabla (ma è proprio su queste puñetas che campa il Balòn; eppertanto, come nel Gioco dell’Oca, si torna daccapo)…

L - Lippi (allenatore della Nazionale): ci dica una volta per tutte se farà giocare Amaurì o no, ponga per favore fine a questo indegno (vedi T) Tormentone, non rompendo ulteriormente le (vedi P) Palle a chi il Calcio lo vuol vedere (e non leggere o sentire).


"M" come Mourinho

M - Mourinho: dice (o almeno sembra dire) quello che pensa (per cui vedi F). N - Nessuno: negli stadi non ci va più nessuno (o quasi, e datosi che in Italia non si contano i portoghesi - quelli che entrano a sbafo - è assai probabile che quella poca gente che si vede negli stadi - quello di Bari, è sempre deserto, si dia un occhio - sia ancor meno di quella che potrebbe entrare gratis). Ma nessuno si chiede il perché (si tenta di “affittare” per due ore di partita a 40 o 60 o 100 euro una superficie di cemento o un sedile capace di ospitare un culo, dopodiché, non avendolo venduto a quel prezzo e nulla costando quella superficie da culo, non si tenta - visto il costo zero per le società calcistiche - almeno di venderla a costi inferiori).

O - Onesto: come Moggi (parafrasando quanto accadde anni fa a Parma, laddove a una scritta murale dichiarante “Valpreda innocente” mano ignota aggiunse “Tamara Baroni vergine e Giacomo Mancini onesto”).

P - Palle, nel senso di “che Palle ‘sta storia” di Amaurì, gioca no o gioca sì (con la Nazionale).

Q - Què Cojones! (direbbe uno spagnolo che leggesse la vicenda Amaurì-Lippi- Nazionale). R - Rai: i suoi cronisti calcistici sono meno bravi di quelli di Sky perché (come accade nel parastato) “vanno avanti” per anzianità (mentre quelli di Sky “vanno avanti” per merito).

R - Rai: i suoi cronisti calcistici sono meno bravi di quelli di Sky perché (come accade nel parastato) “vanno avanti” per anzianità (mentre quelli di Sky “vanno avanti” per merito).

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 
Week-end e tempo libero
I Mercatini di Natale di Levico Terme
Valido dal 22 novembre 2014 al 06 gennaio 2015
Sci e alpinismo sul Gran Paradiso
Dal 10 gennaio 2015 al 25 aprile 2015
Offerte di viaggio
Matrimonio da sogno alle Maldive
Alla scoperta dell'Iran
Australia Fantastica con Chiariva
NOTIZIE
19/12/14 - Festival
Dal 26 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 ritorna a Genova e Rapallo il Circumnavigando Festival, la...
19/12/14 - Mostre
Il Museo Nazionale del Cinema di Torino rimarrà aperto per tutte le festività,...
19/12/14 - Mostre
Sabato 20 dicembre 2014, alle ore 16.00, a Cosenza, presso il Palazzo Arnone, sarà...
18/12/14 - Concerti
L’Harlem Gospel Choir, chiamato calorosamente dai fan “Gente di Dio che viene da...
18/12/14 - Cinema
Cinecittà ha compiuto settantasette anni. Vi sono stati girati circa quattromila film, di...
Pizze al cliente. Sapevate che...
Sapevate che... Beppe Severgnini non è certamente un giornalista polemico e tanto meno in...
Italia ancora più unita con Italo
  La notizia era nell’aria e, prima o poi, doveva arrivare. La data del debutto di...
Offerte last minute? Gli alberghi tagliano i prezzi
Gli italiani non hanno smesso di pensare alle vacanze, nonostante la crisi, complici la convenienza...
Uzbekistan, nella terra degli "Stan" (1)
Di una gita recentemente compiuta nell’Uzbekistan sarà opportunamente fornita doverosa...
A Pamplona per la Feria di San Firmino
4 luglio, ore 21. Giunto precariamente ad Acqui (vatti a fidare delle ex FFSS oggidì...
Crescere con il turismo
Il Consiglio mondiale dei viaggi e del turismo (WTTC) è un’autorità a livello...
Mimmo Paladino a Orta San Giulio
Le sculture di Mimmo Paladino realizzano dal 18 luglio una mostra all'aperto per le vie di Orta San...
Autostrade del Mare... e prima ancora
Chi l’ha detto che un’autostrada deve necessariamente essere terrestre, secondo il...
Gli italiani credono di essere i più furbi. Sapevate che...
Sapevate che... Sarà anche bello fare il tour operator, ma c’è anche qualcuno...
Cesenatico: cinque stelle sul porto canale
  Il Grand Hotel Leonardo Da Vinci a Cesenatico, inaugurato sabato 27 luglio, è...
Viaggi d'affari, timida ripresa
Alla fine del 2010 i viaggi d'affari sono cresciuti del 6% per numero e del 5,8% per importi di...
LIBRI E GUIDE
Cosa vuoi fare da grande di Ivan Baio e Angelo Orlando Meloni, Del Vecchio Editore, pagine 184, Euro 12,00.
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
1.5537769794464