Domenica 26 Ottobre 2014 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Paesi lontani
Montevideo, affacciata sul "fiume-mare"
Quasi "schiacciato" tra gli estesissimi Brasile e Argentina, il piccolo Uruguay "" la sua bella capitale, orgogliosa delle proprie radici europee, dello stile di vita e della cultura che l'animano, in perenne competizione con l'immensa Baires, di l dal fiume
di Marta Amico

Montevideo, citt balneare con lunghe spiagge di sabbia chiara

L’enorme estuario del Rio de la Plata, a Montevideo si confonde con il mare. L’arrivo al mattino presto con uno dei numerosissimi battelli che lo attraversano, collegando in tre ore la capitale uruguayana con la vicina Buenos Aires, è un’esperienza sorprendente. La portata d’acqua è gigantesca, l’orizzonte è piatto e increspato da placide onde. Non fosse per il colore decisamente tendente al marrone, si stenta a credere che l’acqua che ci trasporta è un fiume e che al di là di esso si estenda l’Argentina. Una rapida verifica, un assaggio fresco e mattutino: il Rio pare salato! Si, perché in realtà il suo bacino è un estuario formato dai fiumi Uruguay e Paranà, una rientranza di dimensioni sbalorditive nella parte orientale dell’America Latina, lunga duecentonovanta chilometri e larga fino a duecentoventi, nell’abbraccio con l’Atlantico. Montevideo si colloca non lontano dal definitivo sbocco oceanico dell’enorme fiume che gli uruguayani si divertono a chiamare “Mar”. Non hanno torto. La città è decisamente balneare, con numerose e lunghe spiagge di sabbia chiara, come Pocitos, Malvin o Punta Gorda, affollate di bagnanti e di club nelle lunghe estati calde.

Felice isola europea
Un'altra immagine del grande "fiume-mare" di Montivideo

Un colpo d’occhio alla cartina rivela alcune coordinate importanti per capire la città. Montevideo è capitale di un paese che è il secondo più piccolo dell’America Latina, con una superficie che è poco più della metà di quella italiana. Un fazzoletto di terra incastonato in mezzo a giganti quali l’Argentina e il Brasile. La capitale uruguayana, con il suo milione e più di persone, pare a questa latitudine una modesta cittadina. Le dimensioni contenute, secondo i parametri sudamericani, la rendono spiccatamente europea, relativamente pulita, sicura, facile da girare e da capire, con il suo centro storico ricco e interessante, la via dei commerci, il mare, pardon, il “Rio” con numerose spiagge balneari. Statistiche alla mano, qui c’è la miglior qualità di vita di tutto il Sud America, il più alto grado di scolarizzazione, la maggior sicurezza. Anche se non esente da problemi di ordine politico-finanziario, ancora memore di una pesante dittatura negli anni Settanta, seguita da numerosi dissesti causati da un’inflazione galoppante e da politiche instabili da parte dei vari governi, Montevideo rappresenta per certi versi un’isola felice nel cuore di un’area densa di contraddizioni, di povertà, di dipendenza economico-culturale.

Figlia del Rio della Plata
Plaza de Indipendencia, la piazza centrale della citt

Per farsi un’idea d’insieme della città si può salire al Monte Cerro, percorrendo una stretta strada periferica che costeggia quartieri piuttosto fatiscenti che ricordano, anche se in scala molto ridotta, le tristi condizioni di indigenza di molte metropoli sudamericane. Dal culmine del monte, alto solamente centotrentadue metri, si dominano i diversi quartieri di Montevideo, le campagne piatte e poco popolate che la circondano, il porto sul Rio che si confonde col mare, per la mancanza dell’altra sponda, troppo lontana per essere vista ad occhio nudo. Dal Cerro si staglia con nettezza la linea tracciata dall’Avenida 18 de Julio, arteria principale della città, animata da un incessante viavai di lavoratori e studenti, molti negozi, uffici e ristoranti. La via culmina nella piazza centrale, Plaza de Indipendencia, con la statua di José Gervasio Artigas, importante fautore dell’indipendenza uruguayana.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 2 - 3 - 
Week-end e tempo libero
Sulle tavole torna il Tartufo
Dal 19 ottobre al 16 novembre 2014
Da Trieste alla scoperta della Slovenia
Dal 31 ottobre al 2 novembre
Offerte di viaggio
Crociera alle Bahamas
In India per festeggiare il nuovo anno
Capodanno in Slovenia tra terme e cultura
NOTIZIE
24/10/14 - Enogastronomia
F.I.CO Eataly World sarà il primo grande parco tematico dell’agroalimentare e...
24/10/14 - Tecnologia
Venerdì 24 ottobre, a Milano, Cisalpina Tours, azienda specializzata nella gestione dei...
24/10/14 - Trasporti
Biman Bangladesh Airlines, compagnia di bandiera del Paese Asiatico, dal prossimo 3 novembre...
24/10/14 - Enogastronomia
Vino e cultura si incontrano nuovamente a Poderi dal Nespoli, a Civitella di Romagna. Il...
24/10/14 - Itinerari
Sabato 8 novembre sarà organizzato per la prima volta un treno storico in Sicilia...
C'era una volta, nel Pacifico, l'isola di Bali
  Un tempo Bali, visitata da quei pochi ricchissimi turisti che potevano permettersi lunghi...
Stile e tradizione nel cuore di Roma
  Baglioni Hotels annuncia l’ingresso in Relais & Châteaux del Regina Hotel...
Dritta al cuore di Dublino
Vedo i fiocchi di neve scendere sulle mie scarpe da ginnastica; fa troppo freddo per alzare il viso...
Solstizio d'inverno in Repubblica Ceca
Luci e addobbi scintillanti. Profumi di vaniglia, mandorle tostate e caldarroste fumanti; aroma di...
Casentino, valle di boschi e di arte
Consultando una guida turistica ci accorgiamo che questa è una ricchissima terra d'arte. Per...
Sulle tracce sentimentali di Nelson
La Storia ci racconta che l'ammiraglio britannico Horatio Nelson morì a capo Trafalgar il 21...
Blu di Pastel, colore di Francia
I campi di colza gialli sono simili a pagine di un libro squinternato che il vento ha gettato qua e...
Molise, regione discreta
Il Molise è situato geograficamente nell'Italia Centrale (la sua latitudine è quella di Roma) anche...
Ostrava, a piccoli passi tra musica e liberty
La conoscenza di nuove realtà: paesi, città vicino casa o all’altro capo del...
Ho scoperto la Vera Sardegna
Andate! Andate pure a Porto Cervo. In Costa Smeralda! Ammassatevi nella piazzetta a pagare 20 euro...
Liberamente svedesi
Hanno quel modo di essere leggeri e aperti, flessibili e disinibiti che è invidiabile. Efficienti...
LIBRI E GUIDE
NUR. La luce nascosta dell'Afghanistan di MoniKa Bulaj, Editore Electa, pagine 256, 163 illustrazioni, Euro 39,00.
Mamma, papà: devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall'Orto, Sonda edizioni, pagine 200, Euro 14,00.
TUTTI I DOSSIER
1.2404940128326