Mercoledì 28 Gennaio 2015 - Anno XII
IL PRIMO GIORNALE ONLINE ITALIANO DI TURISMO E CULTURA DEL VIAGGIARE
Onu: turismo e ambiente alleati per lo sviluppo
I cambiamenti climatici in atto sul pianeta possono trasformarsi in un’occasione di rilancio per il settore turistico e per i paesi più poveri. Si è discusso anche di questa sfida al World Tourism Day appena chiuso a Lima
di Giorgio Cambiaghi

Rio delle Amazzoni
Si è concluso a Lima (Peru) il gruppo di  studio in occasione del WTD, World Tourism Day, la Giornata mondiale del turismo, celebrata annualmente il 27 settembre sotto l’ègida delle Nazioni Unite.
Il tema di questo seminario era “La risposta del turismo alla sfida dei cambiamenti climatici” e ha visto un gruppo di operatori pubblici e privati del turismo, rappresentanti della società civile e delle istituzioni Onu discutere di come migliorare la sostenibilità ambientale nel settore del turismo creando nel contempo occasioni di sviluppo.
Tutti gli esperti hanno convenuto che le nazioni più povere potrebbero vedere la nascita di nuovi imprenditori turistici e, in questo senso, le basi etiche e legali di questo sviluppo devono crescere di pari passo secondo nuovi metri di giudizio che coinvolgono sia il settore pubblico, sia quello privato.
Amazzonia, Sri Lanka, Ghana: gli esempi virtuosi
Sri Lanka
Partendo dalle Dichiarazioni di Davos (vedi approfondimento) sono emerse le seguenti iniziative:
L’Amazzonia, suddivisa tra Brasile, Colombia e Peru, può essere in parte una soluzione per la preservazione della biodiversità e una grande diminuzione delle emissioni di carbonio con un enorme potenziale ecoturistico.
I piani di conservazione della foresta peruviana sono stati particolarmente apprezzati.
Il “polmone verde” dello Sri Lanka ha galvanizzato e coinvolto l’intero movimento della sostenibilità a partire dalle comunità locali, l’industria e le organizzazioni governative.
In Africa è incontrovertibile il rapporto stretto tra clima e povertà e spiccano le iniziative, come in Ghana. Inoltre le vaste aree di conservazione transfrontaliere, rappresentate dai Peace Parks, possono diventare polmoni verdi.
L’Argentina è stata presa a esempio dell’integrazione tra il turismo e le altre attività. Il turismo può avvantaggiarsi della sua potenzialità come mezzo di comunicazione globale. Può essere adoperato per educare la gente sulla necessità di un’azione contro le modificazioni climatiche coerente con i piani delle Nazioni Unite.
Gas serra da ridurre e risorse finanziare da aumentare
Verde Ghana
La Dichiarazione di Davos incoraggia tutti gli attori del settore turistico ad adattarsi alle mutate condizioni climatiche diminuendo le emissioni dei gas serra del settore e ad assicurare le risorse finanziarie per assistere regioni e Stati in difficoltà.
A questo proposito sono state prese due iniziative, la prima è un portale, Climate Solutions.travel inteso come contenitore globale di pratiche da utilizzare per tutti gli operatori del turismo. La seconda, Tourpact.GC è la prima iniziativa settoriale del patto sociale globale dell’ONU. Unisce i principi e i processi della responsabilità aziendale del settore con il codice etico del turismo dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU).
Le conclusioni del gruppo di studio di Lima saranno portate a Londra il prossimo 11 novembre per l’incontro dei Ministri del Turismo in occasione del World Travel Market.
(C) RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagine: 1 - 
Week-end e tempo libero
Lubiana e Portorose
Dal 1 al 3 maggio 2015 â€" Quota da € 285,00
Costiera Amalfitana
Dal 01 al 03 maggio 2015 - Quota € 318,00
Offerte di viaggio
Pasqua in Giordania
Australia Fantastica con Chiariva
Carinzia: l'inverno è donna!
NOTIZIE
28/01/15 - Gastronomia
Dal 13 al 15 febbraio si terrà EXTRA Lucca 2015, la terza edizione della kermesse dedicata...
28/01/15 - Cataloghi
Il nuovo catalogo di Goasia Medio Oriente nasce con la volontà di illustrare tutte le...
28/01/15 - Enogastronomia
Ad Ostra Vetere, in provincia di Ancona, dal 30 gennaio al 1 febbraio si fa festa con le cantine...
28/01/15 - Neve
Anche questo inverno, le località montane che aderiscono al circuito delle Perle Alpine...
28/01/15 - Città d'arte
Con l’obiettivo di mantenere viva l’unicità del legame che da sempre la...
Pane, prosciutto e fantasia
Nella terra del prosciutto di Norcia si rinnova per il decimo anno l'appuntamento con la...
Travel Consultant? Ma mi faccia il piacere!
Nel turismo anglosassone esiste (ed è pure assai considerata) la figura del Travel...
Bagolino e Schignano, Carnevali d'Autore
L’Italia vanta diversi carnevali famosi, ma due, in particolare, brillano per...
Contro le valanghe, il senso della neve
Nel corso della stagione invernale 2006-2007 gli incidenti sulla neve causati da valanghe hanno...
A tu per tu con l'eroe delle Islas Malvinas
Buenos Aires, 2 aprile 2014 (giorno/dia del heroe nacional), ore 12...Doverosa info pro lettori...
Partifriendly, turismo e cultura dell'accoglienza
  In Italia parlare di omosessualità è ancora un tabù. Si pensi solo al...
La sfiga può anche essere turistica
Sapevate che… I genovesi (gente notoriamente poco interessata ai danée) si fregano le...
Camera con "vista Monti"
Sapevate che … Ryanair incassa le accuse senza fare un plissè e prende pure per il...
Las Vegas slovena
Il mercato di casinò e sale da gioco in terra slovena figura in ottima salute. La crescita...
Max Ernst in Danimarca
Sarà il museo Louisiana di Humlebæk, poco lontano da Copenaghen, a ospitare la...
Il treno dei desideri
Ogni anno Roma ospita le partite di rugby del Torneo delle VI Nazione e, immancabilmente almeno una...
LIBRI E GUIDE
Manuale dello chef di Claudio Sadler, Giunti Editore, Fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani, pagine 288, Euro 19,90.
Càneve e spelònce a cura di Marco Rech, Serena Turrin, edito da DBS Zanetti, pagine 190, Euro 10,00.
TUTTI I DOSSIER
1.4770810604095