Sabato 29 Aprile 2017 - Anno XV
Il cuNeo gotico, tesori e itinerari neogotici del cuneese

Il cuNeo gotico, tesori e itinerari neogotici del cuneese

Il cuNeo gotico è una guida con riferimenti storici, itinerari turistici e una ricca documentazione fotografica per scoprire le più belle testimonianze artistiche della Provincia di Cuneo. Oltre 100 fra ville, castelli, giardini, chiese ed edifici decorati con guglie, pinnacoli e torri

Cuneo Gotico-copertina

Il cuNeo gotico. Temi e itinerari nella provincia di Cuneo, di Lorenzo Mamino e Daniele Regis – editore Sagep – pagine 272 (con foto a colori e atlante in bianco e nero) € 18,00.

Il cuNeo gotico: temi e itinerari nella provincia di Cuneo è un’opera inedita che racconta e cataloga il vastissimo patrimonio architettonico neogotico della provincia di Cuneo. Il libro tratta infatti un tema ancora poco conosciuto ma davvero molto affascinante. Nel territorio della provincia di Cuneo si concentrano alcune tra le principali architetture neogotiche d’Italia: Racconigi con la sua Margaria e le serre, i castelli di Pollenzo, Busca, Novello, Envie, Marene, il cimitero di Dogliani, le cento chiese, le ville, i parchi e i giardini che hanno il genio di misteri e romanzi romantici e oscuri. Un fitto intreccio d’immagini, di presenze e scenografie che segnano il passaggio dell’architettura e della cultura tra il Settecento e l’Ottocento. Oltre 100 fra ville antiche, castelli, giardini, chiese ed edifici decorati con guglie, pinnacoli e torri, si ritrovano qui raccolti e illustrati. Edita da Sagep, la guida turistico culturale è il risultato del progetto triennale interdisciplinare promosso da Fondazione CRC.

La prima sezione, Beni faro, descrive attraverso testi dettagliati e numerose immagini i 4 gioielli neogotici della zona: il parco e il castello del Roccolo a Busca, il complesso architettonico di Dogliani, la Tenuta reale di Pollenzo e il complesso della Margaria di Racconigi. Tra le pagine della guida, un ruolo di rilievo spetta senza dubbio alla figura di Giovanni Battista Schellino, il geniale urbanista considerato il massimo esponente del neogotico cuneese, autore di capolavori come l’ingresso monumentale del cimitero di Dogliani, ma anche di moltissime opere meno note e disseminate in tutta la zona.
Nella seconda parte, Percorsi a corona dei beni faro, sono presentati veri e propri itinerari per scoprire il fascino segreto dei dintorni di Busca, Dogliani, Pollenzo e Racconigi attraverso visite a palazzi, edifici religiosi, affreschi non sempre conosciuti, parchi e case di vacanza. Di particolare interesse è l’approfondimento Neogotico campagnolo dedicato a tutte quelle opere, di cui il Cuneese è ricchissimo, spesso eseguite da residenti locali e considerate ‘minori’ – come abitazioni private, dettagli architettonici che potrebbero sembrare irrilevanti – in cui il Neogotico si mescola a stili diversi.
Il volume si chiude con l’Atlante neogotico a cura di Daniele Regis che conduce i lettori in un viaggio fotografico in bianco e nero alla scoperta di bellezze spesso inaspettate.

Per maggiori informazioni: www.ilcuneogotico.fondazionecrc.it

Autori
Lorenzo Mamino è nato nel 1938 a Mondovì (Cuneo) dove vive e lavora. Architetto. Professore Ordinario in Composizione Architettonica e Urbana presso il Politecnico di Torino. Presidente del Corso di Laurea in Architettura, con sede a Mondovì. Ha curato volumi e saggi di architettura e di paesaggio. E’ interessato al tema della continuità storica e funzionale dell’architettura.

Daniele Regis è docente di Composizione architettonica e urbana presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca sui temi del progetto di architettura in contesti caratterizzati dall’abbandono. E’ autore di oltre 130 pubblicazioni scientifiche con studi sull’Ottocento e Novecento e sul recupero del patrimonio alpino. Studia e opera la fotografia come strumento di conoscenza del progetto e della storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA