Mercoledì 2 Settembre 2015 - Anno XIII
La Casa Romana “ritrovata”

La Casa Romana “ritrovata”

Viaggio moderno e virtuale, grazie a un’attenta opera di recupero archeologico, in una casa romana del terzo secolo d.C. nell’Area dei Fori Imperiali


Roma riserva ancora straordinarie sorprese dopo più di tre millenni dalla sua fondazione. Nell’ottobre del 2010 è stato infatti reso visibile e fruibile uno spaccato della Roma del terzo secolo d.C.; una specie di piccola Pompei romana, sepolta vicino ai Fori Imperiali, accanto alla colonna Traiana. Era la casa, da quanto appare bellissima, grandiosa, opulenta, di un senatore romano. Ci sono voluti tre anni e più di scavi minuziosi e accurati, lenti e precisi, per farla riaffiorare dalle fondamenta, coperte di terriccio e avanzi di costruzioni, del cinquecentesco Palazzo Valentini, ora Palazzo della Provincia di Roma. Sono tornate alla luce sale, terme, scaloni, peristili, pareti decorate, pavimenti policromi, marmi, mosaici, dipinti, frammenti di statue, colonne e persino un “butto”, antico vano-spazzatura, divenuto straordinario contenitore di reperti e relitti di ogni genere: dal vasellame – ceramica e cotti – alle ossa di animali (polli, maiali, capretti, agnelli) residui di pantagruelici antichi pasti patrizi.

Un itinerario da ripercorrere


Le visite (dalle 9,30 alle 17 di ogni giorno, salvo il martedì e alcuni giorni festivi) si prenotano allo 0632810. I biglietti sono acquistabili tramite la rete di vendita www.ticketone.it. Per saperne di più, www.provincia.roma.it oppure www.palazzovalentini.it. Uno storico ed elegante hotel romano, l’Hotel Quirinale (via Nazionale 7), sito dietro il Teatro dell’Opera (cui è unito da un “passaggio segreto”) e frequentato da direttori d’orchestra (tra i quali Riccardo Muti) e dagli amanti dell’opera, dotato di un ristorante Rossini davvero notevole, offre pacchetti di soggiorno che comprendono anche la visita alla Domus Romana di Palazzo Valentini (tel. +39 064707, info@hotelquirinale.it; www.hotelquirinale.it).

(28/04/2011)

Efficace ricostruzione virtuale


Riportata alla luce con un paziente lavoro di scavo e di ricostruzione archeologica, la Domus Romana di Palazzo Valentini, si visita oggi compiendo un percorso di un’ora, immersi in un’atmosfera di magia multimediale, resa possibile dal lavoro eccellente di una equipe guidata da Piero Angela, coadiuvato dagli esperti Paco Lanciano e Gaetano Capasso. Si cammina su ballatoi e pavimenti di cristallo che lasciano vedere la sottostante Domus o meglio, quel che ne rimane. I locali, pavimentati con eleganti mosaici e intarsi marmorei di cui si vedono anche grandi tessere, sono vivificati dai colori, alcuni ancora visibili, altri “proiettati” tanto efficacemente da parere reali. Le voci di bambini che ridono e giocano; i suoni, acqua che scorre, piatti che cadono nel butto e si spezzano, gente che parla sono suggestivi, incantatori… e immergono nel passato remoto come per incanto, indotti da abili effetti virtuali.

La voce parlante è quella di Piero Angela che spiega tutto con dovizia di particolari, passo dopo passo, spazio dopo spazio, zona dopo zona: dalle diverse aree delle terme private del senatore, alle sale di riunione, agli scaloni che conducono ai piani superiori. E dalle cucine ai cortili interni, dalle stanze per le donne ai luoghi di riposo e di ricevimento. Insomma, un viaggio nel tempo di straordinaria efficacia che riporta alla luce, come per incanto, la vita e le abitudini dell’antica Roma.

Comments are closed.