Sabato 5 Settembre 2015 - Anno XIII
Big Jump nei fiumi d’Europa

Big Jump nei fiumi d’Europa

Domenica 11 luglio, alla stessa ora in 150 località nel vecchio continente, associazioni per l’ambiente e cittadini si tufferanno in acqua. Per ricordare l’importanza di un rapporto riconciliato con la natura

Tuffo nel fiume Vantaa, in Finlandia (Foto: Erja Hakkarainen,
Finnish Association for Nature Conservation)
Tuffo nel fiume Vantaa, in Finlandia (Foto: Erja Hakkarainen,
Finnish Association for Nature Conservation)

Ambientalisti, volontari, sportivi, famiglie: tutti pronti al tuffo nei fiumi d’Europa, il “Big Jump” annunciato per la prossima domenica 11 luglio alle 15, in 150 località. Ern, European River Network, per l’Italia Legambiente e altre associazioni locali organizzano la nuova edizione del “grande tuffo” che si svolse per la prima volta nel 2005. Obiettivo, “riconciliare le persone con i loro fiumi”, dichiara l’associazione, promuovere la difesa delle acque contro l’inquinamento e trascorrere una domenica di festa in mezzo alla natura. A volte si è trattato di festeggiare un fiume di nuovo balneabile; in altre occasioni, il bagno non è stato e non sarà possibile, ma l’evento si svolgerà comunque nei pressi del corso d’acqua. Gli intrepidi che vorranno cimentarsi a fare il bagno nel fiume avranno a disposizione, quest’anno, un calendario che spazia dal Portogallo alla Polonia, con differenti possibilità concentrate in Europa Centrale, in Germania, Francia, Belgio, Lussemburgo, alcune adesioni nel Regno Unito e in Italia.

Acqua ritrovata

Bagno nel Po, a Torino (Foto: Paolo Hutter)
Bagno nel Po, a Torino (Foto: Paolo Hutter)

A rivendicare il desiderio di acque pulite, l’edizione 2005 di “Big Jump” aveva riunito, in tutta Europa, 250 mila persone, distribuite negli eventi ufficiali e in diverse centinaia di iniziative spontanee. Il primo “tuffo” affondava le sue radici da un progetto di Roberto Epple del 2002, il “First international Elbe swimming day”. Era il 14 luglio: tuffi e bracciate si immersero allora in 55 punti diversi del fiume Elba, dalla Repubblica Ceca alla Germania. Solo cinque anni prima, il fiume era tra i più inquinati d’Europa.

Quest’anno, l’edizione italiana si dedica ad alcuni tra i fiumi più segnati dai rischi ambientali. A Città di Castello, in provincia di Perugia, si festeggia il Tevere, mentre nel Nord Italia le regioni che hanno aderito, Piemonte e Lombardia, richiamano l’attenzione su Po, Lambro, Serio e Ticino. Si farà “Big Jump” a Torino, Chiusella, nella provincia di Monza e Brianza, nel lodigiano e nel bergamasco. Il sito web dell’European River Network pubblica la mappa europea degli eventi in programma ma, per le iniziative italiane, le informazioni più aggiornate sono quelle di Legambiente Piemonte. (06/07/10)

 

Per informazioni

www.rivernet.org

www.legambientepiemonte.it

Comments are closed.