Sabato 4 Luglio 2015 - Anno XIII
Il cinema italiano a Castiglioncello

Il cinema italiano a Castiglioncello

Inizia oggi la rassegna di film, incontri con registi e attori nel paese che fu il set de “Il sorpasso” di Dino Risi. Annunciati Giuseppe Tornatore, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Valerio Mastrandea

Jean Louis Trintignant e Vittorio Gassman ne
Jean Louis Trintignant e Vittorio Gassman ne “Il sorpasso”

Prende il via “Parlare di cinema a Castiglioncello“, rassegna cinematografica giunta alla sua sesta edizione e diretta dal critico del Corriere della Sera Paolo Mereghetti. Fino al 19 giugno, seminari, incontri con attori e registi, proiezioni e mostre fotografiche animeranno i primi caldi estivi, avvicinando al cinema i non addetti ai lavori. Il pubblico, per cinque giorni, avrà la possibilità di parlare direttamente con chi il cinema lo fa e lo pratica, facendo domande, partecipando a lezioni nella suggestiva Limonaia del Castello Pasquini.

Si comincia con l’inaugurazione della mostra fotografica “Viaggi in Italia. Set del cinema italiano 1941-1959”, cinquanta scatti in bianco e nero per vivere il dietro le quinte di film che hanno fatto la storia del cinema italiano: da Senso di Luchino Visconti, Gelosia di Pietro Germi, ma anche La grande guerra di Mario Monicelli.

Tra gli ospiti che animeranno la manifestazione i registi Giuseppe Tornatore che parlerà del suo Baarìa, Susanna Nicchiarelli (Cosmonauta), Valerio Mieli (Dieci Inverni), Rocco Papaleo (Basilicata coast to coast). Ma in Piazza della Vittoria, tra i tavolini del caffè e una chiacchierata, sarà possibile incontrare anche Sergio Rubini, Valerio Mastandrea, Anita Caprioli. Madrina della manifestazione l’affascinante Luisa Ranieri.

Castiglioncello e il Cinema

Castello Pasquini
Castello Pasquini

Affacciata direttamente sul mare, Castiglioncello è una delle poche città etrusche della cui storia conserviamo ancora qualche testimonianza. Prima villaggio dei pescatori, oggi meta turistica e culturale d’élite, la cittadina della Costa degli Etruschi, ha conosciuto diverse identità. Fu avamposto dei Medici che qui nel 1600 fecero costruire una Torre di Avvistamento (ancora visibile e restaurata di recente) e poi, nel 1800, è divenuta luogo di villeggiatura. Qui Diego Martelli elesse a propria residenza la cittadina, chiamando attorno a sé artisti amici come Giovanni Fattori. Monumento storico, pieno di vita in realtà grazie alle numerose iniziative culturali, è Castello Pasquini che sorge nella centralissima Piazza della Vittoria a due passi dal famoso Bar Ginori. E la sagoma del Castello fu di grande ispirazione quando, ampliando i collegamenti ferroviari tra Genova e Roma, si dovette costruire la Stazione Ferroviaria, piccolo gioiello del periodo pre-liberty, appena prospiciente la Pineta Marradi.

“Buen retiro” delle star

Il manifesto della rassegna cinematografica
Il manifesto della rassegna cinematografica

A Castiglioncello hanno soggiornato i più illustri pensatori, ma anche artisti, registi e attori. Qui Dino Risi ha ambientato buona parte del suo film culto, “Il Sorpasso” con Vittorio Gassman e Jean Luis Trintignant. Le macchine da presa hanno indugiato sul lungomare e la spiaggetta del porticciolo turistico che le mareggiate oggi hanno portato via. Oppure lungo i vicoli e le ville isolate nel verde, scelte come buen retiro da attori del calibro di Paolo Panelli, Alberto Sordi e Marcello Mastroianni che tutti i pomeriggi giocavano a carte col carrozziere dando vita al club “delle quattro gomme lisce”.

Bandiera blu della FEE dal 1992, oggi Castiglioncello conserva il suo fascino esclusivo, ma molti di quelli che hanno delineato la linea culturale non ci sono più lasciando spazio ad un turismo diverso e più vivace.

Le proiezioni e gli incontri sono tutti ad ingresso gratuito. Per informazioni: Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo tel. 0586 724287 – 496 – 395 fax 0586 724286 www.comune.rosignano.livorno.it

(14/06/10)

Comments are closed.