Lunedì 3 Agosto 2015 - Anno XIII
Tones on the stones, musica nelle cave

Tones on the stones, musica nelle cave

Dalla lettura dei canti di Dante alla musica popolare bulgara, tornano gli spettacoli negli impianti di estrazione del marmo, da Ornavasso a Crodo

Lettura dell'Inferno di Dante
Lettura dell’Inferno di Dante

Seconda edizione per Tones on the stones, festival internazionale di musica, danza e poesia nelle cave della provincia piemontese di Verbano-Cusio-Ossola. Fino al  26 luglio nelle cave di Ornavasso, Crodo, Crevoladossola, rubate per il pomeriggio o la sera alla regolare attività estrattiva, vengono proposti spettacoli e concerti. Le prime due serate di apertura hanno ospitato i Momix, che si sono esibiti a Verbania, a Villa Maioni il 10 e il 12 luglio scorso, ma la vera e propria inaugurazione si è svolta lo scorso fine settimana alla cava del Casino Visconti, con la lettura del canto I e II dell’Inferno di Dante.
Sulla strada del Boden, a Ornavasso, l’impianto di recente recuperato dall’Associazione “Linea Cadorna”, storico perchè ha dato il marmo per il Duomo di Milano e Pavia, presenta oggi una singolare cornice per gli eventi al pubblico. Alla cava si accede attraverso una galleria, di circa duecento metri, che porta a uno scenografico salone in marmo rosa. Per ascoltare i versi di Dante nella cava Visconti sono ancora disponibili le giornate del 19 e 20: la lettura sarà a cura di Elena Bucci, attrice e di Ramberto Ciammarughi al pianoforte e si svolgerà entrambi i giorni in tre sessioni. 

Teatri naturali a colori
Teatri naturali a colori

La scelta di utilizzare le cave per iniziative e spettacoli non è nuova: in altri paesi è stata adottata soprattutto per le aree dismesse, per rilanciare zone prima dedicate all’attività industriale. In Provenza, a Le Baux de Provence, le alte pareti della vecchia cava di calcare costituiscono oggi la “Cathédrale d’Images”, dove vengono proiettate gigantografie di opere d’arte, in mostre temporanee. Non sempre consigliabili a chi non ama gli spazi chiusi, di sicuro impatto per tutti gli altri, le cave possono diventare così un originale luogo di promozione turistica del territorio.
Spiega Maddalena Calderoni, direttore artistico di Tones on the stones: “Il nostro intento è quello di creare una serie di eventi di assoluta qualità e di incastonarli in una cornice scenica veramente speciale che li renderà assolutamente unici; speriamo che l’emozione colga gli spettatori davanti ai colori e ai disegni della pietra. Entrare in questi teatri naturali è un’esperienza che intimamente ci ricongiunge con la materia e con la sua imponente forza”.

L'orchestra
L’orchestra

Gli organizzatori di Tones on the stones non nascondono che il festival spezza una lancia a favore di un’ipotesi di qualificazione ambientale per le cave non più attive. Nel frattempo, imminente è il concerto de “Le Mystere des voix bulgares”. del 17 luglio, alla cava di Modo Serizzo, a Crodo. Voci e suoni di musica popolare bulgara, forti degli effetti acustici che si possono ottenere in cava, attendono il pubblico per l’unica esibizione in Italia del gruppo.
L’ultima serata del festival è dedicata a Giacomo Puccini, del quale si celebra quest’anno l’anniversario per i 150 anni dalla nascita: sarà il 26 luglio, a Crevoladossola. Ad accogliere l’orchestra “Bruno Maderna” saranno le pareti di palissandro della cava Tosco Marmi, in località Lorgino.

Lectura Dantis, Inferno I e II
19 luglio ore 17; 18; 19
20 luglio ore 11.30; 17.00; 18
Cava del Casino Visconti, Ornavasso, Verbania
località Casino – strada del Boden
Spettacolo su prenotazione a numero chiuso
Per informazioni: 334 1536056 o il 349 3548887

Le Mystere des voix bulgares
17 luglio, ore 21.30
Cava Moro Serizzo, Crodo, Verbania
Via Alpiano Inferiore, 3

Dedicato a Giacomo Puccini, Orchestra “Bruno Maderna”
26 Luglio, ore 21.30
Cava Tosco Marmi, Crevoladossola
Verbania, località Lorgino    

Comments are closed.