Venerdì 4 Settembre 2015 - Anno XIII
Bilancio positivo per i bed and breakfast

Bilancio positivo per i bed and breakfast

Secondo l’ultima indagine dell’associazione Anbba aderente a Confedilizia, i prezzi del 2008 potrebbero essere più competitivi dell’anno prima


Il 2007 è stato un anno positivo per i bed and breakfast. Secondo l’osservatorio turistico di Anbba, Associazione nazionale bed and breakfast e affittacamere, aderente a Confedilizia, l’anno che si è appena concluso ha fatto registrare il 60 per cento di occupazione, in media, per le strutture ricettive “notte più colazione”. L’indagine condotta dall’Anbba sui propri soci –  che comunque non  rappresentano tutti i bed and breakfast attivi in Italia – ha rilevato che la media dei soggiorni è stata pari a tre notti e il prezzo medio si è attestato sui 67 euro al giorno per coppia.
Per la maggior parte, i frequentatori dei bed and breakfast sono italiani, solo il 25 per cento degli ospiti è di nazionalità straniera. Di questa quota al primo posto vengono i tedeschi, il 27 per cento;  per il 19 per cento si tratta invece di turisti dell’Europa del Nord e qualche punto percentuale più in basso si registrano francesi e inglesi. Quote minori per i viaggiatori dell’Europa dell’Est, gli spagnoli, gli statunitensi e gli australiani.
Internet si conferma il canale di prenotazione più diffuso, seguito dall’intramontabile “passaparola” e dal circuito delle agenzie provinciali per il turismo. Secondo l’indagine, la scelta di soggiornare presso un bed and breakfast è indotta per la maggior parte per vivere “momenti di svago” e godersi il mare, ma c’è anche chi opta per questa formula durante viaggi di lavoro o per visitare città d’arte e in piccola parte, il 7 per cento, per la settimana bianca.
I dati della ricerca sono stati divulgati dalla stessa Anbba che li ha definiti “positivi” per il settore. Un segnale, pare, che i bed and breakfast stanno per svincolarsi dalla tendenza che li vede diffusi soltanto all’estero e che li lascia sul mercato nazionale in posizione marginale. I soci Anbba hanno annunciato di aver ricevuto prenotazioni per il 2008: buone prospettive, quindi, per il tasso di occupazione delle strutture e per i prezzi, che dovrebbero risultare più vantaggiosi per il cliente finale.

Comments are closed.